Siti del circuito Teknoring


  homepage/ / / Techne, la scala in tecnopolimero

Techne, la scala in tecnopolimero

Una scala a chiocciola per interni ed esterni. Con impianto fotovoltaico integrato nella ringhiera

Di
Pubblicato sul Canale Arredamento il 14 dicembre 2009

Frutto di un’approfondita ricerca che ha portato allo sviluppo di un prodotto industriale protetto da brevetti in ambito internazionale, la scala a chiocciola Techne di Fontanot è realizzata mediante tecnologie di stampaggio e sovrastampaggio a iniezione che, utilizzate per la prima volta nel processo di produzione di una scala, si traducono in una drastica riduzione del numero di componenti, facilitando il montaggio e la successiva manutenzione. Tali tecnologie consentono anche di stampare i gradini in polimeri e colori diversi facendo dell’elemento scala un vero e proprio elemento di arredo.

Techne è stata progettata e costruita nel rispetto delle normative in termini di sicurezza, rispetto dell’ambiente, riciclabilità dei materiali al momento della loro dismissione ed è realizzata nelle parti strutturali con Poliammide 66, mentre per il tamponamento delle pedate utilizza il polipropilene, entrambi rinforzati con fibra di vetro.

La colorazione in pasta del compoud (miscela di polimeri e rinforzi che, in questo caso, sono pagliuzze di fibra di vetro) conferisce al manufatto un ottimale comportamento all’usura delle parti pedonabili e resistenza dei colori ai raggi UV.

La regolazione in verticale, ottenuta tramite un adattatore a vite omogeneo per colori e materiali ai gradini, rende possibile una produzione di tipo industriale in quanto consente l’adattamento alle molteplici altezze dei soffitti.

Techne è utilizzabile anche in esterni perché compatibile con temperature che vanno da -20 a + 60°C e dispone di ringhiere e balaustre diversificate per design, tecnologie, materiali e trattamenti delle superfici.

Nella variante Techne Elios, integra nella ringhiera un sistema per lo sfruttamento dell’energia solare a tecnologia fotovoltaica: i pannelli in vetro EnergyGlass le consentono infatti di svolgere sia la funzione di elemento di protezione sia quella di generatore di energia fotovoltaica. Con balaustre di sviluppo lineare superiore a 10m l’impianto può essere connesso alla rete elettrica e accedere agli incentivi statali in conto energia. Per massimizzare l’energia solare captata, i pannelli in vetro fotovoltaico possono essere montati in qualsiasi sezione della ringhiera così da poter essere posizionati con l’orientamento ottimale ed evitare eventuali zone di ombreggiamento causate da corpi estranei.

Il progetto dell’impianto fotovoltaico è stato sviluppato da un team di ingegneri della GreenergyTech srl, società specializzata nell’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili.




Articoli consigliati

Software più scaricati


Wolters Kluwer Italia © 2008-2014 – Partita IVA 10209790152
News In Evidenza