MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 23 giugno 2006 | Edilone.it

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 23 giugno 2006

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 23 giugno 2006 - Proroga del termine finale di presentazione delle domande per l'accesso alle agevolazioni alle attivita' produttive nelle aree sottoutilizzate, di cui alla legge 19 dicembre 1992, n. 488, per i bandi del 2006 dei settori «industria», «turismo», «commercio» e per le «imprese artigiane». (GU n. 153 del 4-7-2006)

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 23 giugno 2006

Proroga del termine finale di presentazione delle domande per
l’accesso alle agevolazioni alle attivita’ produttive nelle aree
sottoutilizzate, di cui alla legge 19 dicembre 1992, n. 488, per i
bandi del 2006 dei settori «industria», «turismo», «commercio» e per
le «imprese artigiane».

IL MINISTRO
DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Visto il decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con
modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, in materia di
disciplina organica dell’intervento straordinario nel Mezzogiorno;
Visto l’art. 8 del decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito,
con modificazioni, dalla legge 14 maggio 2005, n. 80, in materia di
riforma degli incentivi e, in particolare, il comma 1, lettera a),
che prevede la concessione di un finanziamento pubblico agevolato di
importo pari a un finanziamento bancario ordinario a tasso di
mercato;
Visto l’art. 1, comma 354, della legge 30 dicembre 2004, n. 311,
che istituisce, presso la gestione separata della Cassa depositi e
prestiti S.p.a., un apposito fondo rotativo, finalizzato alla
concessione alle imprese dei finanziamenti agevolati;
Vista la delibera del CIPE n. 76 del 15 luglio 2005, emanata ai
sensi dell’art. 1, comma 356, della predetta legge 30 dicembre 2004,
n. 311, che fissa i criteri generali, le condizioni e le modalita’ di
erogazione e di rimborso del finanziamento pubblico agevolato di cui
al comma 354 della stessa legge e, in particolare, approva lo schema
di convenzione per la regolamentazione dei rapporti tra la Cassa
depositi e prestiti S.p.a. e i soggetti abilitati a svolgere
l’istruttoria del finanziamento stesso;
Visto il decreto del Ministro delle attivita’ produttive, di
concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, del
1° febbraio 2006, con il quale, in attuazione delle disposizioni
dell’art. 8 del citato decreto-legge n. 35/2005, sono stati stabiliti
i criteri e le modalita’ di concessione ed erogazione delle
agevolazioni previste dalla legge n. 488/1992;
Visto il decreto del Ministro delle attivita’ produttive del
2 febbraio 2006 con il quale sono state ripartite percentualmente le
risorse finanziarie disponibili per gli interventi della legge n.
488/1992 tra i settori ammissibili e tra la regioni e le province
autonome;
Visto il decreto del Ministro delle attivita’ produttive, d’intesa
con la Conferenza Stato-regioni, del 23 marzo 2006 con il quale, ai
sensi dell’art. 8, comma 10, del decreto interministeriale del
1° febbraio 2006, sono state stabilite le priorita’ settoriali da
applicare per la formazione delle graduatorie multiregionali del solo
primo bando del settore «industria» emanato in attuazione del citato
decreto;
Viste le circolari esplicative n. 980902 del 23 marzo 2006 e n.
946068 del 7 aprile 2006, con le quali sono state fornite le
indicazioni per l’accesso alle agevolazioni ed e’ stata, tra l’altro,
definita la relativa modulistica per la presentazione delle domande;
Visti i decreti del Ministro delle attivita’ produttive del
23 marzo 2006 e del 7 aprile 2006, con i quali i termini iniziali e
finali di presentazione delle domande per i bandi da attivare
nell’anno sono stati fissati, rispettivamente, al primo e al
sessantesimo giorno successivi alla pubblicazione del decreto
ministeriale con il quale, ai sensi dell’art. 8, comma 11,
lettera c), del citato decreto 1° febbraio 2006, sono approvate le
proposte regionali da applicare alle graduatorie dei bandi medesimi;
Visto il decreto del Ministro delle attivita’ produttive del
15 maggio 2006, con il quale sono state approvate le suddette
proposte formulate dalle regioni e province autonome per la
formazione delle graduatorie;
Visto che, per effetto dell’avvenuta pubblicazione del citato
decreto del 15 maggio 2006, il periodo di sessanta giorni, utile per
la presentazione delle domande, scade il 31 luglio 2006;
Considerato che non si e’ ancora concluso il procedimento per la
stipula della convenzione, di cui alla sopracitata delibera CIPE del
15 luglio 2005, tra la Cassa depositi e prestiti S.p.a. e i soggetti
abilitati all’istruttoria del finanziamento agevolato e che tale
circostanza non consente alle banche che concedono il finanziamento
ordinario di stipulare i conseguenti accordi con la stessa Cassa
depositi e prestiti S.p.a. per la valutazione dei progetti, ne’,
pertanto, di adottare le singole delibere di finanziamento;
Considerato che le modalita’ stabilite per la concessione delle
agevolazioni della legge n. 488/1992 prevedono l’obbligo per le
imprese di allegare alla domanda, pena l’inammissibilita’ della
stessa, la delibera di concessione del finanziamento bancario
ordinario e/o delle societa’ di leasing, in quanto la sussistenza di
detto finanziamento costituisce condizione di accesso alle
agevolazioni;
Considerato che, in mancanza della convenzione e degli accordi
sopra citati, le imprese interessate a presentare le domande di
agevolazione sono di fatto impossibilitate ad adempiere agli obblighi
prescritti dalla normativa entro la prefissata scadenza del bando e
che pertanto appare opportuno disporre una proroga di detto termine;
Considerato che per la fissazione della nuova scadenza occorre
tener conto dell’esigenza di concludere il procedimento per la
concessione delle agevolazioni entro l’anno in corso, in ottemperanza
agli obblighi derivanti dall’autorizzazione del regime di aiuto della
legge n. 488/1992 da parte della Commissione dell’U.E. e fermo
restando in ogni caso il recepimento, ai fini di detta concessione,
delle condizioni che saranno indicate dalla decisione della
Commissione stessa in merito alle modifiche introdotte al regime di
aiuto dalla sopra citata legge n. 80/2005;
Decreta:

Il termine finale di presentazione delle domande di accesso alle
agevolazioni della legge n. 488/1992 per i bandi citati in premessa,
e’ indifferibilmente prorogato al 31 agosto 2006, tenuto conto
dell’esigenza di concludere il procedimento per la concessione delle
agevolazioni entro l’anno in corso, in adempimento a quanto previsto
dall’autorizzazione del regime di aiuto della legge n. 488/1992 da
parte della Commissione U.E.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 23 giugno 2006
Il Ministro: Bersani

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 23 giugno 2006

Edilone.it