MINISTERO DELL'INTERNO - COMUNICATO | Edilone.it

MINISTERO DELL’INTERNO – COMUNICATO

MINISTERO DELL'INTERNO - COMUNICATO - Riconoscimento e classificazione di alcuni manufatti esplosivi (GU n. 235 del 8-10-2005)

MINISTERO DELL’INTERNO

COMUNICATO

Riconoscimento e classificazione di alcuni manufatti esplosivi

Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.8623-XV.J(3967) del
5 settembre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Cobra 1 FR (peso netto g 9,250);
Cobra 3 FR (peso netto g 20,750);
Cobra 5 FR (peso netto g 32,250);
Atomyc 1 FR (peso netto g 9,250);
Atomyc 3 FR (peso netto g 20,750);
Atomyc 5 FR (peso netto g 32,250);
Cobra 173 FR (peso netto g 2,500);
Cobra 176 FR (peso netto g 6,200);
Cobra 249 FR (peso netto g 9,200);
Atomyc 173 FR (peso netto g 2,500);
Atomyc 176 FR (peso netto g 6,200);
Atomyc 249 FR (peso netto g 9,200);
sono riconosciuti, su istanza del sig. Di Blasio Elio, titolare di
deposito di esplosivi di IV e V categoria in Teramo – contrada
Caprafico, ai sensi dell’art. 53 del Testo unico delle leggi di
pubblica sicurezza e classificati nella IV categoria dell’Allegato A
al regolamento di esecuzione del citato Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.6684-XV.J(3958) del
5 settembre 2005, i manufatti esplosivi denominati: «Cobra T.T. 253»
(peso netto g 8,2) e «Cobra T.T. 6025» (peso netto g 35,20) sono
riconosciuti, su istanza del sig. Di Blasio Elio, titolare di
deposito di esplosivi di IV e V categoria in Teramo – contrada
Caprafico, ai sensi dell’art. 53 del Testo unico delle leggi di
pubblica sicurezza e classificati nella IV categoria dell’Allegato A
al regolamento di esecuzione del citato Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.7125-XV.J(3963) del
5 settembre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Cobra 2 2G (peso netto g 9,5);
Cobra 3 2G (peso netto g 14,5);
Cobra 4 2G (peso netto g 14);
Cobra 5 2G (peso netto g 18);
Cobra 6 2G (peso netto g 28);
sono riconosciuti, su istanza del sig. Di Blasio Elio, titolare di
deposito di esplosivi di IV e V categoria in Teramo – contrada
Caprafico, ai sensi dell’art. 53 del Testo unico delle leggi di
pubblica sicurezza e classificati nella IV categoria dell’Allegato A
al regolamento di esecuzione del citato Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.9284-XV.J(4012) del
5 settembre 2005, i manufatti esplosivi denominati: «Atomyc 171 ES»
(peso netto g 1); «Atomyc 172 ES» (peso netto g 2); «Atomyc 243 ES»
(peso netto g 3) sono riconosciuti, su istanza del sig. Di Blasio
Elio, titolare di deposito di esplosivi di IV e V categoria in Teramo
– contrada Caprafico, ai sensi dell’art. 53 del Testo unico delle
leggi di pubblica sicurezza e classificati nella IV categoria
dell’Allegato A al regolamento di esecuzione del citato Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.6950-XV.J(3962) del
5 settembre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Cobra 171 (peso netto g 1);
Cobra 172 (peso netto g 2);
Cobra 173 (peso netto g 3);
Cobra 174 (peso netto g 4,5);
Cobra 243 (peso netto g 3);
sono riconosciuti, su istanza del sig. Di Blasio Elio, titolare di
deposito di esplosivi di IV e V categoria in Teramo – contrada
Caprafico, ai sensi dell’art. 53 del Testo unico delle leggi di
pubblica sicurezza e classificati nella IV categoria dell’Allegato A
al regolamento di esecuzione del citato Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.15797-XV.J(3892) del
5 settembre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Bomba di Candia 80 (peso netto g 360);
Bomba di Candia 90 (peso netto g 640);
Bomba di Candia 100 (peso netto g 900);
Bomba di Candia 130 (peso netto g 1350);
Bomba di Candia 160-A (peso netto g 2200);
Bomba di Candia 160-B (peso netto g 4200);
Bomba di Candia 160-F (peso netto g 2340);
Bomba di Candia 210-A (peso netto g 4200);
Bomba di Candia 210-T (peso netto g 11000);
Flash Candia (peso netto g 680);
sono riconosciuti, su istanza del sig. Di Candia Carmelo, titolare di
fabbrica di fuochi artificiali in Sassano (Salerno) – contrada San
Michele, ai sensi dell’art. 53 del Testo unico delle leggi di
pubblica sicurezza e classificati nella IV categoria dell’Allegato A
al regolamento di esecuzione del citato Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.8320-XV.J(3727) del
5 settembre 2005, il manufatto esplosivo denominato «Cilindro Giglio
Rosso Calibro 122 mm» (peso netto g 1770) e’ riconosciuto, su istanza
del sig. Parente Giuseppe, titolare di fabbrica di fuochi artificiali
in Torremaggiore (Foggia) – contrada Pagliata Vecchia, ai sensi
dell’art. 53 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e
classificato nella IV categoria dell’Allegato A al regolamento di
esecuzione del citato Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.2076-XV.J(3692) del
5 settembre 2005, i manufatti esplosivi denominati: «Sfera Izzo 13»
(peso netto g 727), «Sfera Izzo 16» (peso netto g 1393) e «Sfera Izzo
21» (peso netto g 2578) sono riconosciuti, su istanza del sig. Izzo
Vincenzo, titolare di fabbrica di fuochi artificiali in Pontelatone
(Caserta) – loc. Serra – fraz. Treglia, ai sensi dell’art. 53 del
Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e classificati nella IV
categoria dell’Allegato A al regolamento di esecuzione del citato
Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.1685-XV.J(3922) del
5 settembre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Bacqua 100 di colore rosso (peso netto g 351);
Bacqua 100 di colore blu (peso netto g 351);
Bacqua 100 di colore verde (peso netto g 351);
Bacqua 100 di colore bianco tremolante (peso netto g 351);
Bacqua 100 di colore giallo tremolante (peso netto g 351);
Bacqua 100 di colore viola (peso netto g 351);
Bacqua 100 di colore arancio (peso netto g 351);
Bacqua 100 di colore oro (peso netto g 351);
sono riconosciuti, su istanza della Pirotecnica Soldi S.r.l., con
fabbrica di fuochi artificiali in Piandisco’ (Arezzo), ai sensi
dell’art. 53 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e
classificati nella IV categoria dell’Allegato A al regolamento di
esecuzione del citato Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.1695-XV.J(3912) del
5 settembre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Bengale con microstelle (peso netto g 42);
Bengale con luce verde (peso netto g 42);
Bengale con luce rossa (peso netto g 42);
Bengale con luce bianca (peso netto g 42);
sono riconosciuti, su istanza della Pirotecnica Soldi S.r.l., con
fabbrica di fuochi artificiali in Piandisco’ (Arezzo), ai sensi
dell’art. 53 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e
classificati nella IV categoria dell’Allegato A al regolamento di
esecuzione del citato Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.1697-XV.J(3910) del
5 settembre 2005, il manufatto esplosivo denominato «Lampetto» (peso
netto g 5,5) e’ riconosciuto, su istanza della Pirotecnica Soldi
S.r.l., con fabbrica di fuochi artificiali in Piandisco’ (Arezzo), ai
sensi dell’art. 53 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza
e classificato nella IV categoria dell’Allegato A al regolamento di
esecuzione del citato Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.1696-XV.J(3911) del
5 settembre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Facqua versione composizione fontana 1 (peso netto g 80);
Facqua versione composizione fontana 2 (peso netto g 80);
sono riconosciuti, su istanza della Pirotecnica Soldi S.r.l., con
fabbrica di fuochi artificiali in Piandisco’ (Arezzo), ai sensi
dell’art. 53 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e
classificati nella IV categoria dell’Allegato «A» al regolamento di
esecuzione del citato Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.3155-XV.J(3733) del
5 settembre 2005, il manufatto esplosivo denominato «Mina Limpet MN
110 IM» e’ riconosciuto, su istanza della S.E.I. – Societa’ esplosivi
industriali S.p.a. con sede in Ghedi (Brescia), ai sensi dell’art. 53
del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e classificato
nella II categoria dell’Allegato A al regolamento di esecuzione del
citato Testo unico, con numero ONU 0056, 1.1D.
Il suddetto prodotto e’ destinato ad impieghi militari.

MINISTERO DELL’INTERNO – COMUNICATO

Edilone.it