Ordinanza 08/05/2002 | Edilone.it

Ordinanza 08/05/2002

Ordinanza 08/05/2002 n. 3205 - Revoca della somma di euro 12.416,17 di cui all'ordinanza n. 2480 del 19 novembre 1996, recante interventi urgenti diretti a fronteggiare i danni conseguenti agli eventi alluvionali dei giorni 4, 5, 6, 7 e 8 ottobre 1996 che hanno colpito le province di Teramo, Potenza, Matera, Lecce, Pesaro-Urbino, e dei giorni 8, 9, 14 e 15 ottobre 1996 che hanno colpito la provincia di Brindisi. Gazzetta Ufficiale 15/05/2002 n. 112

Revoca della somma di euro 12.416,17 di cui all’ordinanza n. 2480 del
19 novembre 1996, recante interventi urgenti diretti a fronteggiare i
danni conseguenti agli eventi alluvionali dei giorni 4, 5, 6, 7 e 8
ottobre 1996 che hanno colpito le province di Teramo, Potenza, Matera,
Lecce, Pesaro-Urbino, e dei giorni 8, 9, 14 e 15 ottobre 1996 che
hanno colpito la provincia di Brindisi.
Gazzetta Ufficiale 15/05/2002
n. 112

IL MINISTRO DELL’INTERNO
delegato per il coordinamento
della
protezione civile
Vista la legge 24 febbraio 1992, n. 225, recante
l’istituzione del
Servizio nazionale della protezione civile;
Visto il
decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
21 settembre
2001, con il quale al Ministro dell’interno e’ stata
attribuita la
delega per la protezione civile;
Visto l’art. 8 del decreto-legge 12
novembre 1996, n. 576,
convertito, con modificazioni, dalla legge 31
dicembre 1996, n. 677,
che prevede la revoca delle somme assegnate ad
enti e dagli stessi
non utilizzate in tutto o in parte, entro diciotto
mesi a decorrere
dalla data del provvedimento di assegnazione dei
finanziamenti;
Visto l’art. 23-sexies, comma 2, del decreto-legge 30
gennaio 1998,
n. 6, convertito, con modificazioni, dalla legge 30
marzo 1998, n.
61, che prevede la rendicontazione delle somme
effettivamente spese
da parte degli enti, al fine di verificare lo
stato di attuazione
degli interventi finanziati con decreti o
ordinanze del Ministro per
il coordinamento della protezione
civile;
Visto il decreto-legge del 7 settembre 2001, n. 343,
convertito,
con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401,
recante
disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo
delle
strutture preposte alle attivita’ di protezione civile;
Vista
l’ordinanza del Ministro per il coordinamento della
protezione civile
n. 2480 del 19 novembre 1996, con la quale, agli
articoli 2, 4 e 5, e’
stato disposto il finanziamento complessivo di
L. 4.110.000.000 (Euro
2.122.637,85) a favore della regione Marche
per la provincia di
Pesaro-Urbino;
Vista la nota n. 2516 del 7 maggio 2001 con la quale la
regione
Marche comunica lo stato di attuazione degli interventi da
cui
risulta una economia di bilancio di L. 24.04l.065 (Euro
12.416,17);
Considerato che tale somma risulta completamente erogata
alla
regione Marche;
Su proposta del capo del Dipartimento della
protezione civile;
Dispone:
Art. 1.
1. Per le motivazioni indicate in
premessa, e’ revocata la somma di
Euro 12.416,17 assegnata alla
regione Marche, con l’ordinanza n. 2480
del 19 novembre 1996.
2. La
somma di cui al comma 1 dovra’ essere versata dalla regione
Marche,
sul conto corrente infruttifero n. 22330 aperto presso la
Tesoreria
centrale dello Stato, mediante versamento al conto corrente
postale n.
31617004 intestato alla Tesoreria centrale dello Stato,
riportando
nello apposito spazio per la causale la seguente dicitura
“Somma da
accreditare sul conto corrente n. 22330 intestato alla
Presidenza del
Consiglio dei Ministri – Dipartimento della protezione
civile per
l’applicazione dell’art. 6-bis del decreto-legge n.
343/2001”.
La
presente ordinanza sara’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della
Repubblica italiana.
Roma, 8 maggio 2002
Il Ministro: Scajola

Ordinanza 08/05/2002

Edilone.it