MINISTERO DELL'INTERNO - COMUNICATO | Edilone.it

MINISTERO DELL’INTERNO – COMUNICATO

MINISTERO DELL'INTERNO - COMUNICATO - Riconoscimento e classificazione di alcuni manufatti esplosivi (GU n. 261 del 9-11-2005)

MINISTERO DELL’INTERNO

COMUNICATO

Riconoscimento e classificazione di alcuni manufatti esplosivi

Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.5242-XV.J(3929) del
4 ottobre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
motore chemring MK216 mod. 3 completo: 1° categoria, numero ONU
0186, 1.3C;
motore chemring MK216 mod. 3 privo di accenditore:
1ª categoria, numero ONU 0186, 1.3C;
motore chemring MK216 mod. 3 completo di accenditore e privo di
iniziatori: 1ª categoria, numero ONU 0186, 1.3C;
accenditore del motore chemring MK216 mod. 3 privo di
iniziatori: 5ª categoria – gruppo «B», numero ONU 0186, 1.3C;
accenditore del motore chemring MK216 mod. 3 completo di
iniziatori: 5ª categoria – gruppo «B», numero ONU 0186, 1.3C;
M106 a Electric Squib: 5ª categoria – gruppo «B», numero ONU
0454, 1.4S;
sono riconosciuti, su istanza della Avio S.p.a. con stabilimento in
Colleferro (Roma), ai sensi dell’art. 53 del testo unico delle leggi
di Pubblica sicurezza e classificati nelle categorie e gruppi
dell’allegato «A» al Regolamento di esecuzione del citato testo
unico, con i relativi numeri ONU, come sopra indicato.
I suddetti manufatti sono destinati ad impieghi militari.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.18773-XV.J(3899) del
4 ottobre 2005, il manufatto esplosivo denominato «Corpo bomba
d’aereo da 500 LBS Attivo in PBXN-109 – Enhanced MK82 Warhead for PGB
– Paveway IV System», e’ riconosciuto, su istanza della S.E.I. –
Societa’ Esplosivi Industriali S.p.a. con sede in Ghedi (Brescia), ai
sensi dell’art. 53 del testo unico delle leggi di Pubblica sicurezza
e classificato nella 2ª categoria dell’allegato «A» al Regolamento di
esecuzione del citato testo unico, con numero ONU 0034, 1.1D.
Il suddetto manufatto e’ destinato ad impieghi militari.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.11685-XVJ(3287) del
7 ottobre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
De Carlo M 100-1 (peso netto g 785);
De Carlo M 100-2 (peso netto g 613);
De Carlo M 160-2 (peso netto g 4680);
sono riconosciuti, su istanza del sig. De Carlo Martino, titolare di
fabbrica di fuochi artificiali in Gioia del Colle (Bari) – zona
Castiglione, ai sensi dell’art. 53 del testo unico delle leggi di
Pubblica sicurezza e classificati nella 4ª categoria dell’allegato
«A» al Regolamento di esecuzione del citato testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.2558-XV.J(2870) del
7 ottobre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Tornado color 500 di colore bianco (peso netto g 80,3);
Tornado color 500 di colore giallo (peso netto g 80,3);
Tornado color 500 di colore rosso (peso netto g 80,3);
Tornado color 500 di colore blu (peso netto g 80,3);
sono riconosciuti, su istanza del sig. Romano Ignazio, titolare di
fabbrica di fuochi artificiali in Boscotrecase (Napoli), ai sensi
dell’art. 53 del testo unico delle leggi di Pubblica sicurezza e
classificati nella 4ª categoria dell’allegato «A» al Regolamento di
esecuzione del citato testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.11684-XV.J(3285) del
7 ottobre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
De Carlo M 80-1 (peso netto g 430);
De Carlo M 80-2 (peso netto g 340);
De Carlo M 80-3 (peso netto g 510);
sono riconosciuti, su istanza del sig. De Carlo Martino, titolare di
fabbrica di fuochi artificiali in Gioia del Colle (Bari) – zona
Castiglione, ai sensi dell’art. 53 del testo unico delle leggi di
Pubblica sicurezza e classificati nella 4ª categoria dell’allegato
«A» al Regolamento di esecuzione del citato testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.17351-XV.J(3897) del
4 ottobre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
carica da demolizione in TNT da g 100;
carica da demolizione in TNT da g 200;
carica da demolizione in TNT da g 500;
carica da demolizione in TNT da g 1000;
sono riconosciuti, su istanza della S.E.I. – Societa’ Esplosivi
Industriali S.p.a. con sede in Ghedi (Brescia), ai sensi dell’art. 53
del testo unico delle leggi di Pubblica sicurezza e classificati
nella 2ª categoria dell’allegato «A» al Regolamento di esecuzione del
citato testo unico, con numero ONU 0048, 1.1D.
I suddetti manufatti sono destinati ad impieghi militari.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.2805-XV.J(3936) del
4 ottobre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Adapter booster di ogiva caricato con esplosivo insensibile
PBXN-7;
Adapter booster di fondello caricato con esplosivo insensibile
PBXN-7;
sono riconosciuti, su istanza della S.E.I. – Societa’ esplosivi
industriali S.p.a. con sede in Ghedi (Brescia), ai sensi dell’art. 53
del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e classificati
nella il categoria dell’allegato «A» al Regolamento di esecuzione del
citato Testo unico, con numero ONU 0042, 1.1D.
I suddetti manufatti sono destinati ad impieghi militari.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.2530-XV.J(3935) del
4 ottobre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Adattatore con booster per cap doa: II categoria, con numero
ONU 0042, 1.1D;
Cap doa con adattatore: II categoria, con numero ONU 0408.
1.1D;
sono riconosciuti, su istanza della S.E.I. – Societa’ ,S.p.a. con
sede in Ghedi (Brescia), ai sensi dell’art. 53 del testo unico delle
Leggi di pubblica sicurezza e classificati nelle categorie e gruppi
dell’allegato «A» al Regolamento di esecuzione del citato Testo
unico, con i relativi numeri ONU, come sopra indicato.
I suddetti manufatti sono destinati ad impieghi militari.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.6247-XV.J(3016) del
4 ottobre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Martarello 377 (d.o.: MA 377) (peso netto g 5424);
Martarelo 378 (d.o.: MA. 378) (peso netto g 1367,45);
Martarello 379 (d.o.: MA 379) (peso netto g 1367,45);
Martarello 380 (d.o.: M.A. 380) (peso netto g 1367,45);
Martarello 381 (d.o.: MA. 381) (peso netto g 1017,45);
Martarello 382 (d.o.: M.A. 382) (peso netto g 1367,45);
sono riconosciuti, su istanza del sig. Martarello Ermes, titolare di
fabbrica di fuochi artificiali in Lago di Arqua’ Polesine (Rovigo),
ai sensi dell’art. 53 del testo unico delle leggi di pubblica
sicurezza e classificati nella IV categoria dell’allegato «A» al
Regolamento di esecuzione del citato Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.5201-XV.J(3947) del
4 ottobre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Martarello ISV-75/NG (peso netto g 220);
Martarello 1SV-75/S (peso netto g 220);
sono riconosciuti, su istanza del sig. Martarello Ermes, titolare di
fabbrica di fuochi artificiali in Lago di Arqua’ Polesine (Rovigo),
ai sensi dell’art. 53 del testo unico delle leggi di pubblica
sicurezza e classificati nella IV categoria dell’allegato «A» al
regolamento di esecuzione del citato Testo unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.2635-XV.J(3933) del
4 ottobre 2005, il manufatto esplosivo denominato «New Bomba Romano
C.210» (peso netto g. 16000) e’ riconosciuto, su istanza del sig.
Romano Ignazio, titolare di fabbrica di fuochi artificiali in
Boscotrecase (Napoli), ai sensi dell’art. 53 del testo unico delle
leggi di pubblica sicurezza e classificato nella IV categoria
dell’allegato «A» al regolamento di esecuzione del citato Testo
unico.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.5348-XV.J(3948) del
4 ottobre 2005, i manufatti esplosivi denominati:
Martarello 1S-5/NO (peso netto g 100);
Martarello 1S-5/S (peso netto g 100);
Martarello 1SV-5/YNR (peso netto g 130);
Martarello 1SV-5/SR (peso netto g 130);
Martarello 1CV-5/BCC (peso netto g 99);
Martarello 1CV-5/SRC (peso netto g 99);
sono riconosciuti, su istanza del sig. Martarello Ermes, titolare di
fabbrica di fuochi artificiali in Lago di Arqua’ Polesine (Rovigo),
ai sensi dell’art. 53 del Testo unico delle leggi di pubblica
sicurezza e classificati nella IV categoria dell’allegato «A» al
regolamento di esecuzione del citato Testo unico.

MINISTERO DELL’INTERNO – COMUNICATO

Edilone.it