PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE - DECRETO 27 aprile 2012 | Edilone.it

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE – DECRETO 27 aprile 2012

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE - DECRETO 27 aprile 2012 - Attuazione dell'articolo 11 del decreto-legge 28 aprile 2009 n. 39, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 giugno 2009, n. 77. (12A05532) (GU n. 111 del 14-5-2012 )

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE
CIVILE

DECRETO 27 aprile 2012

Attuazione dell’articolo 11 del decreto-legge 28 aprile 2009 n. 39,
convertito, con modificazioni, dalla legge 24 giugno 2009, n. 77.
(12A05532)

IL CAPO DEL DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE

Visto l’art. 5, comma 2, della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;
Visto l’art. 1, comma 1, del decreto-legge 28 aprile 2009 n. 39,
convertito, con modificazioni, dalla legge 24 giugno 2009, n. 77 e,
in particolare, l’art. 11, con il quale viene istituito un Fondo per
la prevenzione del rischio sismico;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del 29
febbraio 2012 n. 4007 che ha disciplinato i contributi per gli
interventi di prevenzione del rischio sismico, previsti dal citato
art. 11 del decreto-legge 28 aprile 2009 n. 39, convertito, con
modificazioni, dalla legge 24 giugno 2009, n. 77, e, in particolare,
l’art. 1 comma 3 che prevede che gli aspetti di maggior dettaglio
concernenti le procedure, la modulistica e gli strumenti informatici
necessari alla gestione degli interventi previsti nella citata
ordinanza possono essere specificati in appositi decreti del Capo del
Dipartimento della Protezione Civile;
Visto il verbale del 21 dicembre 2011 della Commissione Tecnica di
cui all’art. 5, commi 7 e 8 della O.P.C.M. del 13 novembre 2012 n.
3907, nel quale si approvano gli standard per l’analisi della
Condizione Limite per l’Emergenza dell’insediamento urbano (CLE) e
relative schede di rilevamento dati;
Visto il verbale della Commissione speciale di protezione civile,
Sottocommissione”Attuazione normativa sismica” della Conferenza delle
Regioni e delle province Autonome nel quale i rappresentanti delle
Regioni e delle Province Autonome concordano nel ritenere opportuno
l’inserimento del logo della Conferenza stessa nella modulistica
approvata dalla Commissione Tecnica di cui all’art. 5, commi 7 e 8
della O.P.C.M. del 13 novembre 2010 n. 3907;
Ritenuto necessario adempiere a quanto stabilito nell’art. 18
dell’ordinanza citata riguardo all’analisi della Condizione Limite
per l’Emergenza dell’insediamento urbano (CLE), da effettuarsi
nell’ambito degli studi di microzonazione sismica ed utilizzando la
modulistica predisposta dalla Commissione Tecnica di cui all’art. 5
commi 7 e 8 dell’ordinanza n. 3907/2010;
Tenuto conto che per migliorare la gestione delle attivita’ di
emergenza nella fase immediatamente successiva al terremoto e’
opportuno fornire a tutte le Regioni che riterranno di aderire
all’analisi della Condizione Limite dell’Emergenza standard di
archiviazione comuni, al fine di dare tempestiva attuazione alle
concrete iniziative di riduzione del rischio sismico e che tali
standard potranno essere modificati o integrati da parte della
Commissione Tecnica di cui all’art. 5 commi 7 e 8 dell’ordinanza n.
3907/2010;

Decreta:

Articolo unico

1. E’ approvata la modulistica per l’analisi della Condizione
Limite per l’Emergenza (CLE) dell’insediamento urbano, di cui
all’art. 18 dell’OPCM del 29 febbraio 2012 n. 4007, riportata in
allegato 1 con le relative istruzioni, approvata dalla Commissione
Tecnica di cui all’art. 5, commi 7 e 8 dell’O.P.C.M. del 13 novemvre
2010 n. 3907.
2. La modulistica e’ composta dalla scheda dell’indice e dai
seguenti modelli:
ES – edifici strategici che garantiscono le funzioni strategiche
per l’emergenza;
AE – aree che garantiscono le funzioni strategiche per
l’emergenza;
AC – infrastrutture di accessibilita’ e di connessione con il
contesto territoriale;
AS – aggregati strutturali che possono interferire con le
infrastrutture di accessibilita’ e di connessione con il contesto
territoriale;
US – unita’ strutturali interne agli aggregati strutturali di cui
sopra.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica Italiana.
Roma, 27 aprile 2012

Il Capo del dipartimento: Gabrielli

Parte di provvedimento in formato grafico

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE – DECRETO 27 aprile 2012

Edilone.it