MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA | Edilone.it

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - DECRETO 15 aprile 2005: Istituzione dell'Universita' telematica internazionale non statale «Uninettuno». (GU n. 109 del 12-5-2005- Suppl. Ordinario n.87)

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

DECRETO 15 aprile 2005

Istituzione dell’Universita’ telematica internazionale non statale
«Uninettuno».

IL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE
DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

Visto il regio decreto 31 agosto 1933, n. 1592;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n.
382;
Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168;
Vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;
Vista la legge 29 luglio 1991, n. 243;
Vista la legge 15 marzo 1997, n. 59;
Visto il decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509, con il quale
e’ stato approvato, ai sensi dell’art. 17, comma 95, della legge
15 maggio 1997, n. 127, il regolamento recante norme sull’autonomia
didattica degli atenei;
Visto il decreto ministeriale 4 agosto 2000 con il quale sono state
determinate le classi delle lauree universitarie;
Visto il decreto ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270, con il quale
sono state apportate modifiche al regolamento recante norme
concernenti l’autonomia didattica degli atenei, approvato con decreto
del Ministro dell’universita’ e della ricerca scientifica e
tecnologica 3 novembre 1999, n. 509;
Vista la legge 19 ottobre 1999, n. 370;
Visto il piano di azione della commissione dell’Unione europea del
24 maggio 2000 e 28 marzo 2001 «Piano d’azione e-learning – Pensare
all’istruzione di domani»;
Vista la risoluzione del Consiglio dei Ministri istruzione
dell’Unione europea del 13 luglio 2001 sull’e-learning (2001/C
204/02), la quale, tra l’altro, incoraggia gli Stati membri a
esprimere nuovi metodi e approcci di apprendimento e a promuovere la
mobilita’ virtuale e progetti di campus transnazionali virtuali;
Vista la decisione n. 2318/2003/CE del 5 dicembre 2003 del
Parlamento europeo e del Consiglio recante l’adozione di un programma
pluriennale (2004-2006) per l’effettiva integrazione delle tecnologie
dell’informazione e delle comunicazioni (TIC) nei sistemi di
istruzione e formazione in Europa (programma e-learning);
Preso atto che la predetta proposta di decisione intende
supportare, anche con specifiche risorse, le iniziative degli Stati
membri dell’Unione europea nel settore della formazione a distanza e,
nell’ambito dei settori prioritari di intervento, quello
universitario;
Vista la legge 27 dicembre 2002, n. 289, recante disposizioni per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge
finanziaria 2003) ed in particolare l’art. 26, concernente le
iniziative in materia di innovazione tecnologica;
Considerato che il comma 5 del predetto art. 26, stabilisce che
«con decreto del Ministero dell’istruzione dell’universita’ e della
ricerca, adottato di concerto con il Ministro per l’innovazione e le
tecnologie, sono determinati i criteri e le procedure di
accreditamento dei corsi universitari a distanza e delle istituzioni
universitarie abilitate a rilasciare titoli accademici, ai sensi del
regolamento di cui al decreto del Ministro dell’universita’ e della
ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509, al termine
dei corsi stessi, senza oneri a carico del bilancio dello Stato»;
Visto il decreto interministeriale 17 aprile 2003 con il quale sono
stati definiti i criteri e le procedure di accreditamento dei corsi
di studio a distanza delle universita’ statali e non statali e delle
istituzioni universitarie abilitate a rilasciare i titoli accademici
di cui all’art. 3 del decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509;
Visto il decreto interministeriale del 25 giugno 2003 con il quale
e’ stato nominato il Comitato di esperti di cui all’art. 5 del
predetto decreto 17 aprile 2003;
Visto il decreto ministeriale 3 settembre 2003 con il quale, ai
sensi del decreto del Presidete della Repubblica 27 gennaio 1998, n.
25, sono stati determinati gli obiettivi relativi alla programmazione
del sistema universitario per il triennio 2004-2006;
Vista la successiva nota di indirizzo del Ministro dell’istruzione,
dell’universita’ e della ricerca, adottata in data 4 dicembre 2003,
protocollo n. 1643 con la quale sono stati individuati i contenuti
della programmazione universitaria e le indicazioni operative anche
con riferimento alla istituzione di nuove universita’ non statali ivi
comprese quelle di cui al predetto decreto interministeriale
17 aprile 2003;
Vista l’istanza presentata in data 13 luglio 2004 per la
costituzione di una universita’ telematica denominata «Universita’
telematica internazionale Uninettuno»;
Preso atto che la predetta istanza e’ stata integrata da successiva
documentazione trasmessa in data 17 gennaio 2005 e 7 febbraio 2005;
Visto il parere reso dal Consiglio universitario nazionale
nell’adunanza del 16 dicembre 2004;
Visto il parere reso dal predetto Comitato di esperti espresso
nella seduta del 17 marzo 2005;
Rilevato che la programmazione dell’offerta formativa del suddetto
Ateneo telematico rispetta, in termini di requisiti minimi
strutturali, i criteri ed i parametri definiti dal Comitato nazionale
di valutazione del sistema universitario nel proprio DOC 3/03
dell’aprile 2003;

Decreta:

Art. 1.
1. A decorrere dalla data del presente decreto e’ istituita
l’Universita’ telematica internazionale non statale «Uninettuno».
2. L’Universita’ e’ autorizzata ad istituire ed attivare i seguenti
corsi di laurea di cui all’art. 3 del decreto ministeriale 3 novembre
1999, n. 509;
ingegneria civile (classe 8);
ingegneria informatica (classe 9);
ingegneria gestionale (classe 10);
esperto legale in sviluppo e internazionalizzazione delle imprese
(classe 2);
operatore dei beni culturali (classe 13);
economia e amministrazione delle imprese (classe 17);
discipline psicosociali (classe 34);
3. I corsi di laurea di cui al comma 2, per i fini di cui agli
articoli 4 e 6 del decreto interministeriale 17 aprile 2003, sono
accreditati per il rilascio dei rispettivi titoli accademici al
termine dei corsi stessi.

Art. 2.
1. Sono approvati lo statuto ed il regolamento didattico di Ateneo
dell’Universita’ telematica di cui all’art. 1, allegati al presente
decreto.

Art. 3.
1. Al termine del terzo e quinto anno, di attivita’
dell’Universita’ telematica di cui all’art. 1, il Comitato nazionale
per la valutazione del sistema universitario provvedera’ ad
effettuare una valutazione dei risultati conseguiti, anche sulla base
dei rapporti annuali del nucleo di valutazione interno
dell’Universita’ stessa.
2. Il presente decreto sara’ inviato al Ministero della giustizia
per la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.
Roma, 15 aprile 2005
Il Ministro: Moratti

Allegato A

—-> vedere allegato da pag. 7 a pag. 69 del S.O. in formato zip/pdf

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

Edilone.it