MINISTERO DELL'INTERNO | Edilone.it

MINISTERO DELL’INTERNO

MINISTERO DELL'INTERNO - DECRETO 27 aprile 2005: Procedure e requisiti per l'autorizzazione e l'iscrizione degli agrotecnici ed agrotecnici laureati negli elenchi del Ministero dell'interno, di cui alla legge 7 dicembre 1984, n. 818. Delimitazione del settore di operativita' di tali professionisti nel campo della prevenzione incendi. (GU n. 107 del 10-5-2005)

MINISTERO DELL’INTERNO

DECRETO 27 aprile 2005

Procedure e requisiti per l’autorizzazione e l’iscrizione degli
agrotecnici ed agrotecnici laureati negli elenchi del Ministero
dell’interno, di cui alla legge 7 dicembre 1984, n. 818.
Delimitazione del settore di operativita’ di tali professionisti nel
campo della prevenzione incendi.

IL MINISTRO DELL’INTERNO

Vista la legge 13 maggio 1961,n. 469, concernente l’ordinamento dei
servizi antincendi e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco;
Vista la legge 26 luglio 1965, n. 966, concernente la «Disciplina
delle tariffe, delle modalita’ di pagamento e dei compensi al
personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco per i servizi a
pagamento»;
Vista la legge 7 dicembre 1984, n. 818, concernente «Nulla osta
provvisorio per le attivita’ soggette ai controlli di prevenzione
incendi, modifica degli articoli 2 e 3 della legge 4 marzo 1982, n.
66, e norme integrative dell’ordinamento del Corpo nazionale dei
vigili del fuoco»;
Visto il decreto del Ministro dell’interno del 16 febbraio 1982,
relativo alle «Modificazioni al decreto ministeriale 27 settembre
1965, concernente la determinazione delle attivita’ soggette alle
visite di prevenzione incendi» pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 98 del 9 aprile 1982, modificato con
decreto del Ministro dell’interno 27 marzo 1985;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 luglio 1982, n.
577, relativo alla «Approvazione del regolamento concernente
l’espletamento dei servizi di prevenzione e di vigilanza antincendi»,
modificato con decreto del Presidente della Repubblica 10 giugno
2004, n. 200;
Visto il decreto del Ministro dell’interno del 25 marzo 1985,
«Procedure e requisiti per l’autorizzazione e l’iscrizione dei
professionisti negli elenchi del Ministero dell’interno di cui alla
legge 7 dicembre 1984, n. 818» pubblicato nel supplemento ordinario
alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 95 del 22 aprile
1985;
Visto il parere del Ministero della giustizia, Dipartimento per gli
affari di giustizia, Direzione generale della giustizia civile del
15 dicembre 2004, prot. n. 13421/04, che reputa di non ravvisare
elementi ostativi alla possibilita’ di ritenere il titolo di
agrotecnici equivalente a quello di perito agrario e di dottore
agronomo e forestale, per l’eventuale inserimento negli elenchi del
Ministero dell’interno di cui alla legge 7 dicembre 1984, n 818;
Valutata a seguito di esame dei rispettivi ordinamenti
professionali, la possibilita’ di inserire tra le categorie di
professionisti di cui al decreto del Ministro dell’interno 25 marzo
1985 anche quelle degli agrotecnici e agrotecnici laureati;
Considerato, che in relazione a quanto previsto nei citati
ordinamenti professionali occorre delimitare il settore di
operativita’ di tali professioni nel campo della prevenzione incendi;
Decreta:

Art. 1.

1. I professionisti iscritti negli albi professionali degli
agrotecnici ed agrotecnici laureati, possono essere autorizzati,
nell’ambito delle rispettive competenze professionali, stabilite
dalle leggi e dai regolamenti, a rilasciare, ai fini
dell’approvazione del progetto o del rilascio o del rinnovo del
certificato di prevenzione incendi, le certificazioni previste dalla
legge 7 dicembre 1984, n. 818, unicamente per le attivita’
rispondenti ad entrambe le seguenti condizioni:
a) siano ascrivibili alle voci specificate ai punti 9), 15), 18),
35), 36), 37), 38), 39), 40), 41), 46), 50), 60), 87), 88), 91), 92)
dell’allegato al decreto del Ministro dell’interno 16 febbraio 1982
emanato di concerto con il Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato;
b) siano strettamente attinenti il settore agricolo o quello
rurale.
2. La sussistenza della condizione di cui al punto b) del
precedente comma deve essere dimostrata dal titolare dell’attivita’
mediante atto rilasciato da autorita’ o ente preposto o, in
alternativa, attraverso dichiarazione sostitutiva dell’atto di
notorieta’ resa nelle forme di legge.

Art. 2.

1. Salvo quanto specificato nel seguente art. 3, per
l’autorizzazione e per l’iscrizione a domanda negli appositi elenchi
del Ministero dell’interno di cui alla legge 7 dicembre 1984, n. 818,
art. 1, comma secondo, o per l’autorizzazione provvisoria a
rilasciare le certificazioni di cui all’art. 1 si adottano, per i
professionisti di cui all’articolo stesso, le disposizioni e
procedure contenute nel decreto del Ministro dell’interno 25 marzo
1985.

Art. 3.

1. A riguardo dei professionisti di cui all’art. 1 viene stabilito
quanto segue:
a) ai fini autorizzativi non sono ammessi i requisiti contemplati
nell’art. 4, secondo comma, punti b), d) ed f) del decreto del
Ministro dell’interno 25 marzo 1985;
b) la lettera di individuazione della professione, indicata come
«lettera iniziale delle professioni» all’art. 11, comma 3, del
decreto del Ministro dell’interno 25 marzo 1985, e’ stabilita come
segue: «B» per gli agrotecnici ed agrotecnici laureati.
Roma, 27 aprile 2005
Il Ministro: Pisanu

MINISTERO DELL’INTERNO

Edilone.it