MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI | Edilone.it

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI - COMUNICATO: Comunicato relativo al decreto interministeriale 3 dicembre 2002, recante "Approvazione delle modifiche dello statuto della Societa' italiana degli autori ed editori (SIAE)". (GU n. 2 del 3-1-2003)

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

COMUNICATO

Comunicato relativo al decreto interministeriale 3 dicembre 2002,
recante “Approvazione delle modifiche dello statuto della Societa’
italiana degli autori ed editori (SIAE)”.

E’ ripubblicato il testo dello statuto della societa’ italiana
degli autori ed editori (SIAE) – approvato con decreto 4 giugno 2001
– con evidenziate in grassetto le modificazioni apportate allo
statuto medesimo ed approvate con il decreto interministeriale 3
dicembre 2002 indicato in epigrafe, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 297 del 19 dicembre 2002.
STATUTO DELLA SOCIETA’ ITALIANA AUTORI ED EDITORI
Art. 1.
Struttura e funzioni
1. La Societa’ Italiana Autori ed Editori e’ ente pubblico a base
associativa con sede in Roma.
2. Essa svolge le seguenti funzioni:
a) esercita l’attivita’ di intermediazione, comunque attuata
sotto ogni forma diretta o indiretta di intervento, mediazione,
mandato di autori o loro eredi, rappresentanza ed anche cessione per
l’esercizio dei diritti di rappresentazione, di esecuzione, di
recitazione, di riproduzione e di radiodiffusione, ivi compresa la
comunicazione attuata attraverso ogni mezzo tecnico delle opere
tutelate;
b) cura la tenuta dei registri di cui all’art. 103 della legge
22 aprile 1941 n. 633;
c) assicura la migliore tutela dei diritti di cui alla lettera
a) nell’ambito della societa’ dell’informazione, nonche’ la
protezione e lo sviluppo delle opere dell’ingegno;
d) gestisce i servizi di accertamento e riscossione di imposte,
contributi e diritti, anche in base a convenzioni con pubbliche
amministrazioni, regioni, enti locali e altri enti pubblici o
privati;
e) svolge gli altri compiti attribuiti dalle leggi;
f) svolge le attivita’ strumentali e sussidiarie a quelle qui
indicate;
g) assicura la distinzione tra la gestione relativa alla tutela
del diritto di autore e dei diritti connessi, questi ultimi nei
limiti dell’art. 180 bis della legge 22 aprile 1941, n. 633, e la
gestione relativa agli ulteriori servizi, attuando la separazione
contabile tra le due distinte gestioni, per ciascuna delle quali deve
essere perseguito l’equilibrio finanziario;
h) assicura una ripartizione dei proventi dei diritti d’autore
tra gli aventi diritto anche secondo l’effettivo contributo di
ciascuno alla loro formazione e l’applicazione di quote di spettanza
sui compensi di cui all’art. 18 lett. b) anche tenendo conto delle
condizioni mediamente praticate in ambito comunitario.

Art. 2.
Base associativa
1. Sono associati le persone fisiche e giuridiche italiane,
titolari di diritti tutelabili in quanto autori, editori,
concessionari di diritti di rappresentazione, produttori o
concessionari di opere cinematografiche e tutte le altre persone
fisiche e giuridiche dei paesi membri della UE che siano titolari di
diritti d’autore e che facciano domanda di iscrizione, a condizioni
di reciprocita’ per quanto concerne le iscrizioni presso le societa’
consorelle.
2. I cittadini dei paesi non membri della UE titolari di diritti
d’autore, gli eredi o aventi causa dei titolari di diritti d’autore,
nonche’ i titolari di diritti d’autore che non intendano instaurare
il rapporto associativo, possono esclusivamente conferire mandato
alla SIAE e sono esclusi dal rapporto associativo. La SIAE assicura
ai titolari di diritti connessi che abbiano conferito mandato
individuale alla societa’ forme di rappresentanza, con esclusione del
diritto di associazione.
3. La qualita’ di associato si acquisisce a domanda, previa
verifica da parte della Societa’ della documentazione richiesta dalla
Societa’ stessa per attestare l’appartenenza alla categoria per la
quale si richiede l’associazione.
4. Il rapporto associativo ha durata di quattro anni a decorrere
dal riconoscimento della qualita’ di associato, e’ tacitamente
rinnovabile di quadriennio in quadriennio e si interrompe per:
a) perdita del requisito della cittadinanza o della
nazionalita’ previsti al comma 1;
b) dimissioni, da presentare almeno sei mesi prima della
scadenza del quadriennio;
c) radiazione;
d) morte;
e) cessazione dell’attivita’ se trattasi di persona giuridica;
f) cessazione della durata dei diritti affidati alla societa’
quando questa sia inferiore ai quattro anni;
g) decadenza, per mancato pagamento del contributo annuo
associativo per la durata di due anni consecutivi.
5. L’associato gode dei diritti ed e’ tenuto al rispetto degli
obblighi previsti dalle norme del presente statuto e dei regolamenti,
ovvero adottate dai competenti organi sociali.
All’associato che contravvenga a disposizioni statutarie e/o
regolamentari sono inflitte le sanzioni previste dal regolamento
generale.
In caso di comportamenti di particolare gravita’ che rendano
incompatibili i rapporti dell’associato con la Societa’, l’Assemblea
puo’ deliberare la radiazione dell’associato.

Art. 3.
Organizzazione
1. Sono organi deliberativi della Societa’:
a) l’assemblea;
b) il consiglio di amministrazione;
c) il presidente.
2. Sono organi consultivi della Societa’ le commissioni di
sezione.
3. Sono organi di controllo della Societa’:
a) il collegio dei revisori;
b) l’ufficio di controllo interno.

Art. 4.
Composizione dell’assemblea
1. L’assemblea e’ composta di 64 membri, eletti ogni quattro anni
dagli associati in modo da assicurare la rappresentanza di autori ed
editori nelle seguenti proporzioni: 16 autori e 16 editori della
musica; 4 autori e 4 produttori di film e di opere assimilate; 6
autori, 2 editori e 2 concessionari e cessionari del dramma e della
prosa, della rivista e della commedia musicale, dell’operetta e delle
opere radiotelevisive; 2 autori e 4 editori di opere liriche, di
balletti, oratori e opere analoghe; 4 autori e 4 editori di opere
letterarie, multimediali e delle arti plastiche e figurative.
2. L’elezione si svolge su base provinciale. In ogni provincia e’
costituito un seggio. Il voto per corrispondenza e’ ammesso nel caso
di invalidita’ con certificazione dello stato e della firma.
3. Un regolamento, deliberato dall’assemblea con la maggioranza
qualificata dei due terzi ed approvato dall’Autorita’ vigilante,
stabilisce le procedure per la formazione delle liste elettorali e
per la costituzione dei seggi, per lo svolgimento delle elezioni e
per lo scrutinio, in modo da assicurare una effettiva rappresentanza
della minoranza nell’assemblea nei termini che verranno stabiliti dal
regolamento elettorale.
4. Il regolamento dovra’ consentire un’effettiva rappresentanza
delle varie sezioni in Assemblea. Ai fini elettorali, gli associati
sono separati in due categorie, quella degli autori e quella degli
editori, produttori e/o assimilati. Per la formazione delle liste
elettorali dovranno essere determinate fasce reddituali che potranno
essere diverse per ogni singola sezione e nelle quali saranno
ripartiti gli elettori ed i candidati di ogni singola sezione.
5. Sono ammessi a votare tutti gli associati in regola con il
pagamento dei contributi associativi. Per potersi candidare e’
altresi’ richiesta una anzianita’ minima di quattro anni nel rapporto
associativo. L’elettorato attivo e’ esercitabile in relazione ad
ognuna delle diverse categorie e sezioni per le quali una stessa
persona risulti associato. L’elettorato passivo e’ riconosciuto, ove
spettante, in relazione ad una unica categoria e sezione, anche se
una stessa persona risulti associato per piu’ categorie o piu’
sezioni.

Art. 5.
Compiti dell’assemblea
1. L’assemblea:
a) designa, con la maggioranza qualificata dei due terzi dei
componenti nelle prime due votazioni e a maggioranza assoluta dalla
terza votazione, il presidente e i membri ad essa assegnati del
consiglio di amministrazione;
b) elegge i membri delle commissioni consultive di sezione;
c) elegge quattro componenti effettivi ed uno supplente del
collegio dei revisori;
d) definisce gli indirizzi e vigila sul funzionamento della
Societa’;
e) approva e modifica, con la maggioranza qualificata dei due
terzi dei componenti, lo statuto, il regolamento generale, il
regolamento elettorale, il regolamento per il Fondo di solidarieta’;
f) delibera i provvedimenti di radiazione;
g) approva annualmente il bilancio preventivo e il conto
consuntivo.
2. L’elezione di cui alla lettera b) del comma precedente avviene
con votazioni separate. Nell’assemblea i delegati che sono
l’espressione di ogni singola sezione designano i membri delle
rispettive Commissioni. Il numero dei componenti delle stesse verra’
stabilito dal regolamento generale.

Art. 6.
Composizione del consiglio di amministrazione
1. Il consiglio di amministrazione e’ composto, oltre che dal
presidente, da 8 membri, 5 dei quali sono designati ogni quattro anni
dall’assemblea, in modo che siano adeguatamente rappresentati autori
ed editori o assimilati e 3 membri nominati ogni 4 anni ai sensi
dell’art. 13 comma 1 lett. b) del decreto legislativo 29 ottobre 1999
n. 419.
La carica di consigliere e’ incompatibile con quelle di membro
dell’assemblea …

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

Edilone.it