Cedolare secca al 10% per i contratti di locazione a canone concordato | Edilone.it

Cedolare secca al 10% per i contratti di locazione a canone concordato

wpid-22478_ced.jpg
image_pdf

 

Così come stabilito dall’art. 9 del decreto legge n. 47/2014 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 73 del 28 marzo 2014 – entrato in vigore il 29 marzo 2014 – il cosiddetto Piano casa), per il quadriennio 2014/2017, l’aliquota della cedolare secca per i contratti a canone concordato passa dal 15 al 10 per cento. Per tali contratti, il corrispettivo viene pattuito in base ad alcuni criteri stabiliti in accordi stipulati tra le organizzazioni degli inquilini e quelle dei proprietari. Tale modifica di percentuale della cedolare secca ovvero dell’imposta sostitutiva dell’Irpef sui redditi da locazione degli immobili ad uso abitativo dovrebbero rendere ancora più conveniente il regime a imposizione sostitutiva rispetto a quello ordinario sia per i contratti già in essere alla data di entrata in vigore della disposizione sia per quelli che verranno stipulati nel prossimo futuro.

 

 

Si ricorda che i soggetti che possono optare per la cedolare secca sono unicamente le persone fisiche, soggette ad Irpef, che percepiscono canoni di locazione di immobili ad uso abitativo ed eventualmente, insieme all’immobile, le relative pertinenze.

 

 

 

 

Si tenga presente che l’opzione alla “cedolare secca” può essere effettuata unicamente per i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo (categoria catastale A, escluso A10) locati per finalità abitative e le relative pertinenze, anche se di durata inferiore a 30 giorni nell’anno. Pertanto sono esclusi gli immobili che, pur avendo i requisiti di fatto per essere destinati ad uso abitativo, sono iscritti in una categoria catastale diversa (ad esempio come uffici o negozi), nonché le unità adibite ad uso promiscuo. Inoltre, sono compresi gli immobili per i quali sia stata presentata domanda di accatastamento nella categoria catastale A (escluso A10).

 

 

 

 

 

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Cedolare secca al 10% per i contratti di locazione a canone concordato Edilone.it