MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - DECRETO 8 maggio 2003: Modalita' e termini per la presentazione di progetti nell'ambito del Programma operativo nazionale 2000-2006 | Edilone.it

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – DECRETO 8 maggio 2003: Modalita’ e termini per la presentazione di progetti nell’ambito del Programma operativo nazionale 2000-2006

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - DECRETO 8 maggio 2003: Modalita' e termini per la presentazione di progetti nell'ambito del Programma operativo nazionale 2000-2006 «Ricerca scientifica, sviluppo tecnologico, alta formazione» Asse II: Misura II.2 «Societa' dell'Informazione per il sistema scientifico meridionale». (Avviso n. 901/2003). (GU n. 126 del 3-6-2003)

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

DECRETO 8 maggio 2003

Modalita’ e termini per la presentazione di progetti nell’ambito del
Programma operativo nazionale 2000-2006 «Ricerca scientifica,
sviluppo tecnologico, alta formazione» Asse II: Misura II.2 «Societa’
dell’Informazione per il sistema scientifico meridionale». (Avviso n.
901/2003).

IL CAPO DEL DIPARTIMENTO
per la programmazione, il coordinamento e gli affari economici
Servizio per lo sviluppo ed il potenziamento dell’attivita’ di
ricerca

Visto il Programma operativo nazionale «Ricerca, alta formazione e
sviluppo tecnologico» per l’utilizzo, nel periodo 2000-2006, dei
fondi strutturali della Unione europea nelle regioni dell’obiettivo 1
del territorio nazionale;
Visto il complemento di programmazione del predetto PON, approvato
in data 14 novembre 2000 dal comitato di sorveglianza del programma,
e successive modifiche e integrazioni;
Visti, in particolare, i contenuti e gli obiettivi dell’asse II
«Rafforzamento del sistema scientifico meridionale» – misura II.2
«Societa’ dell’informazione per il sistema scientifico meridionale»;
Considerata l’esigenza di procedere all’emanazione di un avviso
pubblico per l’acquisizione di progetti da cofinanziare nell’ambito
della suddetta misura;

Decreta:

Art. 1.

E’ emanato l’avviso n. 901 inerente «Modalita’ e termini per la
presentazione di progetti nell’ambito del Programma operativo
nazionale, «ricerca scientifica, sviluppo tecnologico, alta
formazione» 2000-2006 asse II – misura II.2 «Societa’
dell’informazione per il sistema scientifico meridionale», azione a –
Infrastrutture di rete locale, allegato al presente decreto e’ parte
integrante dello stesso.

Art. 2.

Il predetto avviso verra’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana e sul sito web di questa amministrazione.
Roma, 8 maggio 2003
Il capo del Dipartimento: D’Addona

Allegato

AVVISO PUBBLICO n. 901 dell’8 maggio 2003

PON 2000-2006 Ricerca scientifica, sviluppo tecnologico, alta
formazione

Modalita’ e termini per la presentazione di progetti nell’ambito del
Programma operativo nazionale per le regioni dell’obiettivo 1
(Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna) «Ricerca
scientifica, sviluppo tecnologico, alta formazione» 2000-2006 asse II
– misura II.2 «Societa’ dell’informazione per il sistema scientifico
meridionale». Azione a – Infrastrutture di rete locale.

1. Obiettivi.

Il Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca
(di seguito MIUR) – in coerenza con quanto disposto dal Programma
operativo nazionale «Ricerca scientifica, sviluppo tecnologico, alta
formazione 2000-2006» per le regioni dell’obiettivo 1 (Campania,
Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna), adottato con
decisione della Commissione europea C (2000) n. 2343 dell’8 agosto
2000, e dal relativo complemento di programmazione – attraverso il
presente avviso intende avviare azioni dirette a diffondere la
Societa’ dell’Informazione, in particolare nel settore della ricerca
e dell’alta formazione, ponendo in essere interventi in grado di
rafforzare e agevolare i collegamenti in rete dei centri scientifici
e di alta formazione, favorendo in tal modo la cooperazione tra gli
stessi nell’ottica di consentire la transizione dell’Europa verso
l’economia della conoscenza.

2. Azioni.

Tra le diverse azioni contemplate nella misura II.2 di interesse
del presente avviso si intende avviare l’azione a, con riferimento
specificatamente a interventi diretti a rafforzare la dotazione di
infrastrutture informatiche di rete locale del sistema scientifico e
dell’alta formazione meridionale, finalizzate anche a garantire una
maggiore facilita’ di accesso e fruibilita’ della rete a larga banda
nell’ambito dello sviluppo e dell’evoluzione della rete GARR.

3. Risorse disponibili.

Per il finanziamento degli interventi riconducibili alla
tipologia di attivita’ oggetto del presente avviso, sono messi a
disposizione complessivamente 20 milioni di euro.
Qualora risultassero ammissibili al cofinanziamento progetti per
un valore complessivo superiore alle risorse suindicate, il MIUR,
considerata la validita’ dei progetti stessi, si riserva la facolta’
di aumentare la dotazione finanziaria suindicata con risorse
aggiuntive, comunque nei limiti di quanto attribuito alla misura II.2
«Societa’ dell’informazione per il sistema scientifico meridionale»
nell’ambito del Programma operativo nazionale 2000-2006 «Ricerca
scientifica, sviluppo tecnologico, alta formazione».

4. Soggetti proponenti.

Possono presentare progetti, a valere sul presente avviso
pubblico, i seguenti soggetti o consorzi gia’ costituiti tra gli
stessi soggetti qualora dispongano di una sede operativa propria,
purche’ l’intervento sia relativo a sedi localizzate nelle aree
obiettivo 1:
universita’ e istituti universitari statali e non statali
legalmente riconosciuti, Istituti di alta formazione artistica e
musicale;
enti pubblici di ricerca, di cui all’art. 8 del decreto del
Presidente del consiglio dei Ministri n. 593 del 1993, nonche’ ASI,
ENEA, Stazioni Sperimentali per l’agricoltura e l’industria ed enti
pubblici di ricerca a carattere regionale.

5. Attivita’ finanziate.

Nel rispetto delle linee strategiche indicate al punto 1
dell’avviso, verranno cofinanziati interventi i cui ritorni siano
significativi sul piano della valorizzazione e potenziamento di
attivita’ scientifiche e di alta formazione nelle universita’ e nei
centri di ricerca meridionali, attraverso un miglioramento delle
modalita’ di collegamento informatico con le reti nazionali e
internazionali che operano in tali settori.
Pertanto verranno cofinanziati progetti – coerenti con le
finalita’ enunciate e inseriti nel quadro complessivo delle azioni
avviate dal MIUR a sostegno dello sviluppo competitivo del sistema
scientifico e dell’alta formazione – riconducibili alle seguenti
tipologie di attivita’:
I. interventi mirati alla realizzazione ex-novo di una
infrastruttura di rete ad alta velocita’ in uno o piu’ edifici e tra
gli stessi di proprieta’ o in uso gratuito e perpetuo o in
disponibilita’ almeno decennale del soggetto proponente, purche’ gli
edifici piu’ lontani tra loro (tra quelli interessati
dall’intervento) siano dislocati entro la distanza massima in linea
d’aria di km 2, ad eccezione di situazioni tipo «campus» (1);
(1) Costruzioni dislocate in un’area di proprieta’ del soggetto
proponente. II. interventi mirati al potenziamento della
infrastruttura di rete ad alta velocita’ all’interno e/o tra piu’
edifici di proprieta’ o in uso gratuito e perpetuo o in
disponibilita’ almeno decennale del soggetto proponente, purche’ gli
edifici piu’ lontani tra loro (tra quelli interessati
dall’intervento) siano dislocati entro la distanza massima in linea
d’aria di km 2, ad eccezione di situazioni tipo «campus». Rientrano
nella tipologia in argomento anche i progetti che comprendono piu’
edifici alcuni dei quali non dotati di infrastruttura di rete.
Per la realizzazione degli interventi suindicati sono ammesse
tutte le tecnologie disponibili, sia wireless che wired, purche’
appropriate ai fabbisogni che si intendono soddisfare e congruenti
sul piano dell’analisi costi/benefici.

6. Modalita’ di cofinanziamento.

In considerazione della tipologia dei soggetti proponenti
eleggibili, di cui al punto n. 4 del presente avviso, i progetti
selezionati sono cofinanziati come di seguito indicato:
il 60% del costo totale del progetto e’ cofinanziato con
risorse messe a disposizione dal Fondo europeo di sviluppo regionale
(FESR);
fino ad un massimo del 30% del costo complessivo del progetto
e’ cofinanziato con risorse del Fondo di rotazione di cui alla legge
n. 183/1987;
un minimo del 10% e’ finanziato con risorse del soggetto
proponente.
In ogni caso i progetti presentati non possono prevedere
richieste di cofinanziamento superiori all’importo di 750 mila euro.

7. Spese eleggibili.

Per la realizzazione dell’azione di cui al punto n. 2 del
presente avviso debbono essere rispettate le disposizioni di cui al
regolamento (CE) n. 1685/00.
Con riferimento alla specificita’ delle attivita’, sono da
considerare eleggibili i seguenti costi:
spese tecniche (es.: consulenze organizzative e tecnologiche,
progettazione, direzione lavori, collaudo, etc.);
spese per lavori di tipo edilizio (es. tracce, lavori di scavo
e ripristino) strettamente connesse alla realizzazione
dell’infrastruttura di rete;
acquisto di materiali (fibre, cavi, etc.) e di attrezzature per
la realizzazione dell’infrastruttura di rete (switch, router,
stazione base, etc.);
acquisto di personal computer in misura non superiore al 10%
del costo complessivo dell’intervento;
opere di posizionamento della fibra o dei cavi (nel caso delle
componenti wired della rete);
costi di installazione e collegamento delle attrezzature di
rete;
costi specifici di progetto (es.: spese relative alla
pubblicazione di bandi di gara, spese per azioni di informazione e
pubblicita’ di cui al regolamento (CE) n. 1159/2000, etc.).
L’IVA sara’ considerata un costo ammissibile solo nel caso in cui
non sia trasferibile e, quindi, costituisca un costo effettivo per il
proponente.
Non sono ammesse quote per spese generali e costi di personale
interno.
L’ammissibilita’ di ogni altra tipologia di spesa, che potra’
eventualmente essere prevista nel piano finanziario dei progetti
presentati, sara’ valutata dalla commissione, di cui al successivo
punto n. 10 del presente avviso, in sede di esame dei progetti
stessi.
Il presente avviso e’ mirato esclusivamente alla realizzazione di
interventi infrastrutturali. Possono essere, quindi, oggetto di
cofinanziamento solo beni inventariabili nella contabilita’ del
soggetto proponente e non canoni d’uso ancorche’ riferiti alla
disponibilita’ di infrastrutture di rete.
Per i progetti selezionati gia’ in corso di attuazione, saranno
ritenuti ammissibili costi sostenuti a far data dal 1° gennaio 2003,
solo ed esclusivamente se ascrivibili ad atti di impegno
giuridicamente vincolanti nei confronti di terzi, assunti a far data
dal 1° gennaio 2000 e a condizione che gli stessi progetti non
abbiano goduto di altri contributi comunitari o di altre forme di
incentivazione pubblica.

8. Modalita’ e termini per la presentazione delle candidature.

Il proponente deve inoltrare una domanda di ammissione al
cofinanziamento, per ciascun progetto presentato – compilata
obbligatoriamente secondo lo schema di cui all’allegato A del
presente avviso – corredata dell’elaborato progettuale, da compilarsi
obbligatoriamente utilizzando il modello di cui all’allegato B,
entrambi sottoscritti dal legale rappresentante (o da un suo
delegato).
La documentazione (domanda di ammissione al cofinanziamento e
allegato elaborato progettuale) puo’ essere presentata a partire
dalla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana e non oltre il 15 luglio 2003. I
progetti saranno oggetto di valutazione secondo le modalita’ di cui
al successivo punto n. 10 del presente avviso.
Copia del presente avviso e dei relativi allegati e’ reperibile
in formato elettronico sul sito ufficiale del MIUR:
http:\www.miur.it
Le domande dovranno pervenire in busta chiusa recante la
dicitura:
Programma operativo nazionale 2000-2006 «Ricerca scientifica,
sviluppo tecnologico, alta formazione» – misura II.2 – Societa’
dell’Informazione per il sistema scientifico meridionale. Azione a –
Infrastrutture di rete locale.
La domanda e il relativo progetto devono pervenire in originale e
tre copie cartacee a:
Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca –
Dipartimento per la programmazione, il coordinamento e gli affari
economici – Servizio per lo sviluppo ed il potenziamento
dell’attivita’ di ricerca – Ufficio IV – Piazzale Kennedy, 20 – 00144
Roma.
Non fa fede il timbro di spedizione, ma quello del protocollo di
accettazione. La consegna a mano puo’ essere effettuata entro le ore
13 dello stesso giorno di scadenza.
Tutta la documentazione suindicata dovra’ essere inviata altresi’
al seguente indirizzo di posta elettronica: sespar.upoc@miur.it
In caso di difformita’ rilevata tra la documentazione inviata per
posta elettronica e la documentazione cartacea, fara’ fede quanto
ricevuto in formato cartaceo.

9. Ammissibilita’ dei progetti.

La valutazione, di cui al successivo punto n. 10 del presente
avviso, sara’ effettuata esclusivamente sui progetti risultati
ammissibili.
Non saranno ammessi i progetti:
presentati da soggetti diversi da quelli indicati al precedente
punto n. 4 del presente avviso;
pervenuti al MIUR oltre il termine previsto dal presente
avviso;
presentati con domanda di ammissione al cofinanziamento e/o
elaborato progettuale non conforme rispettivamente all’allegato A e
all’allegato B;
la cui domanda di ammissione al cofinanziamento o elaborato
progettuale siano privi della firma del legale rappresentante o del
soggetto da questi delegato (in tal caso e’ fatto obbligo di allegare
il relativo atto di delega);
per i quali il cofinanziamento richiesto – FESR e Fondo di
rotazione (di cui alla legge n. 183/1987) – risulti superiore
all’importo massimo riportato al punto n. 6 del presente avviso;
la cui richiesta di ammissione al cofinanziamento preveda una
percentuale di finanziamento del soggetto proponente inferiore al
livello minimo indicato al punto n. 6 del presente avviso.

10. Tempi e modalita’ per la valutazione e selezione dei progetti.

I progetti ammissibili, verranno sottoposti alla valutazione di
una commissione nominata dal direttore del Dipartimento per la
programmazione, il coordinamento e gli affari economici.
La commissione, in sede di valutazione, potra’ procedere
all’esclusione di progetti che presentino sezioni non compilate – con
riferimento allo «Schema per la redazione dell’elaborato
progettuale», di cui all’allegato B del presente avviso – ritenute a
suo insindacabile giudizio indispensabili per la stessa valutazione.
La commissione valutera’ la validita’ dei progetti secondo i
seguenti criteri (tra parentesi viene riportato il relativo peso
rapportato a 100):
I. grado di coerenza dell’intervento con le finalita’ del
Programma operativo nazionale «Ricerca scientifica, sviluppo
tecnologico, alta formazione 2000-2006» (massimo 10/100);
II. livello di adeguatezza delle soluzioni tecnologiche
rispetto alle finalita’ e alle caratteristiche ambientali
dell’intervento, e alla tipologia di collegamento con la rete GARR
(massimo 28/100);
III. grado di innovativita’ delle soluzioni tecnologiche
adottate (massimo 15/100);
IV. livello di adeguatezza del piano di gestione
dell’infrastruttura e dei servizi di rete (massimo 10/100);
V. costo utente dell’infrastruttura (costo complessivo del
progetto inclusa IVA/numero di addetti (2) operanti nella struttura
oggetto di intervento) (massimo 12/100);
VI. livello di adeguatezza e di congruita’ del piano
finanziario rispetto alle caratteristiche tecniche dell’intervento
(massimo 10/100)
VII. livello di finanziamento garantito dal soggetto proponente
che ecceda quello minimo previsto dal presente avviso (massimo
15/100).
Nel caso in cui la commissione giudichi il progetto non
pertinente in relazione ai contenuti del presente avviso o
attribuisca al parametro n. II (livello di adeguatezza delle
soluzioni tecnologiche rispetto alle finalita’ e alle caratteristiche
ambientali dell’intervento, e alla tipologia di collegamento con la
rete GARR) un punteggio minore o uguale a 14, il progetto stesso
sara’ giudicato inidoneo e pertanto escluso dalla relativa
graduatoria finale.
Il MIUR al termine dell’attivita’ valutativa predisporra’:
una graduatoria (denominata graduatoria n. 1) per i progetti
mirati alla realizzazione ex-novo di una infrastruttura di rete ad
alta velocita’ in uno o piu’ edifici (si veda punto n. 5.I);
una graduatoria (denominata graduatoria n. 2) per i progetti
finalizzati al potenziamento della infrastruttura di rete ad alta
velocita’ all’interno e/o tra piu’ edifici (si veda punto n. 5.II).
Il decreto di approvazione della due graduatorie suindicate sara’
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Con riferimento ad entrambe le graduatorie, saranno ritenuti
idonei per il cofinanziamento esclusivamente i progetti che abbiano
conseguito un punteggio uguale o superiore a 60 punti.

11. Disposizioni particolari.

Gli interventi riportati al punto n. 5 del presente avviso
dovranno essere conclusi entro 24 mesi, dalla data di trasmissione
del decreto direttoriale di concessione del cofinanziamento.
Con riferimento agli stessi interventi, i progetti che entro il
dodicesimo mese dalla data di trasmissione del decreto direttoriale
di ammissione al cofinanziamento, non abbiano rendicontato spese
ammissibili per almeno il 20% del costo complessivo del progetto,
potranno essere revocati.
(2) Per addetti si intende il personale docente, di ricerca e
amministrativo delle universita’ ed il personale di ricerca e
amministrativo degli enti di ricerca con riferimento esclusivamente a
quanti operano nelle strutture oggetto di intervento. Si
procedera’ quindi prioritariamente al cofinanziamento dei progetti
presenti nella prima graduatoria che abbiano conseguito un punteggio
uguale o superiore a 60 punti, mediante scorrimento della stessa.
Successivamente verranno cofinanziati i progetti presenti nella
seconda graduatoria che abbiano conseguito un punteggio uguale o
superiore a 60 punti, mediante scorrimento della stessa, fino
all’eventuale esaurimento delle risorse di cui al punto 3 «Risorse
disponibili» del presente avviso.
I progetti utilmente collocati in graduatoria non cofinanziabili
per mancanza di risorse, fatta salva la possibilita’ di incrementare
le stesse secondo quanto indicato al punto 3 del presente avviso,
potranno essere successivamente finanziati in caso di revoca di
cofinanziamenti gia’ assegnati o di rinuncia da parte dei soggetti
beneficiari del cofinanziamento.

12. Obblighi del soggetto proponente.

I rapporti tra il soggetto proponente e il MIUR saranno regolati
da un apposito disciplinare, che sara’ allegato al decreto
direttoriale di concessione del cofinanziamento.

13. Informazioni e chiarimenti.

Ogni richiesta di informazioni relativa al presente avviso dovra’
essere inoltrata al MIUR esclusivamente via e-mail al seguente
indirizzo di posta elettronica: sespar.upoc@miur.it
Il capo del Dipartimento: D’Addona

Allegato A

DOMANDA DI AMMISSIONE AL COFINANZIAMENTO

Programma operativo nazionale 2000-2006 «Ricerca scientifica,
sviluppo tecnologico, alta formazione»

Misura II.2 – «Societa’ dell’informazione per il sistema scientifico
meridionale» Azione a – Infrastrutture di rete locale

Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca –
Dipartimento per la programmazione, il coordinamento e gli affari
economici – Servizio per lo sviluppo ed il potenziamento
dell’attivita’ di ricerca – Ufficio IV – Piazza Kennedy, 20 – 00144
Roma Oggetto: Domanda di ammissione al cofinanziamento per il
progetto presentato nell’ambito del PON 2000-2006 «Ricerca
scientifica, sviluppo tecnologico, alta formazione» – Misura II.2 –
Societa’ dell’informazione per il sistema scientifico meridionale» –
Azione a – Infrastrutture di rete locale, in risposta all’avviso n.
901/2003.
Con riferimento a quanto previsto dall’avviso n. 901/2003
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.
……… del …………………. relativo all’attuazione del PON
2000-2006 «Ricerca scientifica, sviluppo tecnologico, alta
formazione», si trasmette domanda di ammissione al cofinanziamento
per la realizzazione del progetto (… inserire la denominazione del
progetto …), a valere sulla misura II.2 «Societa’ dell’informazione
per il sistema scientifico meridionale» e relativo all’azione a –
Infrastrutture di rete locale.
Il budget del progetto e’ cosi’ individuato:
costo complessivo euro…. di cui:
importo del cofinanziamento richiesto,
euro ………………….;
importo del finanziamento del soggetto proponente:
euro …………………………
Si rimette in allegato:
a) l’elaborato progettuale in originale (allegato B all’avviso
n. 901/2003 debitamente compilato in ogni sua parte e corredato della
documentazione specificatamente richiesta) firmato dal sottoscritto
legale rappresentante/delegato del legale rappresentante;
b) n. 3 copie dell’elaborato progettuale di cui al punto a).
Roma ….
Il legale rappresentante o suo delegato (firma e timbro) ….

Allegato B

SCHEMA PER LA REDAZIONE DELL’ELABORATO PROGETTUALE

Programma operativo nazionale 2000-2006 «Ricerca scientifica,
sviluppo tecnologico, alta formazione»

Misura II.2 – «Societa’ dell’informazione per il sistema scientifico
meridionale» Azione a – Infrastrutture di rete locale

Il presente elaborato progettuale si compone di n. ………….
pagine comprensive della copertina.
(Firma del legale rappresentante di suo delegato)
………………………………………….

Il presente documento costituisce lo schema per la formulazione
degli elaborati progettuali da presentare in risposta al presente
avviso.
Le sezioni che compongono la struttura contengono tutte le
informazioni indispensabili per una corretta valutazione dei progetti
e debbono pertanto essere obbligatoriamente compilate.
I soggetti proponenti, se lo ritengono, potranno arricchirle di
elementi descrittivi aggiuntivi.
Lo schema per la redazione dei documenti progettuali viene
articolato in quattro sezioni come di seguito riportate:
sezione 1 – Dati riassuntivi, dedicata all’illustrazione
sintetica di informazioni relative al progetto nel suo complesso,
finalizzate a fornire un quadro di insieme e una base conoscitiva per
la successiva lettura degli elementi di dettaglio dello stesso;
sezione 2 – Soggetto proponente, che raccoglie elementi di
sintesi sul soggetto proponente e sulla struttura oggetto di
intervento, nonche’ su come il progetto si inserisce nello sviluppo
strategico dell’organizzazione scientifica o di alta formazione che
lo propone;
sezione 3 – Il progetto, dedicata specificatamente
all’illustrazione dei contenuti del progetto ed altresi’ finalizzata
a porre in evidenza le eventuali caratteristiche dell’intervento, in
accordo con i parametri di valutazione riportati al punto n. 10 del
presente avviso;
sezione 4 – Piano finanziario.

—-> Vedere immagini da pag. 60 a pag. 71 della G.U.

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – DECRETO 8 maggio 2003: Modalita’ e termini per la presentazione di progetti nell’ambito del Programma operativo nazionale 2000-2006

Edilone.it