MINISTERO DELL'INTERNO | Edilone.it

MINISTERO DELL’INTERNO

MINISTERO DELL'INTERNO - DECRETO 24 giugno 2004: Costituzione del Comitato di coordinamento per l'Alta sorveglianza delle grandi opere, presso l'Ufficio di Gabinetto del Ministro dell'interno. (GU n. 231 del 1-10-2004)

MINISTERO DELL’INTERNO

DECRETO 24 giugno 2004

Costituzione del Comitato di coordinamento per l’Alta sorveglianza
delle grandi opere, presso l’Ufficio di Gabinetto del Ministro
dell’interno.

IL MINISTRO DELL’INTERNO

Visto il decreto del Ministro dell’interno, di concerto con i
Ministri della giustizia e delle infrastrutture e dei trasporti, in
data 14 marzo 2003 con il quale, in attuazione dell’art. 15, comma 5,
del decreto legislativo 20 agosto 2002, n. 190, sono state
individuate le procedure per il monitoraggio delle infrastrutture ed
insediamenti industriali per la prevenzione e la repressione dei
tentativi di infiltrazione mafiosa;
Visti, in particolare, l’art. 3 di detto decreto con il quale e’
stato costituito il Comitato di coordinamento per l’Alta sorveglianza
delle grandi opere e l’art. 6 con il quale e’ stato previsto un
contingente di personale, nell’ambito del Gabinetto del Ministro
dell’interno, per il supporto tecnico-amministrativo del Comitato;
Visto il proprio decreto in data 10 maggio 2003, con il quale si e’
provveduto alla nomina dei componenti il Comitato;
Considerato che con decreto ministeriale in data 8 giugno 2004 si
e’ provveduto ad integrare la composizione del Comitato con la
presenza di tre rappresentanti del Ministero dell’economia e delle
finanze;
Ritentuto di dover adeguare la composizione del Comitato a seguito
della sostituzione di un rappresentante del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti;
Viste le designazioni pervenute;
Decreta:
Art. 1.

Il Comitato di coordinamento per l’Alta sorveglianza delle grandi
opere, costituito presso l’Ufficio di Gabinetto del Ministro
dell’interno e’ cosi’ composto:
dott. Bruno Frattasi, in rappresentanza del Ministero
dell’interno;
dott. Enzo Calabria, in servizio presso la Direzione centrale
della Polizia criminale, in rappresentanza del Ministero
dell’interno;
col. Guardia di finanza Ernesto Nardo, in servizio presso la
Direzione investigativa antimafia, in rappresentanza del Ministero
dell’interno;
dott. Bruno Erroi, in rappresentanza del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti;
dott. Fabio Rolli, in rappresentanza del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti;
dott.ssa Tiziana Sestan, in rappresentanza del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti;
ing. Aldo Mancurti, in rappresentanza del Ministero dell’economia
e delle finanze;
dott.ssa Amalia Senesi, in rappresentanza del Ministero
dell’economia e delle finanze;
dott. Luca Celi, in rappresentanza del Ministero dell’economia e
delle finanze;
cons. Lucio Di Pietro, in rappresentanza della Direzione
nazionale antimafia;
cons. Corrado Lembo, in rappresentanza della Direzione nazionale
antimafia;
ing. Adriano Cavicchi, in rappresentanza dell’Autorita’ per la
vigilanza sui lavori pubblici;
ing. Leonardo Miconi, in rappresentanza dell’Autorita’ per la
vigilanza sui lavori pubblici.
Svolge le funzioni di coordinatore del Comitato il viceprefetto
dott. Bruno Frattasi, in servizio presso l’Ufficio di Gabinetto del
Ministro dell’interno.

Art. 2.

Il supporto tecnico amministrativo alle attivita’ del Comitato e’
assicurato dal personale sottoelencato in servizio presso l’Ufficio
di Gabinetto del Ministro dell’interno:
viceprefetto, dott. Carlo Notaro;
viceprefetto, dott.ssa Franca Tancredi;
viceprefetto, dott.ssa Alessandra Guidi;
viceprefetto aggiunto, dott. Giancarlo Di Vincenzo;
funzionario di organizzazione, dott. Antonello Ghera;
collaboratore informatico, dott.ssa Alessandra Rodomontini;
assistente informatico, sig.ra Stefania Alessi;
assistente amministrativo contabile, sig. Luigi Di Masi.
Alla dott.ssa Alessandra Guidi sono attribuite le funzioni di
segretario del Comitato.
Roma, 24 giugno 2004
Il Ministro: Pisanu

MINISTERO DELL’INTERNO

Edilone.it