Siti del circuito Teknoring


  homepage/ / / Solare: meno inquinamento ma poco risparmio

Solare: meno inquinamento ma poco risparmio

Effetti positivi in termini di riduzione dell'inquinamento ambientale, ma risultati ''modesti'' per quanto riguarda gli obiettivi in campo economico-sociale. Queste le valutazioni della Corte dei Conti circa l'esito del programma 'Solare...

Di
Pubblicato sul Canale ambiente il 29 aprile 2008

Se la riduzione dell'inquinamento ambientale può essere valutata positivamente, sono tuttavia ''modesti'' i risultati relativi agli obiettivi in campo economico-sociale. Sono queste le valutazioni espresse in sintesi dalla Corte dei Conti circa l'esito del programma 'Solare termico', promosso dal ministero dell'Ambiente per favorire tecnologie solari ai fini della riduzione delle emissioni di gas serra, secondo gli obiettivi indicati dal Protocollo di Kyoto.

Le valutazioni sono contenute nella Relazione relativa all'indagine di controllo "Realizzazione del programma solare termico''. ''In ordine al progetto Comune solarizzato riservato agli enti locali del Centro-sud d'Italia - afferma la Corte dei Conti in un comunicato - di una certa consistenza è stato verificato il grado di realizzazione degli impianti solari, che ha comportato l'installazione di 9.281 mq di pannelli solari, pari all'83,82% degli 11.072 previsti. Tutto ciò ha comportato, in ambito ambientale - afferma la Corte - una riduzione dell'effetto serra in termini di anidride carbonica pari a 4.012 Ton/anno nonchè dell'inquinamento ambientale, pari a 3.618 Kg/anno di ossido di azoto e a 4.848 Kg/anno di polveri sottili''.

Sempre a parere della Corte, sono invece ''modesti'' gli obiettivi raggiunti ''in campo economico sociale, essendosi concretizzati nell'avvio di otto micro imprese ambientali con conseguente impiego di soli 87 lavoratori di pubblica utilità a fronte dei 400 previsti. Di portata ridotta è risultata, anche, l'estensione del progetto agli istituti penitenziari, avendo - prosegue la nota - riguardato solo il progetto pilota di solarizzazione della Casa circondariale di Rebibbia, pur essendo in previsione l'allargamento del progetto ad altri istituti''. Relativamente al progetto 'Solare termico' propriamente detto, la Corte dei Conti rileva inoltre la ''mancanza di un'approfondita analisi, che avrebbe dovuto precedere l'emanazione del bando, inizialmente indirizzato solo ai Comuni ed alle aziende distributrici del gas e poi esteso, a distanza di un solo anno dalla sua emanazione, ad altre categorie di soggetti, quali le amministrazioni pubbliche ed enti pubblici. Il grado di realizzazione dell'opera - si sottolinea - è stato pari al 58,61% essendosi concretizzato nella ultimazione di 88 impianti, di cui 87 collaudati, mentre 59 impianti sono in fase di realizzazione, con l'installazione di 3.813,03 mq. di pannelli solari sui 6.505,57 mq previsti''.

Per la Corte vanno viste, infine, in ''un'ottica positiva, le iniziative del ministero volte ad utilizzare le risorse residue del 'Comune solarizzato' e del 'Solare termico' al fine di realizzare interventi nel settore delle fonti rinnovabili, come è dimostrato dall'avvio del nuovo 'Programma energia solare'.

Per altre informazioni, consultare il sito http://www.corteconti.it/



Articoli consigliati

In evidenza


Software più scaricati

  • Easy Context Menu

    Utility Software gratuito che permette di aggiungere comandi personalizzati al menu...
  • DoubleCAd XT

    CAD/3D Software CAD gratuito in grado di aprire anche i file DWG. Basta compilare il form e...

Wolters Kluwer Italia © 2008-2014 – Partita IVA 10209790152
News In Evidenza