Siti del circuito Teknoring


  homepage/ / / Rapporto Ance-Confindustria sulle Infrastrutture in Lazio

Rapporto Ance-Confindustria sulle Infrastrutture in Lazio

Il primo rapporto di Ance Lazio-Urcel e Confindustria Lazio presentato lo scorso 28 aprile traccia un quadro di criticità nei tempi di realizzazione delle opere pubbliche nella Regione, tali da rendere obsoleta un'infrastruttura prima del completamento.

Di
Pubblicato sul Canale lavori pubblici il 05 maggio 2009

Il primo rapporto di Ance Lazio-Urcel e Confindustria Lazio presentato lo scorso 28 aprile traccia un quadro di criticità nei tempi di realizzazione delle opere pubbliche nella Regione, tali da rendere obsoleta un'infrastruttura prima del completamento. Ance e Confindustria hanno così pensato a un Osservatorio Regionale sulle Opere Pubbliche con il centro di ricerche Cresme, che monitori l'iter per la concretizzazione dei progetti. Il rapporto sarà semestrale, anche online sul sito dell'Ance.

Secondo i dati dell'Istituto Tagliacarne, la situazione infrastrutturale del Lazio sembra buona con 143,9 punti sulla media nazionale di 100. Roma è decisiva con 238,5 punti per le infrastrutture economiche e sociali. I nodi al pettine arrivano analizzando la sola rete stradale: il Lazio precipita a 93,7 punti; Latina è a 37,7; Roma a 80. In questo quadro, tanti sono i progetti di infrastrutture stradali da anni non ancora in cantiere. Sotto la lente d'ingrandimento del nuovo Osservatorio, 17 opere (11 stradali), date per certe dalle amministrazioni, per il Lazio settentrionale, Lazio meridionale e Roma area metropolitana: occorrono circa 8,5 miliardi di euro (7 per le strade), ma solo il 20 per cento delle risorse sono disponibili.

 



Articoli consigliati

Software più scaricati


Wolters Kluwer Italia © 2008-2014 – Partita IVA 10209790152
News In Evidenza