PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - DECRETO 18 dicembre 2008 | Edilone.it

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L’INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE – DECRETO 18 dicembre 2008

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - DECRETO 18 dicembre 2008 - Individuazione e finanziamento di progetti strategici di natura informatica ai sensi dell'articolo 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3. (GU n. 69 del 24-3-2009 )

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L’INNOVAZIONE E
LE TECNOLOGIE

DECRETO 18 dicembre 2008

Individuazione e finanziamento di progetti strategici di natura
informatica ai sensi dell’articolo 27 della legge 16 gennaio 2003, n.
3.

IL MINISTRO PER LA PUBBLICA
AMMINISTRAZIONE E L’INNOVAZIONE

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303;
Visto l’art. 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3, ed in
particolare:
il comma 1, che affida al Ministro per l’innovazione e le
tecnologie il compito di sostenere, nell’attivita’ di coordinamento e
di valutazione dei programmi, dei progetti e dei piani di azione per
lo sviluppo dei sistemi informativi formulati dalle amministrazioni,
progetti di grande contenuto innovativo, di rilevanza strategica, di
preminente interesse nazionale, con particolare attenzione per i
progetti di carattere intersettoriale, nonche’ di finanziare progetti
del Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie con le medesime
caratteristiche;
il comma 2, che affida al Ministro, sentito il Comitato dei
ministri per la societa’ dell’informazione, il compito di individuare
i progetti di cui al comma 1 e che istituisce un Fondo iscritto in
una apposita unita’ previsionale di base dello stato di previsione
del Ministero dell’economia e delle finanze per il cofinanziamento
dei progetti di cui al comma 1;
il comma 4, che dispone che le risorse di cui all’art. 29, comma
7, lettera b), secondo periodo, della legge 28 dicembre 2001, n. 448,
destinate al finanziamento dei progetti innovativi nel settore
informatico, confluiscono nel Fondo di cui al comma 2 e a tal fine
vengono mantenute in bilancio per essere versate in entrata e
riassegnate al Fondo medesimo;
Visto il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 14
marzo 2003, registrato alla Corte dei conti il 28 marzo 2003,
registro n. 2, foglio n. 207, con il quale nell’ambito della UPB
4.2.3.28 «Fondo per l’innovazione tecnologica» e’ stato istituito il
cap. 7579 «Fondo di finanziamento per i progetti strategici nel
settore informatico»;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 19
settembre 2001, e le successive modifiche, che istituisce presso la
Presidenza del Consiglio dei Ministri il Comitato dei ministri per la
societa’ dell’informazione;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 7 maggio 2008,
con il quale l’on.le prof. Renato Brunetta e’ stato nominato Ministro
senza portafoglio;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8
maggio 2008, con il quale al predetto Ministro senza portafoglio e’
stato conferito l’incarico per la pubblica amministrazione e
l’innovazione;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 13
giugno 2008, recante delega di funzioni del Presidente del Consiglio
dei Ministri al Ministro senza portafoglio per la pubblica
amministrazione e l’innovazione, on.le prof. Renato Brunetta;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27
dicembre 2001, istitutivo del Dipartimento per l’innovazione e le
tecnologie;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23
luglio 2002 recante «Ordinamento delle strutture generali della
Presidenza del Consiglio dei Ministri» che all’art. 22 definisce le
funzioni e i compiti istituzionali del Dipartimento per l’innovazione
e le tecnologie;
Visto il decreto del Ministro per le riforme e le innovazioni nella
pubblica amministrazione in data 16 aprile 2007 concernente la
riorganizzazione del Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie,
che all’art. 1, comma 3, lettera c), individua tra le attribuzioni
del Dipartimento quella di assicurare le funzioni di segreteria del
Comitato dei ministri per la societa’ dell’informazione;
Visto il decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie del
28 maggio 2004, che assegna, tra gli altri, al Dipartimento per
l’innovazione e le tecnologie per il progetto «Sanita’ elettronica –
progetto prevenzione» la somma di € 15.000.000,00 e al progetto
«Scuola – Studio di fattibilita’» la somma di € 1.000.000,00 a
carico del fondo di cui all’art. 27 della citata legge n. 3/2003;
Visto il decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie del
24 febbraio 2005 che assegna, tra gli altri, al Dipartimento per
l’innovazione e le tecnologie per il progetto «Sanita’ elettronica –
diffusione della firma digitale» la somma di € 10.000.000,00 a
carico del medesimo fondo;
Visto il decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie del
22 luglio 2005, che assegna, tra gli altri al Dipartimento per
l’innovazione e le tecnologie per i progetti «PC alle famiglie», e
«Promozione dell’offerta tecnologica per la competitivita’ delle
imprese» le somme rispettivamente di € 10.000.000,00 e di €
2.000.000,00;
Visto il decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie del
10 gennaio 2006 che assegna, tra gli altri, al Dipartimento per
l’innovazione e le tecnologie € 8.000.000,00 per il progetto «Un
cappuccino per un PC» e € 500.000,00 per il «Progetto europeo
Flagship e-call»;
Vsito il decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie del
22 luglio 2005 che assegna, tra gli altri, al Dipartimento per la
funzione pubblica la somma di € 1.600.000,00 per la
realizzazione del progetto «Umanizzazione della p.a.»;
Visto il decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie, di
concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze del 3 agosto
2007, che assegna al Dipartimento della funzione pubblica la somma
di € 3.340.000 per la realizzazione del progetto «La PA che si
vede»;
Considerato che il parziale utilizzo delle assegnazioni per
l’attuazione dei progetti di cui ai punti che precedono evidenzia
l’opportunita’ di una riprogrammazione delle risorse finanziarie non
impegnate, tenendo conto delle nuove e diverse priorita’ individuate
dal Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione ai fini
di una piu’ efficace promozione e diffusione delle innovazioni
connesse all’uso delle tecnologie dell’informazione e della
comunicazione nelle pubbliche amministrazioni;
Verificato che sul cap. 7579 sussiste anche una disponibilita’
utilizzabile per il finanziamento di nuove iniziative di €
2.816.083,00;
Visto il verbale della seduta del 18 dicembre 2008 del Comitato dei
Ministri per la societa’ dell’informazione, che si e’ favorevolmente
espresso sulla proposta del Ministro per la pubblica amministrazione
e l’innovazione di finanziare, in coerenza con le priorita’ di cui al
punto che precede, le iniziative progettuali di cui all’allegato «A»
al presente decreto mediante l’utilizzo delle somme iscritte in conto
residui per l’anno 2008 nel citato cap. 7579 «Fondo di finanziamento
per i progetti strategici nel settore informatico» e mediante
l’utilizzo delle seguenti somme, gia’ assegnate al Dipartimento per
l’innovazione e le tecnologie per l’attuazione di specifici progetti,
non impegnate alla data del presente decreto:
€ 15.000.000,00 assegnati al progetto «Sanita’ elettronica –
progetto prevenzione» con decreto del 28 maggio 2004;
€ 1.000.000,00 assegnati al progetto «Scuola – Studio di
fattibilita’» con decreto del 28 maggio 2004;
€ 760.833,00 assegnati al progetto «Sanita’
elettronica-diffusione firma digitale» con decreto del 24 febbraio
2005;
€ 10.000.000,00 assegnati al progetto «PC alle famiglie» con
decreto del 22 luglio 2005;
€ 2.000.000,00 assegnati per il progetto «Promozione
dell’offerta tecnologica per la competitivita’ delle imprese» con
decreto del 22 luglio 2005;
€ 7.200.000 assegnati al progetto «Un cappuccino per un PC»
con decreto del 10 gennaio 2006;
€ 500.000 assegnati al «Progetto europeo Flagship e-call» con
decreto del 10 gennaio 2006;
Ritenuti i progetti di cui all’allegato «A» di grande contenuto
innovativo, di rilevanza strategica e di preminente interesse
nazionale e pertanto sostenibili con un finanziamento a valere sulle
dotazioni del Fondo di cui al citato art. 27, legge 16 gennaio 2003,
n. 3;
Ritenuto di affidare al Dipartimento per l’innovazione e le
tecnologie i compiti di attuazione dei progetti di cui al presente
decreto che potra’ stipulare, a tal fine, accordi con le
amministrazioni beneficiarie dei medesimi che prevedano anche un
cofinanziamento;
Ritenuto di affidare i compiti di indirizzo e monitoraggio
dell’attuazione dei progetti ad appositi Comitati tecnici composti da
membri pariteticamente designati dal Dipartimento per l’innovazione e
le tecnologie e dalle amministrazioni cofinanziatrici e/o
beneficiarie degli interventi;
Ritenuto infine di assegnare la somma di € 1.600.000,00,
originariamente assegnata con decreto del Ministro per l’innovazione
e le tecnologie del 22 luglio 2005 al Dipartimento per la funzione
pubblica per la realizzazione del progetto «Umanizzazione della PA»,
al medesimo Dipartimento per l’ampliamento del progetto «La P.A. che
si vede», gia’ finanziato con decreto del Ministro per l’innovazione
e le tecnologie, di concerto con il Ministro dell’economia e delle
finanze, del 3 agosto 2007;
Decreta:

Art. 1.

Utilizzo del «Fondo di finanziamento per i progetti strategici nel
settore informatico»

1. A sensi dell’art. 27, commi 1 e 2, primo periodo, della legge 16
gennaio 2003, n. 3, valutate le indicazioni espresse dal Comitato dei
Ministri per la societa’ dell’informazione nella seduta del 18
dicembre 2008, sono individuati nell’allegato «A» del presente
decreto i progetti di grande contenuto innovativo, di rilevanza
strategica e di preminente interesse nazionale per lo sviluppo dei
sistemi informativi e della societa’ dell’informazione da sostenere
con un finanziamento a valere sulle disponibilita’ del Fondo di cui
al comma 2.
2. Al finanziamento dei progetti di cui all’allegato, di costo pari
a € 39.276.916,00 si provvede quanto a € 2.816.083,00 a
valere sulla disponibilita’ in conto residui per l’anno 2008 del
Fondo di cui all’art. 27, comma 2, secondo periodo, della legge 16
gennaio 2003, n. 3, non ancora programmata e quanto a €
36.460.833,00 utilizzando le somme gia’ assegnate al Dipartimento per
l’innovazione e le tecnologie per l’attuazione dei seguenti progetti,
non impegnate alla data del presente decreto:
€ 15.000.000,00 assegnati al progetto «Sanita’ elettronica –
progetto prevenzione» con decreto del 28 maggio 2004;
€ 1.000.000,00 assegnati al progetto «Scuola – Studio di
fattibilita’» con decreto del 28 maggio 2004;
€ 760.833,00 quale residuo non impegnato sull’assegnazione al
progetto «Sanita’ elettronica-diffusione firma digitale» con decreto
del 24 febbraio 2005;
€ 10.000.000,00 assegnati al progetto «PC alle famiglie» con
decreto del 22 luglio 2005;
€ 2.000.000,00 assegnati per il progetto «Promozione
dell’offerta tecnologica per la competitivita’ delle imprese» con
decreto del 22 luglio 2005;
€ 7.200.000 quale residuo non impegnato sull’assegnazione al
progetto «Un cappuccino per un PC» con decreto del 10 gennaio 2006;
€ 500.000,00 assegnati al «Progetto europeo Flagship e-call»
con decreto del 10 gennaio 2006;
3. Ai sensi dell’art. 27, comma 5, della legge 16 gennaio 2003, n.
3, su proposta del Ministro per le riforme e le innovazioni nella
pubblica amministrazione, il Ministro dell’economia e delle finanze
apporta con propri decreti le variazioni di bilancio occorrenti ad
assicurare al Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie la
disponibilita’ in conto residui 2008 del Fondo di cui all’art. 27,
comma 2, secondo periodo, della legge 16 gennaio 2003, n. 3, non
ancora programmata, occorrente al finanziamento dei progetti.
4. La somma di € 1.600.000,00, originariamente assegnata con
decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie del 22 luglio
2005 al Dipartimento per la funzione pubblica per la realizzazione
del progetto «Umanizzazione della PA», e’ assegnata al medesimo
Dipartimento per l’ampliamento del progetto «La P.A. che si vede».

Art. 2.

Attuazione e monitoraggio dei progetti

1. All’attuazione dei progetti di cui all’art. 1, comma 1, provvede
il Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie. Per quanto
riguarda i progetti per i quali e’ individuata un’amministrazione
interessata, il Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie puo’
stipulare convenzioni e/o accordi ai sensi dell’art. 15 della legge 7
agosto 1990, n. 241, con le amministrazioni stesse, sulla base, ove
esistenti, dei protocolli d’intesa tra il Ministro per la pubblica
amministrazione e l’innovazione e il Ministro competente. Le
convenzioni o gli accordi determinano, tra l’altro, l’entita’ del
cofinanziamento eventualmente recato dalle amministrazioni
interessate.
2. Il Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie verifica
altresi’ la coerenza dell’attuazione dei progetti di cui al presente
decreto con gli indirizzi strategici del Ministro per la pubblica
amministrazione e l’innovazione e con le decisioni assunte dal
Comitato.
Il presente decreto sara’ trasmesso ai competenti organi di
controllo e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.

Roma, 18 dicembre 2008

Il Ministro : Brunetta

Registrato alla Corte dei conti il 2 febbraio 2009
Ministeri istituzionali – Presidenza del Consiglio dei Ministri,
registro n. 1, foglio n. 254

Allegato A

—-> Vedere Allegato a pag. 8 <----

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L’INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE – DECRETO 18 dicembre 2008

Edilone.it