Ordinanza 08/05/2002 | Edilone.it

Ordinanza 08/05/2002

Ordinanza 08/05/2002 n. 289 - Regione Sardegna - Ordinanza Ministero dell'interno delegato per il coordinamento della protezione civile - n. 3196 del 12 aprile 2002. Predisposizione proposta di Piano d'ambito - Individuazione service esterno. Gazzetta Ufficiale 26/06/2002 n. 148

Ordinanza 08/05/2002 n. 289
Regione Sardegna – Ordinanza Ministero dell’interno delegato per il
coordinamento della protezione civile – n. 3196 del 12 aprile 2002.
Predisposizione proposta di Piano d’ambito – Individuazione service
esterno.
Gazzetta Ufficiale 26/06/2002 n. 148

IL COMMISSARIO GOVERNATIVO
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 2409
in data 28 giugno 1995 con la quale il presidente della giunta
regionale e’ stato nominato, ai sensi dell’art. 5 della legge
24 febbraio 1992, n. 225, commissario governativo per l’emergenza
idrica in Sardegna;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 2424
in data 24 febbraio 1996, con la quale sono state apportate modifiche
ed integrazioni alla predetta ordinanza n. 2409/95;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del
13 dicembre 2001 con il quale e’ stato prorogato, per ultimo, lo
stato di emergenza idrica in Sardegna fino alla data del 31 dicembre
2003;
Vista l’ordinanza del Ministro dell’interno – Delegato per la
protezione civile n. 3196/2002, n. 3196 del 12 aprile 2002, articoli
13 e 14;
Atteso che la suddetta ordinanza ministeriale n. 3196 stabilisce,
all’art. 13, che il commissario governativo provveda, entro il
31 dicembre 2002, nell’eventualita’ in cui non vi provvedano gli
organi istituzionalmente e ordinariamente competenti, alla
costituzione dell’Autorita’ d’ambito ed all’approvazione del Piano
d’ambito di cui all’art. 11 della legge 5 gennaio 1994, n. 36;
Atteso che per l’espletamento delle suddette attivita’ la
sopracitata ordinanza ministeriale n. 3196/02 prevede che il
commissario governativo possa avvalersi, ove ritenuto necessario a
ragione della ricorrente somma urgenza, di societa’ speciali a totale
capitale pubblico ed enti pubblici nazionali e regionali;
Atteso che con ordinanza commissariale n. 286 del 2 maggio 2002, e’
stato disposto:
le strutture regionali impegnate nello svolgimento delle
attivita’ di predisposizione del Piano d’ambito vengono individuate
quali strutture a supporto delle funzioni del commissario governativo
ai sensi dell’ordinanza ministeriale 3196/2002 sopracitata;
gli oneri per lo svolgimento delle attivita’ volte alla
predisposizione della proposta di Piano d’ambito vengono quantificati
in Euro 651.768,51 a valere sui fondi di cui titolo 12.07.00, punto
d) del programma di intervento per gli anni 1998-1999 di cui alla
legge n. 402/1994. Tali risorse sono destinate alle attivita’ volte
alla predisposizione della proposta di Piano d’ambito; ai sensi
dell’art. 6, comma 1, dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei
Ministri n. 2409 del 28 giugno 1995, e d’intesa con gli assessori
della programmazione, della difesa dell’ambiente e dei lavori
pubblici;
Atteso che la giunta regionale con deliberazione n. 14/13 del
7 maggio 2002 ha dato incarico agli enti regionali E.A.F. ed E.S.A.F.
di provvedere allo svolgimento delle attivita’ ricognitive e
preparatorie per la predisposizione della proposta di Piano, ed ha
altresi’ disposto che la redazione della proposta di Piano d’ambito
venga affidata ad un service esterno;
Atteso che la sopracitata deliberazione della giunta regionale n.
14/13 ha disposto che le attivita’ a cura dei sopracitati enti
regionali E.A.F. ed E.S.AF. vengano concluse entro la data del
30 giugno 2002 e che, entro la data del 31 maggio 2002 venga
individuato il service che dovra’ predisporre la proposta di Piano
d’ambito improrogabilmente entro la data del 20 settembre 2002;
Atteso che in riferimento all’individuazione del service la
sopracitata deliberazione della giunta regionale n. 14/13 prevede,
analogamente a quanto previsto dall’ordinanza ministeriale n.
3196/2002, che in ragione dell’urgenza si possa far ricorso anche a
societa’ a totale capitale pubblico;
Atteso che la societa’ Sogesid S.p.a., con nota prot. n. 1977
dell’8 maggio 2002, ha confermato di essere disponibile a fornire
l’assistenza necessaria per la predisposizione del Piano d’ambito; ed
ha evidenziato:
di essere una societa’ per azioni a totale capitale pubblico,
costituita ai sensi dell’art. 10 del decreto legislativo 3 aprile
1993, n. 96;
di poter svolgere la suddetta attivita’ in quanto compresa fra i
compiti ad essa assegnati dall’art. 10 della legge n. 341/1995;
di aver gia’ portato a compimento le attivita’ di redazione di
Piano d’ambito, che sono stati approvati, per gli ambiti territoriali
ottimali n. 3 “Samese Vesuviano” della regione Campania e n. 5
“Reggio Calabria” della regione Calabria e di avere in corso di
predisposizione Piani d’ambito in altre regioni;
di poter provvedere alla predisposizione del Piano utilizzando le
risorse trasferite a carico del fondo di cui all’art. 19 del decreto
legislativo 3 aprile 1993, n. 96;
Attesa la necessita’ di provvedere con la massima urgenza
all’individuazione della societa’ di service esterno al fine di poter
garantire il rispetto della tempistica stabilita dalla sopracitata
deliberazione di giunta;
Ordina:
1. Ad integrazione dell’ordinanza commissariale n. 286 del 2 maggio
2002, le strutture regionali a supporto delle funzioni del
commissario governativo sono quelle individuate dalla deliberazione
della giunta regionale n. 14/13 del 7 maggio 2002.
2. Gli enti regionali E.A.F. ed E.S.A.F., nelle more della stipula
delle convenzioni previste dalla suddetta deliberazione della giunta
regionale n. 14/13 del 7 maggio 2002, e del trasferimento dei fondi
assegnati, provvederanno all’avvio immediato delle attivita’, che
dovranno essere concluse entro il 30 giugno 2002, disponendo altresi’
le eventuali anticipazioni finanziarie; forniranno, inoltre, la
necessaria collaborazione al service esterno.
3. La societa’ Sogesid S.p.a., societa’ per azioni a totale
capitale pubblico, e’ incaricata di predisporre la “Proposta di Piano
d’ambito” entro e non oltre il 20 settembre 2002, secondo il
disciplinare di incarico, predisposto dalla societa’ Hydrocontrol.
Conformemente al disposto di cui alla succitata deliberazione,
l’assessore regionale della programmazione provvedera’ agli atti
necessari alla formalizzazione.
Cagliari, 28 maggio 2002
Il commissario governativo: Pili

Ordinanza 08/05/2002

Edilone.it