MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 26 maggio 2010 | Edilone.it

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 26 maggio 2010

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 26 maggio 2010 - Scorrimento della graduatoria dei programmi ammissibili presentati ai sensi del decreto del Ministro dello sviluppo economico del 5 marzo 2008, concernente il bando per la concessione di agevolazioni a favore di programmi di ricerca e sviluppo nell'ambito del progetto di Innovazione industriale per l'efficienza energetica. (10A08204) - (GU n. 155 del 6-7-2010 - Suppl. Ordinario n.147)

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 26 maggio 2010

Scorrimento della graduatoria dei programmi ammissibili presentati ai
sensi del decreto del Ministro dello sviluppo economico del 5 marzo
2008, concernente il bando per la concessione di agevolazioni a
favore di programmi di ricerca e sviluppo nell’ambito del progetto di
Innovazione industriale per l’efficienza energetica. (10A08204)

IL DIRETTORE GENERALE
per l’incentivazione delle attivita’ imprenditoriali

Visto l’art. 1, comma 841 della legge 27 dicembre 2006, n. 296 che
ha istituito il Fondo per la competitivita’ e lo sviluppo;
Visto l’art. 1, comma 842 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, che
prevede la realizzazione di progetti di innovazione industriale
nell’ambito di specifiche aree tecnologiche;
Visto l’art. 1, comma 845 della citata legge n. 296/2006, che
prevede che il Ministro dello sviluppo economico, con proprio
decreto, istituisca appositi regimi di aiuto in conformita’ alla
normativa comunitaria;
Visto il decreto interministeriale dell’8 febbraio 2008 con il
quale le risorse del Fondo per la competitivita’ e lo sviluppo
destinate ai progetti di innovazione industriale sono state ripartite
tra le aree tecnologiche indicate all’art. 1, comma 842 della citata
legge n. 296/2006;
Visto il decreto interministeriale dell’8 febbraio 2008 con il
quale e’ stato adottato il progetto di innovazione industriale
«Efficienza energetica» ed e’ stato, tra l’altro, stabilito che le
risorse del Fondo per la competitivita’ e lo sviluppo sono destinate,
oltre che alle incentivazioni finanziarie in attuazione dell’Azione
strategica di innovazione ivi prevista, anche all’attuazione delle
Azioni connesse;
Vista la disciplina comunitaria in materia di aiuti di stato a
favore di ricerca, sviluppo e innovazione (2006/C 323/01);
Vista la decisione della Commissione europea C(2007) 6461 del 12
dicembre 2007 – Aiuto di Stato n. 302/2007, con la quale e’ stato
autorizzato il regime di aiuto per la concessione di agevolazioni in
favore di programmi di ricerca, sviluppo e innovazione;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 27 marzo
2008 con il quale e’ stato istituito, ai sensi del citato art. 1,
comma 845 della legge n. 296/2006, il predetto regime di aiuto;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 5 marzo
2008, con il quale e’ stato emanato il bando relativo al citato
progetto di innovazione industriale per l’«Efficienza energetica», e
sono stati stabiliti condizioni, criteri e modalita’ per la
concessione di agevolazioni a favore di programmi di ricerca e
sviluppo, destinando alle finalita’ del bando medesimo l’importo
200.000.000 di euro;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 24
giugno 2008, con il quale il termine per la presentazione delle
domande di agevolazione e’ stato prorogato al 15 settembre 2008;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 1°
agosto 2008, con il quale e’ stata estesa l’ammissibilita’ alle
agevolazioni ad alcuni codici di attivita’ economica individuati
nell’ambito della classificazione ISTAT 2007;
Visto l’art. 9, comma 8 del citato bando, che, in conformita’ a
quanto previsto all’art. 6, comma 4 del decreto interministeriale
dell’8 febbraio 2008 di adozione del progetto di innovazione
industriale di riferimento, prevede che la valutazione dei programmi
sia svolta dal Ministero, attraverso un comitato di esperti
appositamente costituito, nel caso in cui, al momento dell’avvio
della fase di valutazione, non sia pienamente operativa l’Agenzia per
la diffusione delle tecnologie per l’innovazione;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 7
ottobre 2008, con il quale, preso atto del mancato avvio operativo
della predetta Agenzia, e’ stato costituito un Comitato di esperti
per la valutazione tecnico-scientifica ed economico-finanziaria dei
programmi presentati a valere sul bando di cui trattasi;
Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 30
ottobre 2008, con il quale sono stati nominati i componenti del
predetto Comitato di esperti;
Visti gli esiti della valutazione effettuata dal Comitato di
esperti, risultanti conclusivamente dal verbale della seduta del 19
gennaio 2009, riferiti alle domande ritenute complete e regolari
dall’istruttoria ministeriale svolta ai sensi dell’art. 9, comma 1
del citato bando;
Visto l’art. 9, comma 7 del citato bando, ai sensi del quale il
Ministero dello sviluppo economico, sulla base dei risultati della
valutazione, forma la graduatoria, inserendo i programmi ammissibili
in ordine decrescente in relazione al punteggio assegnato,
individuando quelli agevolabili sulla base delle risorse disponibili
e fino ad esaurimento delle stesse;
Visto il decreto direttoriale del 3 marzo 2009 con il quale e’
stata approvata la graduatoria dei programmi ammissibili concernente
il citato bando, nell’ambito della quale sono individuati i programmi
che, sulla base delle risorse disponibili, hanno diritto alla
concessione dell’agevolazione, ed e’ stata altresi’ indicata la
misura dell’agevolazione concedibile per ciascun soggetto
beneficiario;
Visti i decreti direttoriali del 22 luglio 2009 e del 23 novembre
2009 relativi al progetto di innovazione industriale per la
«Efficienza energetica» con i quali sono stati assegnati, per la
concessione delle agevolazioni ai progetti ricadenti in obiettivo
Convergenza (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia), € 51.273.469,00,
cofinanziati dal FESR nell’ambito del PON Ricerca e Competitivita’
2007-2013;
Rilevata nella suddetta graduatoria la presenza di progetti
ricadenti nelle aree obiettivo Convergenza (Campania, Calabria,
Puglia e Sicilia) che possono essere agevolati con le predette
risorse;
Considerate le economie di risorse nazionali che si sono rese
disponibili a seguito dell’utilizzo di risorse PON tali da consentire
di poter procedere allo scorrimento delle posizioni nella graduatoria
del 3 marzo 2009;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive
modifiche ed integrazioni, per quanto dispone in materia di indirizzo
politico-amministrativo del Ministro e di competenze e
responsabilita’ dirigenziali;

Decreta:

L’elenco dei programmi inseriti nella graduatoria del 3 marzo 2009
relativa al bando di innovazione industriale per l’«Efficienza
energetica», agevolati parzialmente o non agevolati in sede di
formazione della predetta graduatoria ed ora agevolabili in base alle
ulteriori risorse resesi disponibili in seguito al decreto
ministeriale 22 luglio 2009 e del 23 novembre 2009, sono quelli
indicati nell’elenco allegato al presente decreto.
Roma, 26 maggio 2010

Il direttore generale: Esposito

Allegato 1

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato 2

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato 3

Parte di provvedimento in formato grafico

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 26 maggio 2010

Edilone.it