Regione Sicilia, circolare 9 maggio 2016 (amianto) | Edilone.it

Regione Sicilia, circolare 9 maggio 2016 (amianto)

Legge regionale n. 10/2014: "Norme per la tutela della salute e del territorio dai rischi derivanti dall'amianto". - Istituzione del Registro pubblico degli edifici, degli impianti, dei mezzi di trasporto e dei siti con presenza certa o con conclamata contaminazione dal amianto (art. 5, comma 2) (B.U.R. Sicilia 27 maggio 2016, n. 23)

Con D.D.G. n. 59 del 17 marzo 2016 è stato istituito, presso l’Ufficio amianto del DRPC, il Registro pubblico degli edifici, degli impianti, dei mezzi di trasporto e dei siti con presenza certa o con conclamata contaminazione da amianto.

In tale Registro confluiscono tutti i dati riguardanti gli edifici, gli impianti, i mezzi di trasporto e i siti con presenza certa o con conclamata contaminazione da amianto con l’obbligo di indicare il tipo, la quantità ed il livello di conservazione dell’amianto nonché il grado di rischio sanitario da dispersione delle fibre e la priorità della relativa bonifica, comunicati e censiti dal Dipartimento dell’acqua e dei rifiuti dell’Assessorato regionale dell’energia e dei servizi di pubblica utilità, dall’A.R.P.A., dalle aziende sanitarie provinciali e dagli enti locali. In tale registro confluiranno anche tutti i dati relativi al censimento dei centri di stoccaggio/deposito dell’amianto in possesso del Dipartimento regionale acque e rifiuti.

L’iscrizione al registro avverrà utilizzando l’allegato 1 delle Linee guida per la corretta acquisizione delle informazioni relative alla mappatura del territorio nazionale interessato dalla presenza di amianto, approvate dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome di Trento e di Bolzano in data 29 luglio 2004, che costituisce parte integrante del richiamato decreto.

Per quanto sopra evidenziato, si invitano gli enti in indirizzo a provvedere alla trasmissione di tali dati allo scrivente utilizzando l’allegato 1 di cui al D.D.G. n. 59 del 17 marzo 2016. Si precisa che detti dati, in parte già trasmessi nell’ambito delle attività di censimento e mappatura di cui all’art. 3, c. 1, lettera c), sono necessari per i già citati adempimenti e, con lo scopo, tra l’altro, di definire le relative priorità riguardanti le attività di bonifica. Si confida nella fattiva collaborazione e si assicura la piena disponibilità dell’Ufficio amianto del DRPC per ogni utile chiarimento e supporto per l’implementazione del file in argomento, si resta in attesa di un sollecito riscontro.

La presente sarà pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana.

Regione Sicilia, circolare 9 maggio 2016 (amianto)

Edilone.it