MINISTERO DELL'INTERNO - DECRETO 19 gennaio 2012, n. 32 - Nuovo regolamento di gestione dell'Indice nazionale delle anagrafi. (12G0052) - (GU n. 76 del 30-3-2012 | Edilone.it

MINISTERO DELL’INTERNO – DECRETO 19 gennaio 2012, n. 32 – Nuovo regolamento di gestione dell’Indice nazionale delle anagrafi. (12G0052) – (GU n. 76 del 30-3-2012

MINISTERO DELL'INTERNO - DECRETO 19 gennaio 2012, n. 32 - Nuovo regolamento di gestione dell'Indice nazionale delle anagrafi. (12G0052) - (GU n. 76 del 30-3-2012 ) note: Entrata in vigore del provvedimento: 14/04/2012

MINISTERO DELL’INTERNO

DECRETO 19 gennaio 2012 , n. 32

Nuovo regolamento di gestione dell’Indice nazionale delle anagrafi.
(12G0052)

IL MINISTRO DELL’INTERNO

di concerto con

IL MINISTRO PER LA PUBBLICA
AMMINISTRAZIONE E LA SEMPLIFICAZIONE

e

IL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE,
DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

Visto l’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Visto l’articolo 50, comma 5, del decreto-legge 31 maggio 2010, n.
78, convertito in legge 30 luglio 2010, n. 122, recante «Misure
urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitivita’
economica», che prevede l’emanazione di disposizioni di
armonizzazione del regolamento di gestione dell’INA, emanato con
decreto del Ministro dell’interno 13 ottobre 2005, n. 240;
Vista la legge 24 dicembre 1954, n. 1228, recante «Ordinamento
delle anagrafi della popolazione residente», ed in particolare
l’articolo 1, comma 5, come modificato dall’articolo 1-novies del
decreto-legge 31 marzo 2005, n. 44, convertito con modificazioni in
legge 31 maggio 2005, n. 88, e l’articolo 1, comma 6, come modificato
dall’articolo 50, comma 5, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78,
convertito con la legge 30 luglio 2010, n. 122;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1989, n.
223, recante l’approvazione del nuovo regolamento anagrafico della
popolazione residente;
Visto il decreto legislativo 6 settembre 1989, n. 322, recante
«Norme sul Sistema statistico nazionale e sulla riorganizzazione
dell’Istituto nazionale di statistica» e successive modifiche e
integrazioni;
Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni,
recante «Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di
diritto di accesso ai documenti amministrativi»;
Visto il decreto-legge 15 gennaio 1993, n. 6, convertito in legge
17 marzo 1993, n. 63, recante «Disposizioni urgenti per il recupero
degli introiti contributivi in materia previdenziale», e, in
particolare, l’articolo 2 che disciplina lo scambio dei dati nei
rapporti tra le pubbliche amministrazioni e tra queste e altri
soggetti pubblici o privati, sulla base del codice fiscale quale
elemento identificativo di ogni soggetto;
Visto l’articolo 2, comma 5, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e
successive modificazioni, recante «Misure urgenti per lo snellimento
dell’attivita’ amministrativa e dei procedimenti di decisione e di
controllo»;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22
ottobre 1999, n. 437, recante «Regolamento recante caratteristiche e
modalita’ per il rilascio della carta d’identita’ elettronica e del
documento d’identita’ elettronico»;
Visto il decreto del Ministro dell’interno in data 8 novembre 2007
recante «Regole tecniche della carta di identita’ elettronica»;
Visto il decreto del Ministro dell’interno in data 6 ottobre 2000,
recante «Specifiche tecniche per l’allineamento dei dati contenuti
nelle anagrafi comunali con quelli contenuti nell’archivio
dell’Agenzia delle entrate»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 novembre 2000,
n. 396, recante «Regolamento per la revisione e la semplificazione
dell’ordinamento dello stato civile, a norma dell’articolo 2, comma
12, della legge 15 maggio 1997, n. 127;
Visto l’articolo 25 della legge 24 novembre 2000, n. 340, recante
«Disposizioni per la delegificazione di norme e per la
semplificazione di procedimenti amministrativi – Legge di
semplificazione 1999»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000,
n. 445, recante «Testo unico delle disposizioni legislative e
regolamentari in materia di documentazione amministrativa»;
Visto il decreto del Ministro dell’interno in data 18 dicembre
2000, recante «Modalita’ di comunicazione dei dati relativi ai
cittadini stranieri extracomunitari fra gli uffici anagrafici dei
comuni, gli archivi dei lavoratori extracomunitari e gli archivi dei
competenti organi centrali e periferici del Ministero dell’interno,
nonche’ le modalita’ tecniche ed il termine per l’aggiornamento e la
verifica delle posizioni anagrafiche dei cittadini stranieri gia’
iscritti nei registri della popolazione residente;
Visto il decreto del Ministro dell’interno in data 23 aprile 2002
con il quale viene costituito presso il Dipartimento per gli Affari
Interni e Territoriali – Direzione Centrale per i Servizi Demografici
il Centro Nazionale per i Servizi Demografici;
Visto il decreto-legge 31 marzo 2003, n. 52, articolo 2 comma 1,
convertito in legge 30 maggio 2003, n. 122, che, per il completamento
dell’informatizzazione e l’aggiornamento dell’AIRE, prevede
l’utilizzo dell’infrastruttura informatica di base dell’Indice
Nazionale delle Anagrafi (INA);
Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, recante
«Codice in materia di protezione dei dati personali» e successive
modificazioni;
Visto il decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, recante «Codice
dell’amministrazione digitale», e successive modificazioni;
Visto il decreto del Ministro dell’interno 2 agosto 2005, recante
«Regole tecniche e di sicurezza per la redazione dei piani di
sicurezza comunali per la gestione delle postazioni di emissione CIE,
in attuazione del comma 2 dell’articolo 7-viciester della legge 31
marzo 2005, n. 43»;
Visto l’articolo 16-bis, del decreto-legge 29 novembre 2008, n.
185, convertito in legge 28 gennaio 2009, n. 2, recante «Misure
urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e
per ridisegnare in funzione anticrisi il quadro strategico
nazionale»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 7 settembre
2010, n. 166, recante il «Regolamento recante il riordino
dell’Istituto nazionale di statistica»;
Visto il Regolamento (CE) 763/2008 del Parlamento europeo e del
Consiglio del 9 luglio 2008 relativo ai censimenti della popolazione
e delle abitazioni;
Visto il Regolamento (CE) 223/2009 del Parlamento europeo e del
Consiglio dell’11 marzo 2009 relativo alle statistiche europee e che
abroga il regolamento (CE, Euratom) n. 1101/2008 del Parlamento
europeo e del Consiglio, relativo alla trasmissione all’Istituto
statistico delle Comunita’ europee di dati statistici protetti dal
segreto, il regolamento (CE) n. 322/97 del Consiglio, relativo alle
statistiche comunitarie, e la decisione 89/382/CEE, Euratom del
Consiglio, che istituisce un comitato del programma statistico delle
Comunita’ europee;

TESTO COMPLETO IN FORMATO ZIP/PDF

MINISTERO DELL’INTERNO – DECRETO 19 gennaio 2012, n. 32 – Nuovo regolamento di gestione dell’Indice nazionale delle anagrafi. (12G0052) – (GU n. 76 del 30-3-2012

Edilone.it