PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA | Edilone.it

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA - COMUNICATO: Premio qualita' delle Amministrazioni pubbliche (GU n. 110 del 13-5-2005)

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

COMUNICATO

Premio qualita’ delle Amministrazioni pubbliche

Che cos’e’ il «Premio qualita’ delle Amministrazioni pubbliche».
E’ un’iniziativa promossa dal Dipartimento della funzione
pubblica in collaborazione con il Formez, Confindustria, l’APQI
(Associazione premio qualita’ Italia) e il CNCU (Consiglio nazionale
consumatori e utenti), finalizzata a riconoscere e valorizzare nelle
organizzazioni pubbliche italiane l’adozione di modalita’ di gestione
che mirano all’eccellenza, attraverso la pratica sistematica
dell’autovalutazione e del miglioramento pianificato e continuo.
Tale iniziativa rappresenta la fase finale del progetto «Percorsi
di qualita», promosso dal Dipartimento della funzione pubblica e
curato dal Formez, destinato alle pubbliche Amministrazioni allo
scopo di diffondere e sostenere una nuova cultura manageriale
orientata alla qualita’ e all’efficienza e di favorire l’utilizzo
nelle Amministrazioni pubbliche italiane del CAF (Common Assessment
Framework) come strumento di autovalutazione e come modello di Total
Quality Management per il miglioramento organizzativo.
Perche’ partecipare.
Partecipare all’iniziativa e’ un’opportunita’:
per tutte le Amministrazioni, di elaborare una presentazione
della propria organizzazione in termini di missione, attivita’ e
risultati ottenuti utilizzabile anche ai fini della comunicazione
istituzionale e allo scopo di diffondere nell’organizzazione, a
partire dal top management, la consapevolezza e la conoscenza delle
caratteristiche necessarie per migliorare la qualita’ della gestione;
per le Amministrazioni selezionate, di applicare il CAF e,
inserendo i risultati ottenuti nel sito dell’Istituto europeo per le
pubbliche Amministrazioni (EIPA), ricevere un report con il loro
posizionamento rispetto alla media dei risultati ottenuti dalle altre
Amministrazioni a livello europeo;
per le Amministrazioni finaliste, di ottenere una valutazione
rigorosa delle performance della propria organizzazione da parte di
valutatori esterni qualificati;
per le Amministrazioni premiate, di riconoscimento e
partecipazione ad azioni di diffusione e di valorizzazione.
Chi puo’ partecipare.
Possono candidarsi al Premio le Amministrazioni pubbliche,
appartenenti alle categorie sotto indicate, che abbiano gia’
realizzato percorsi basati sui principi e le metodiche del
miglioramento continuo (Total Quality Management):
1) Amministrazioni centrali e periferiche dello Stato;
2) Aziende sanitarie, Aziende ospedaliere ed altre
Amministrazioni pubbliche che operano nel campo sanitario;
3) Comuni, Unioni di comuni, Comunita’ montane e altre forme
associative comunali(1);
4) Istituzioni scolastiche;
5) Regioni, Province e Citta’ metropolitane;
6) Universita’;
7) Enti pubblici non economici e Camere di commercio, industria
e artigianato.
Le Amministrazioni possono candidarsi, concorrendo al premio in
una delle sette categorie previste, alternativamente o come
amministrazione nel suo complesso o con una propria articolazione
organizzativa. In questo secondo caso, e’ presupposto necessario che
a tale articolazione organizzativa sia attribuita l’intera gamma di
responsabilita’ coperte dal modello CAF (vedi punto successivo).
Le Amministrazioni sono ammesse a partecipare con un’unica
domanda di candidatura, ad eccezione delle amministrazioni centrali,
che possono candidare contemporaneamente piu’ unita’ periferiche
secondo i rispettivi ambiti di competenza ( Es. i Tribunali, gli
Ispettorati del lavoro, ecc.).
Come sono selezionate le Amministrazioni vincitrici.
La procedura di selezione e valutazione avviene in tre fasi:
1) Verifica di ammissibilita’. E’ effettuata a cura del Formez
sulla base dei requisiti richiesti e della valutazione della domanda
di candidatura;
2) Selezione delle Amministrazioni finaliste. Le
Amministrazioni ammesse dovranno predisporre e presentare il
documento di partecipazione consistente in un rapporto di
autovalutazione basato sul CAF. La valutazione di tale documento
sara’ effettuata da un team di valutatori nominati dal Formez che
individueranno un massimo di quaranta Amministrazioni finaliste;
3) Valutazione finale. Le Amministrazioni finaliste saranno
oggetto in questa fase di una visita da parte di un team di
valutatori qualificati dall’Associazione Premio Qualita’ Italia
(APQI). Il risultato della valutazione complessiva sara’ riportato in
uno specifico rapporto che verra’ consegnato alle Amministrazioni e
al Comitato di premiazione (vedi punto successivo).
La valutazione, nelle diverse fasi, riguardera’ l’intera gamma di
responsabilita’ corrispondenti alle dimensioni coperte dal CAF,
ovvero: leadership, strategie e pianificazione, gestione delle
risorse umane, partnership e risorse, gestione dei processi e del
cambiamento, risultati relativi al personale, risultati relativi al
cliente/cittadino, risultati relativi all’impatto sulla societa’,
risultati delle performance chiave.
Il CAF e’ consultabile e scaricabile dal sito www.formez.it
Premiazione e valorizzazione.
Le Amministrazioni vincitrici saranno individuate, a partire
dalla rosa delle finaliste determinata attraverso le fasi di
selezione e valutazione, da parte di un Comitato di premiazione
nominato dal Ministro per la funzione pubblica.
E’ prevista l’assegnazione di due premi per ciascuna delle sette
categorie di amministrazioni partecipanti (vedi punto: chi puo’
partecipare). Nel caso di premi non assegnati sara’ possibile
aumentare i premi delle altre categorie.
E’ prevista una menzione speciale per l’amministrazione che
otterra’ il punteggio piu’ elevato. Inoltre potranno essere assegnate
da CNCU e Confindustria menzioni speciali per esperienze di
miglioramento particolarmente significative riguardanti la relazione
con i cittadini e con le imprese.
(1) Sono escluse le Aziende speciali e le Societa’ di capitali a
partecipazione pubblica.
Come partecipare.
Per candidarsi e’ necessario compilare la domanda di candidatura
allegata al presente bando, sottoscritta dall’organo dirigenziale di
vertice dell’Amministrazione con poteri di firma.
Sono entrambi disponibili sul sito internet www.formez.it
Le domande di candidatura dovranno pervenire entro l’11 luglio
2005, esclusivamente a mezzo fax o consegnate a mano, al seguente
indirizzo: Premio Qualita’ PPAA – Formez – Via Campi Flegrei, 34 –
80072 Arco Felice (Napoli), presso l’Ufficio protocollo dal lunedi’
al venerdi’, dalle 9.30 alle 13, numeri fax: 081/5250485; 081/5250294
specificando nell’intestazione «Premio Qualita’ PPAA».
L’elenco delle candidature pervenute sara’ pubblicato sul sito
www.formez.it entro il 15 luglio 2005.
Le Amministrazioni che saranno ammesse alle fasi successive del
processo di selezione riceveranno una comunicazione al riguardo e lo
schema del documento di partecipazione, con relativa guida alla
compilazione entro il 15 settembre 2005.
Il documento di partecipazione dovra’ pervenire su supporto
elettronico, in versione PDF, entro il 12 dicembre 2005
all’indirizzo: caf@formez.it
Se serve aiuto.
Per informazioni ed assistenza nella formulazione delle
candidature e’ possibile rivolgersi al Formez ai seguenti recapiti:
tel: 081/5250313-408-466, dal lunedi’ al venerdi’, dalle 9.30
alle 13;
fax: 081/5250485, specificando nell’intestazione «Premio
Qualita’ PPAA»;
posta elettronica: caf@formez.it
Informativa ex articolo 13 del decreto legislativo n. 196/2003.
Ai sensi dell’art. 13 del decreto legislativo n. 196/2003 il
Formez Centro di formazione studi, Titolare del trattamento, informa
che i dati di ciascun partecipante saranno utilizzati, per la
partecipazione al presente bando e per la relativa selezione. Il
trattamento e’ effettuato con l’ausilio di procedure anche
informatizzate, nei modi e nei limiti necessari per perseguire le
predette finalita’, anche per eventuali comunicazioni a terzi. Il
conferimento di tali dati e’ necessario per valutare i requisiti di
partecipazione e la loro mancata indicazione puo’ precludere tale
valutazione. In Formez potranno venire a conoscenza dei dati
personali dei partecipanti i Responsabili e gli incaricati che
operano all’interno delle direzioni cui e’ funzionalmente attribuito
il perseguimento delle finalita’ sopra riportate. Responsabile del
trattamento e’ il responsabile del Centro di competenza del Formez
nell’ambito del quale e’ gestito il progetto di cui al presente
bando. L’elenco aggiornato degli altri Responsabili potra’ essere
visionato presso l’Ufficio del responsabile del Servizio
amministrazione del personale.
I candidati possono esercitare i diritti previsti all’art. 7 del
decreto legislativo n. 196/2003 che prevede, tra gli altri, quello di
ottenere la cancellazione, la rettifica, l’aggiornamento dei dati,
rivolgendosi al titolare del trattamento: Formez – Centro di
formazione studi, in via Salaria 229 – 00199 Roma.

—-> Vedere Allegato da pag. 30 a pag. 32 della G.U. in formato zip/pdf

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

Edilone.it