Siti del circuito Teknoring


  homepage/ / / Per il rilancio dell'edilizia 2 miliardi di euro da Ance e Intesa Sanpaolo

Per il rilancio dell'edilizia 2 miliardi di euro da Ance e Intesa Sanpaolo

Tra i contenuti dell'accordo, nuove risorse per gestire gli investimenti in corso e le nuove iniziative immobiliari

Di
Pubblicato sul Canale varie il 12 luglio 2012

Contrastare la crisi del settore edilizio e facilitarne la ripresa in sintonia con i provvedimenti inseriti nel Decreto Sviluppo. Questi gli obiettivi principali dell’accordo siglato dal presidente dell’Associazione nazionale costruttori edili (Ance), Paolo Buzzetti e dal ceo di Intesa Sanpaolo, Enrico Tommaso Cucchiani.

L’accordo mette a disposizione delle imprese Ance un plafond di due miliardi di euro per lo sviluppo di iniziative immobiliari con particolare attenzione alla valorizzazione/riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente.

I principali contenuti dell’accordo riguardano l’agevolazione delle imprese di costruzioni nella gestione delle unità abitative invendute, nella gestione dell’indebitamento a breve termine, nel finanziamento di nuovi cantieri, nell’anticipo del circolante su opere eseguite per conto di terzi.

Inoltre, l’accordo si propone di sostenere il settore su aspetti fondamentali come l’efficienza energetica, le reti d’impresa, la formazione, l’internazionalizzazione e l’innovazione.

L’intesa raggiunta assume anche un particolare rilievo sul fronte della relazione tra la banca e l’impresa edile, determinante per un rapido rilancio del settore. Impegnandosi in una più approfondita conoscenza del business dell’impresa, dei suoi progetti di sviluppo e delle sue prospettive, si punta a intervenire sul processo di valutazione dell’azienda: a tale scopo verrà costituito un tavolo di lavoro congiunto per stimolare il dialogo imprese-banca-territorio e promuovere lo scambio di conoscenze e informazioni finalizzato alla comprensione e al miglioramento dei modelli di valutazione relativi alle operazioni in ambito edilizio.

L’accordo si propone anche di implementare tale dialogo con un nuovo strumento, “Presentazione Commerciale”, messo a disposizione da Intesa Sanpaolo, che consente di analizzare e sintetizzare una serie di indicatori economici quantitativi - quali le prospettive macroeconomiche e del settore di riferimento, il posizionamento dell’impresa nel settore - oltre che l’identificazione di potenziali aree di sviluppo tramite l’analisi quantitativa e qualitativa dell’impresa.

Tra gli altri obiettivi, anche la valorizzazione delle specificità dei singoli territori tramite l’organizzazione congiunta di convegni e incontri, il coinvolgimento delle strutture locali e l’individuazione di “referenti territoriali per l’attuazione” dell’accordo.

O.O.



Articoli consigliati

In evidenza


Software più scaricati


Wolters Kluwer Italia © 2008-2014 – Partita IVA 10209790152
News In Evidenza