MINISTERO DELL'INTERNO - COMUNICATO | Edilone.it

MINISTERO DELL’INTERNO – COMUNICATO

MINISTERO DELL'INTERNO - COMUNICATO - Riconoscimento e classificazione di alcuni manufatti esplosivi (GU n. 277 del 28-11-2005)

MINISTERO DELL’INTERNO

COMUNICATO

Riconoscimento e classificazione di alcuni manufatti esplosivi

Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.11026-XV.J(2917) del
2 novembre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Bruscella B sfera 21 (peso netto g 2100);
Bruscella B sfera 10 (peso netto g 351,5);
Bruscella B sfera 16 (peso netto g 1251,0);
Bruscella B sfera 13 (peso netto g 753,0);
Bruscella B 100-1 (peso netto g 773);
Bruscella B 140-1 (peso netto g 2070);
Bruscella B 140-2 (peso netto g 3310);
Bruscella B 170-1 (peso netto g 3670);
sono riconosciuti, su istanza del sig. Bruscella Bartolomeo, titolare
di fabbrica di fuochi artificiali in Modugno (Bari) – localita’
Procida Maffei, ai sensi dell’art. 53 del testo unico delle leggi di
pubblica sicurezza e classificati nella IV categoria dell’allegato A
al regolamento di esecuzione del citato testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.15178-XV.J(3885) del
2 novembre 2005, il manufatto esplosivo denominato «Nap cilindro
peonia rossa cal. 80 mm» (peso netto g 263) e’ riconosciuto, su
istanza del sig. Parente Giuseppe, titolare di fabbrica di fuochi
artificiali in Torremaggiore (Foggia) – contrada Pagliata Vecchia, ai
sensi dell’art. 53 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza
e classificato nella IV categoria dell’allegato A al regolamento di
esecuzione del citato testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.15418-XV.J(3888) del
2 novembre 2005, il manufatto esplosivo denominato «Nap cilindro
peonia verde cal. 60 mm» (peso netto g 139) e’ riconosciuto, su
istanza del sig. Parente Giuseppe, titolare di fabbrica di fuochi
artificiali in Torremaggiore (Foggia) – contrada Pagliata Vecchia, ai
sensi dell’art. 53 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza
e classificato nella IV categoria dell’allegato A al regolamento di
esecuzione del citato testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.15417-XV.J(3887) del
2 novembre 2005, il manufatto esplosivo denominato «Nap cilindro
vulcano rosso cal. 60 mm» (peso netto g 223) e’ riconosciuto, su
istanza del sig. Parente Giuseppe, titolare di fabbrica di fuochi
artificiali in Torremaggiore (Foggia) – contrada Pagliata Vecchia, ai
sensi dell’art. 53 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza
e classificato nella IV categoria dell’allegato A al regolamento di
esecuzione del citato testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.2557-XV.J(2868) del
2 novembre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
tornado color 190 di colore bianco (peso netto g 77,3);
tornado color 190 di colore giallo (peso netto g 77,3);
tornado color 190 di colore rosso (peso netto g 77,3);
tornado color 190 di colore blu (peso netto g 77,3);
sono riconosciuti, su istanza del sig. Romano Ignazio, titolare di
fabbrica di fuochi artificiali in Boscotrecase (Napoli), ai sensi
dell’art. 53 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e
classificati nella IV categoria dell’allegato A al regolamento di
esecuzione del citato testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.10742-XV.J(3728) del
2 novembre 2005, il manufatto esplosivo denominato «BCGS 801 (d.f.:
FS 2003)» (peso netto g 204) e’ riconosciuto, su istanza del sig.
Giovanni Lipori, titolare di deposito di esplosivi di IV e V
categoria in Giugliano in Campania (Napoli), ai sensi dell’art. 53
del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e classificato
nella IV categoria dell’allegato A al regolamento di esecuzione del
citato testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.10741-XV.J(3690) del
2 novembre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
BCGC 202 (d.f.: FS 2001) (peso netto g 471);
BC 6081 (d.f.: FS 992) (peso netto g 1422);
BC 12 (d.f.: FS 1075) (peso netto g 3150);
BCY 9 (d.f.: FS 947) (peso netto g 172,5);
sono riconosciuti, su istanza del sig. Giovanni Lipori, titolare di
deposito di esplosivi di IV e V categoria in Giugliano in Campania
(Napoli), ai sensi dell’art. 53 del testo unico delle leggi di
pubblica sicurezza e classificati nella IV categoria dell’allegato A
al regolamento di esecuzione del citato testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.13716-XV.J(3629) del
2 novembre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
BOR 674 (d.f.: UB 0674-03) (peso netto g 106,50);
UB 0676 (d.f.: UB 0676-03) (peso netto g 331);
0684 (d.f.: UB 0684-03) (peso netto g 163);
UB 0672-03 (d.f.: UB 0672-03) (peso netto g 364,5);
sono riconosciuti, su istanza della U. Borgonovo S.r.l., con sede in
Inzago (Milano) – localita’ Cascina Draga, ai sensi dell’art. 53 del
testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e classificati nella IV
categoria dell’allegato A al regolamento di esecuzione del citato
testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.12597-XVJ/1/49/2004-CE(12)
del 27 ottobre 2005, il prodotto esplodente di seguito elencato e’
classificato, ai sensi dell’art. 19, comma 3a) del decreto
19 settembre 2002, n. 272, nella categoria dell’allegato A al
regolamento di esecuzione del citato testo unico, con il relativo
numero ONU, come di seguito indicato:

=====================================================================
Numero di denominazione Codice di Classifica ex art. 82
Identificazione classificazione Reg.to T.U.L.P.S
———————————————————————
0081 ERGODYN 30E 1.1.D II

Sull’imballaggio di tale esplosivo deve essere apposta
un’etichetta riportante, oltre a quanto previsto dalla direttiva n.
93/15 e dal decreto legislativo 14 marzo 2003, n. 65 (Gazzetta
Ufficiale n. 87 del 14 aprile 2003 – serie generale – attuativo della
direttiva CE), anche i seguenti dati: denominazione del prodotto,
numero ONU e classe di rischio, numero di certificato «CE del Tipo»,
categoria dell’esplosivo secondo il T.U.L.P.S., numero del presente
provvedimento, nome del fabbricante, nome dell’importatore titolare
delle licenze di Polizia, indicazione di eventuali pericoli nel
maneggio e trasporto. Per il citato esplosivo la ditta importatrice
«S.E.I. societa’ esplosivi industriali S.p.a.», con sede a Ghedi
(Brescia), ha prodotto l’attestato «CE del Tipo» n. 0589.EXP.1146/01
del 16 dicembre 2003, rilasciato dall’organismo notificato
«Bundesanstalt fur materialforschung und – Prufung (BAM) Berlin
(Germany)» su richiesta della societa’ fabbricante «Zaklady Tworzyw
Sztucznych Erg Bierun S.A. Bierun – (Polonia).

MINISTERO DELL’INTERNO – COMUNICATO

Edilone.it