TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 7 Aprile 2004, n. 97 - Testo del decreto-legge 7 aprile 2004, n. 97 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 88 del 15 aprile 2004), coordinato con la legge di conversione 4 giugno 2004, n. 143 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 3), recante: «Disposizioni urgenti per assicurare l'ordinato avvio dell'anno scolastico 2004-2005, nonche' in materia di esami di Stato e di Universita'.». (GU n. 130 del 5-6-2004 | Edilone.it

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 7 Aprile 2004, n. 97 – Testo del decreto-legge 7 aprile 2004, n. 97 (in Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 88 del 15 aprile 2004), coordinato con la legge di conversione 4 giugno 2004, n. 143 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 3), recante: «Disposizioni urgenti per assicurare l’ordinato avvio dell’anno scolastico 2004-2005, nonche’ in materia di esami di Stato e di Universita’.». (GU n. 130 del 5-6-2004

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 7 Aprile 2004, n. 97 - Testo del decreto-legge 7 aprile 2004, n. 97 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 88 del 15 aprile 2004), coordinato con la legge di conversione 4 giugno 2004, n. 143 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 3), recante: «Disposizioni urgenti per assicurare l'ordinato avvio dell'anno scolastico 2004-2005, nonche' in materia di esami di Stato e di Universita'.». (GU n. 130 del 5-6-2004 )

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 7 Aprile 2004 , n. 97

Testo del decreto-legge 7 aprile 2004, n. 97 (in Gazzetta Ufficiale –
serie generale – n. 88 del 15 aprile 2004), coordinato con la legge
di conversione 4 giugno 2004, n. 143 (in questa stessa Gazzetta
Ufficiale alla pag. 3), recante: «Disposizioni urgenti per assicurare
l’ordinato avvio dell’anno scolastico 2004-2005, nonche’ in materia
di esami di Stato e di Universita’.».

Avvertenza:
Il testo coordinato qui pubblicato e’ stato redatto dal Ministero
della giustizia ai sensi dell’art. 11, comma 1, del testo unico delle
disposizioni sulla promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei
decreti del Presidente della Repubblica e sulle pubblicazioni
ufficiali della Repubblica italiana, approvato con D.P.R. 28 dicembre
1985, n. 1092, nonche’ dell’art. 10, commi 2 e 3, del medesimo testo
unico, al solo fine di facilitare la lettura sia delle disposizioni
del decreto-legge, integrate con le modifiche apportate dalla legge
di conversione, che di quelle modificate o richiamate nel decreto,
trascritte nelle note. Restano invariati il valore e l’efficacia
degli atti legislativi qui riportati.
Le modifiche apportate dalla legge di conversione sono stampate
con caratteri corsivi.
Tali modifiche sul terminale sono tra i segni (( ……… ))
A norma dell’art. 15, comma 5, della legge 23 agosto 1988, n. 400
(Disciplina dell’attivita’ di Governo e ordinamento della Presidenza
del Consiglio dei Ministri), le modifiche apportate dalla legge di
conversione hanno efficacia dal giorno successivo a quello della sua
pubblicazione.
Art. 1.
Disposizioni in materia di graduatorie permanenti
1. A decorrere dall’anno scolastico 2004-2005 le graduatorie
permanenti di cui all’articolo 401 del testo unico delle disposizioni
legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di
ogni ordine e grado, approvato con decreto legislativo 16 aprile
1994, n. 297, e successive modificazioni, di seguito denominato:
«testo unico», sono rideterminate, limitatamente all’ultimo scaglione
previsto dall’articolo 1, comma 1, lettera b), del decreto-legge
3 luglio 2001, n. 255, convertito, con modificazioni, dalla legge
20 agosto 2001, n. 333, in base alla Tabella allegata al presente
decreto. Sono valutabili, dando luogo all’attribuzione del punteggio,
esclusivamente i titoli previsti dalla predetta Tabella.
(( 1-bis. Dall’anno scolastico 2005-2006, la permanenza dei docenti
nelle graduatorie permanenti di cui all’articolo 401 del testo unico
avviene su domanda dell’interessato, da presentarsi entro il termine
fissato per l’aggiornamento della graduatoria con apposito decreto
del Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca. La
mancata presentazione della domanda comporta la cancellazione dalla
graduatoria per gli anni scolastici successivi. A domanda
dell’interessato, da presentarsi entro il medesimo termine, e’
consentito il reinserimento nella graduatoria, con il recupero del
punteggio maturato all’atto della cancellazione.
2. Il comma 3 dell’articolo 401 del testo unico e’ abrogato. ))
3. L’abilitazione conseguita presso le scuole di specializzazione
all’insegnamento secondario (SSIS) costituisce titolo di accesso solo
ai fini dell’inserimento nell’ultimo scaglione delle graduatorie
permanenti di cui al comma 1.
(( 3-bis. Costituisce altresi’ titolo di accesso ai fini
dell’inserimento nelle graduatorie di cui al comma 1 il diploma
accademico di secondo livello di cui alla legge 21 dicembre 1999, n.
508, e successivi provvedimenti applicativi, rilasciato dalle
accademie di belle arti, a conclusione di corsi di indirizzo
didattico disciplinati da apposito decreto del Ministro
dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca e a seguito di
esame finale con valore di esame di Stato abilitante. ))
(( 4. A decorrere dall’anno scolastico 2005-2006, )) gli
aggiornamenti e le integrazioni delle graduatorie permanenti, per la
graduatoria base e per tutti gli scaglioni, sono effettuati con
cadenza biennale. All’articolo 2, comma 1, del decreto-legge 3 luglio
2001, n. 255, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 agosto
2001, n. 333, le parole: «da effettuare con periodicita’ annuale
entro il 31 maggio di ciascun anno» sono soppresse con effetto
dall’anno scolastico 2005-2006. (( Per l’anno scolastico 2004-2005
gli aggiornamenti e le integrazioni delle graduatorie di cui al
presente comma sono effettuati entro il 15 giugno 2004.
4-bis. In sede di prima applicazione del presente decreto, nelle
graduatorie permanenti di strumento musicale nella scuola media sono
inseriti i docenti in possesso del diploma abilitante di didattica
della musica, purche’ in possesso di un diploma di conservatorio in
uno strumento e che abbiano prestato, entro l’anno scolastico
2003-2004, 360 giorni di servizio nella classe di concorso 77/A. ))
Riferimenti normativi:
– Si riporta il testo dell’art. 401 del testo unico
delle disposizioni legislative vigenti in materia di
istruzione relative alle scuole di ogni ordine e grado,
approvato con decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297,
sostituito dall’art. 1 della legge 3 maggio 1999, n. 124,
come modificato dalla presente legge:
«Art. 401 (Graduatorie permanenti). – 1. Le graduatorie
relative ai concorsi per soli titoli del personale docente
della scuola materna, elementare e secondaria, ivi compresi
i licei artistici e gli istituti d’arte, sono trasformate
in graduatorie permanenti, da utilizzare per le assunzioni
in ruolo di cui all’art. 399, comma 1.
2. Le graduatorie permanenti di cui al comma 1 sono
periodicamente integrate con l’inserimento dei docenti che
hanno superato le prove dell’ultimo concorso regionale per
titoli ed esami, per la medesima classe di concorso e il
medesimo posto, e dei docenti che hanno chiesto il
trasferimento dalla corrispondente graduatoria permanente
di altra provincia. Contemporaneamente all’inserimento dei
nuovi aspiranti e’ effettuato l’aggiornamento delle
posizioni di graduatoria di coloro che sono gia’ compresi
nella graduatoria permanente.
3. (comma abrogato).
4. La collocazioe nella graduatoria permanente non
costituisce elemento valutabile nei corrispondenti concorsi
per titoli ed esami.
5. Le graduatorie permanenti sono utilizzabili soltanto
dopo l’esaurimento delle corrispondenti graduatorie
compilate ai sensi dell’art. 17 del decreto-legge 3 maggio
1988, n. 140, convertito, con modificazioni, dalla legge
4 luglio 1988, n. 246, e trasformate in graduatorie
nazionali dall’art. 8-bis del decreto-legge 6 agosto 1988,
n. 323, convertito, con modificazioni, dalla legge
6 ottobre 1988, n. 426, nonche’ delle graduatorie
provinciali di cui agli articoli 43 e 44 della legge
20 maggio 1982, n. 270.
6. La nomina in ruolo e’ disposta dal dirigente
dell’amministrazione scolastica territorialmente
competente.
7. Le disposizioni concernenti l’anno di formazione di
cui all’art. 440 si applicano anche al personale docente
assunto in ruolo ai sensi del presente articolo.
8. La rinuncia alla nomina in ruolo comporta la
decadenza dalla graduatoria per la quale la nomina stessa
e’ stata conferita.
9. Le norme di cui al presente articolo si applicano,
con i necessari adattamenti, anche al personale educativo
dei convitti nazionali, degli educandati femminili dello
Stato e delle altre istituzioni educative».
– Si riporta il testo dell’art. 1, comma 1, lettera b)
del decreto-legge 3 luglio 2001, n. 255, convertito, con
modificazioni, dalla legge 20 agosto 2001, n. 333:
«Art. 1 (Norme di interpretazione autentica). – 1. Le
disposizioni contenute nell’art. 2, commi 1 e 2, della
legge 3 maggio 1999, n. 124, si interpretano nel senso che
nelle operazioni di prima integrazione delle graduatorie
permanenti previste dall’art. 401 del testo unico delle
disposizioni legislative in materia di istruzione, di cui
al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, come
sostituito dall’art. 1, comma 6, della stessa legge, hanno
titolo all’inserimento, oltre ai docenti che chiedono il
trasferimento dalla corrispondente graduatoria di altra
provincia, le sottoelencate categorie di personale docente
ed educativo, in coda alle graduatorie medesime e nel
seguente ordine di priorita’:
a) (omissis);
b) secondo scaglione: docenti che abbiano superato le
prove di un precedente concorso per titoli ed esami anche
ai soli fini abilitativi in relazione alla medesima classe
di concorso o al medesimo posto e siano inseriti, alla data
di entrata in vigore della predetta legge n. 124 del 1999,
in una graduatoria per l’assunzione del personale non di
ruolo. Si prescinde da quest’ultimo requisito per il
personale che abbia superato le prove del corrispondente
concorso …

[Continua nel file zip allegato]

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 7 Aprile 2004, n. 97 – Testo del decreto-legge 7 aprile 2004, n. 97 (in Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 88 del 15 aprile 2004), coordinato con la legge di conversione 4 giugno 2004, n. 143 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 3), recante: «Disposizioni urgenti per assicurare l’ordinato avvio dell’anno scolastico 2004-2005, nonche’ in materia di esami di Stato e di Universita’.». (GU n. 130 del 5-6-2004

Edilone.it