Siti del circuito Teknoring


  homepage/ / / Per gli appalti pubblici piu' collaborazione tra Avcp e Regioni

Per gli appalti pubblici piu' collaborazione tra Avcp e Regioni

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome propone all'Autorita' un nuovo protocollo d'intesa

Di
Pubblicato sul Canale lavori pubblici il 13 luglio 2012

In occasione dalla presentazione della relazione annuale - dalla quale è emerso che gli appalti valgono l’8,1% del Pil - che il presidente dell'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici (Avcp), Sergio Santoro, ha presentato al Parlamento nei giorni scorsi, Ugo Cavallera, presidente di Itaca (Istituto per la trasparenza degli appalti) e vicepresidente della Regione Piemonte, ha sottolineato l’opportunità di una forte collaborazione tra l’Autorità e le Regioni.

L’obiettivo è mettere a sistema un’azione coordinata e di supporto alle centrali di committenza regionali, che già operano in tal senso, per esercitare una più efficace azione sul sistema dell’approvvigionamento di beni e servizi.

A riguardo Cavallera ha segnalato l’importanza della proposta della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome all’Autorità di un nuovo Protocollo d’intesa proprio sui diversi temi trattati nella relazione dell’Autorità presentata nei giorni scorsi.

Tra le proposte le Regioni indicano un maggiore supporto alle amministrazione aggiudicatrici per la corretta applicazione e interpretazione della normativa nazionale e regionale sui contratti pubblici e una collaborazione anche sul fronte della disamina degli schemi di determinazione predisposte dall’Avcp e delle linee di indirizzo emanate dalle Regioni;

Inoltre, la collaborazione deve essere estesa anche tra le sezioni dell’Osservatorio (centrale e regionali) per gli adempimenti previsti dal D.Lgs. 229/2011, in materia di procedure di monitoraggio sullo stato di attuazione delle opere pubbliche, di verifica dell'utilizzo dei finanziamenti nei tempi previsti e costituzione del fondo opere e del fondo progetti; nonché organizzazione, implementazione e gestione della Banca Dati Nazionale sui Contratti Pubblici.

Tra gli altri temi, rafforzamento del ruolo e delle funzioni delle sezioni regionali dell’Osservatorio dei contratti pubblici e realizzazione del un sistema informativo federato per l’acquisizione e condivisione dei dati sugli appalti attraverso regole di interscambio comuni; definizione di strumenti a supporto delle stazioni appaltanti per la concreta attuazione del DPCM 30 giugno 2011 e art.23 del DL 201/2011 in materia di gestione associata delle gare d’appalto; programma straordinario di formazione su tutto il territorio nazionale.

O.O.



Articoli consigliati

In evidenza


Software più scaricati


Wolters Kluwer Italia © 2008-2014 – Partita IVA 10209790152
News In Evidenza