MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI | Edilone.it

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI - DECRETO 31 dicembre 2004: Conferimento di delega delle funzioni, ai sensi dei commi 5 e 6 dell'articolo 20 del decreto del Presidente della Repubblica 10 giugno 2004, n. 173. (GU n. 55 del 8-3-2005)

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

DECRETO 31 dicembre 2004

Conferimento di delega delle funzioni, ai sensi dei commi 5 e 6
dell’articolo 20 del decreto del Presidente della Repubblica 10
giugno 2004, n. 173.

IL DIRETTORE REGIONALE
per i beni culturali e paesaggistici dell’Umbria
Visto il decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, recante
«Codice dei beni culturali e del paesaggio»;
Visto il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, come
modificato dal decreto legislativo 8 gennaio 2004, n. 3, concernente
«Riorganizzazione del Ministero per i beni e le attivita’ culturali
ai sensi dell’art. 1 della legge 6 luglio 2002, n. 137»;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 e successive
modificazioni, concernente «Riforma dell’organizzazione del Governo a
norma dell’art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59»;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive
modificazioni, recante «Norme generale sull’ordinamento del lavoro
alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 10 giugno 2004, n.
173, concernente il «Regolamento di organizzazione del Ministero per
i beni e le attivita’ culturali»;
Visto il decreto del Ministro per i beni e le attivita’ culturali
in data 2 agosto 2004;
Visto il decreto del Ministro per i beni e le attivita’ culturali
in data 24 settembre 2004;
Vista la nota del Gabinetto del Ministro per i beni e le attivita’
culturali, prot. 14630 del 6 agosto 2004, con la quale si comunica
che con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
5 agosto 2004 e’ stato conferito all’arch. Costantino Centroni
l’incarico di funzione dirigenziale generale di direttore regionale
per i beni culturali e paesaggistici dell’Umbria;
Rilevato che l’art. 20 del citato decreto del Presidente della
Repubblica n. 173 del 2004, individuando le funzioni ed i compiti
delle Direzioni regionali per i beni culturali e paesaggistici, al
comma 5 dispone che siano di norma delegate ai titolari delle
soprintendenze di settore comprese nella direzione regionale, le
funzioni di cui al comma 4, lettere c), g) e h), mentre al comma 6
da’ facolta’ al direttore regionale di delegare una o piu’ delle
altre funzioni allo stesso attribuite dal regolamento;
Ritenuto di dover procedere alla formalizzazione della delega delle
funzioni richiamate al comma 5, nonche’ di alcune delle altre
funzioni di cui al comma 4 dell’art. 20 del citato decreto del
Presidente della Repubblica n. 173 del 2004.
Decreta:
Art. 1.
Ai titolari delle soprintendenze di settore, ciascuna per le
attribuzioni di competenza, e’ conferita delega all’adozione dei
provvedimenti relativi alle seguenti funzioni di cui al comma 4,
lettere c), g) e h) dell’art. 20 del decreto del Presidente della
Repubblica 10 giugno 2004, n. 173:
1. autorizzazione all’esecuzione di opere e lavori di qualunque
genere sui beni culturali, con eccezione di quanto disposto dall’art.
7, comma 2, lettera o), dall’art. 8, comma 2, lettera e) e dall’art.
9, comma 2, lettera d);
2. disposizione dell’occupazione temporanea di immobili per
l’esecuzione di ricerche archeologiche o di opere dirette al
ritrovamento di beni culturali ai sensi dell’art. 88 del decreto
legislativo n. 42 del 22 gennaio 2004;
3. concessione dell’uso dei beni culturali in consegna al
Ministero ai sensi degli articoli 106 e 107 del decreto legislativo
n. 42 del 22 gennaio 2004.

Art. 2.
Sono inoltre delegate ai titolari delle soprintendenze di settore,
ciascuna per le attribuzioni di competenza, le seguenti funzioni, ai
sensi del comma 6 dell’art. 20 del decreto del Presidente della
Repubblica n. 173/2004:
1. comma 4, lettera d) – imporre ai proprietari, possessori o
detentori di beni culturali gli interventi necessari per assicurarne
la conservazione ovvero disporre, allo stesso fine, l’intervento
diretto del Ministero, ai sensi dell’art. 32 del codice;
2. comma 4, lettera e) – disporre il concorso del Ministero nelle
spese affrontate dai privati proprietari, possessori o detentori di
beni culturali per interventi di conservazione, nei casi previsti
agli articoli 34 e 35 del codice;
3. comma 4, lettera f) – stipulare accordi e convenzioni con i
proprietari di beni culturali, oggetto di interventi conservativi,
alla cui spesa ha contribuito il Ministero, al fine di stabilire le
modalita’ per l’accesso ai beni medesimi da parte del pubblico, ai
sensi dell’art. 38 del codice;
4. comma 4, lettera n)- solo per la parte che riguarda la
effettuazione della comunicazione alla regione e agli altri enti
pubblici territoriali nel cui ambito i beni si trovano, prescritta
dall’art. 62, comma 1, del codice;
5. comma 4, lettera v) – vigilare sulla realizzazione delle opere
d’arte negli edifici pubblici ai sensi della legge 29 luglio 1949, n.
717 e successive modificazioni;

Art. 3.
La delega di cui agli articoli 1 e 2 viene conferita:
1. in via continuativa fatti salvi i poteri del direttore
regionale delegante di impartire direttive nelle materie delegate, di
controllare l’esercizio dei poteri delegati, di avocare a se’ la
trattazione di specifiche pratiche, di sostituirsi al delegato in
caso di sua inerzia, di annullare gli atti emanati dal delegato, di
revocare o modificare la delega stessa;
2. con l’obbligo, per il delegato, di trasmettere al direttore
regionale per i beni culturali e paesaggistici dell’Umbria copia dei
provvedimenti emessi.

Art. 4.
Il presente decreto sara’ sottoposto agli organi di controllo
competenti secondo le vigenti disposizioni e verra’ pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e nel bollettino
ufficiale della Regione Umbria.
Perugia, 31 dicembre 2004
Il direttore regionale: Centroni

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

Edilone.it