MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 8 febbraio 2011 | Edilone.it

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 8 febbraio 2011

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 8 febbraio 2011 - Semplificazione della rilevazione degli aggi e dei compensi ai sensi dell'articolo 23, comma 21-septies, del decreto-legge 1º luglio 2009, n. 78, convertito dalla legge 3 agosto 2009, n. 102. (11A02228) (GU n. 40 del 18-2-2011 )

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 8 febbraio 2011

Semplificazione della rilevazione degli aggi e dei compensi ai sensi
dell’articolo 23, comma 21-septies, del decreto-legge 1º luglio 2009,
n. 78, convertito dalla legge 3 agosto 2009, n. 102. (11A02228)

IL MINISTRO

Visto l’art. 24 della legge 22 dicembre 1957, n. 1293, concernente
la retribuzione ad aggio per i rivenditori dei generi di monopolio;
Visto l’art. 1 della legge 5 febbraio 1992, n. 81, concernente
l’elevazione dell’aggio ai rivenditori dei generi di Monopolio;
Visto l’art. 39 del decreto del Presidente della Repubblica 26
ottobre 1972, n. 642 concernente la disciplina dell’imposta di bollo
sulla vendita dei valori bollati;
Visto l’art. 1, comma 1-bis, del decreto – legge 12 luglio 2004, n.
168 convertito in legge con modificazioni dall’art. 1 della legge 30
luglio 2004, n. 191, recante interventi urgenti per il contenimento
della spesa pubblica;
Visto l’art. 215 del decreto del Presidente della Repubblica 29
maggio 1982, n. 655, concernente la disciplina dello smercio delle
carte – valori;
Visto l’art. 11, del decreto – legge 20 giugno 1996, n. 323,
convertito in legge, con modificazioni, dalla legge 8 agosto 1996, n.
425, concernente l’Imposta sulle assicurazioni, sul gas metano e
altre entrate;
Visto l’art. 4 del decreto del Presidente della Repubblica 7 agosto
1990, n. 303, concernente il compenso ai raccoglitori delle giocate
del lotto;
Visto il regolamento generale delle lotterie nazionali
«Solidarieta’ nazionale», «Lotteria di Merano» e «Italia» approvato
con decreto del Presidente della Repubblica del 20 novembre 1948, n.
1677, e successive modificazioni;
Visto il decreto del Ministero delle poste e telecomunicazioni 19
dicembre 1983 concernente l’aumento dell’aggio spettante ai
rivenditori secondari di carte valori postali;
Visto il regolamento delle lotterie nazionali ad estrazione
istantanea adottato con decreto del Ministero delle finanze 12
febbraio 1991, n. 183, e in particolare l’art. 7;
Visto l’art. 2 del Regolamento recante norme concernenti il
contributo dovuto allo Stato dai raccoglitori del gioco del lotto e
la determinazione dell’aggio per i medesimi, adottato con decreto del
Ministero delle finanze 13 dicembre 1999, n. 474;
Visti gli articoli 1 e 5 del decreto del Presidente del Consiglio
dei Ministri 25 gennaio 1999, n. 11, come modificato dall’art. 1 del
Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 novembre 2009,
n. 186, concernenti il compenso spettante ai tabaccai che riscuotono
le tasse automobilistiche;

Decreta:

Art. 1

Ambito applicativo

1. Le disposizioni del presente decreto trovano applicazione nei
confronti dei soggetti che effettuano le operazioni elencate al
successivo art. 2 e che si avvalgono dei regimi contabili di cui
all’art. 18 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre
1973, n. 600.

Art. 2

Operazioni ammesse

1. Ai fini della presente disposizione rientrano nella
semplificazione contabile le operazioni di seguito indicate:
a) cessione di generi di monopolio, relativamente all’importo
dell’aggio spettante per la vendita;
b) cessione di valori bollati e postali, marche assicurative e
valori similari, nonche’ delle tasse di concessione Governativa,
relativamente all’importo dell’aggio spettante per la vendita;
c) gestione del lotto e delle lotterie, relativamente all’importo
del margine spettante per il servizio di raccolta delle giocate e
della vendita dei biglietti;
d) servizio di incasso delle tasse automobilistiche ed attivita’
analoghe, relativamente all’importo del compenso spettante per la
prestazione del servizio.

Art. 3

Modalita’ e periodicita’ di registrazione

1. A decorrere dal 1° gennaio 2011, gli aggi ed i compensi comunque
denominati indicati all’art. 2 possono essere rilevati contabilmente
in un’unica registrazione riassuntiva, relativa a tutte le operazioni
svolte nell’anno, distinti per tipologia, fornitore ovvero gestore
informatico.
2. La registrazione unica degli importi di cui all’art. 2 e’
eseguita entro il 31 gennaio dell’anno successivo con riferimento
alle operazioni poste in essere nel periodo contabile precedente.

Art. 4

Documentazione

1. Ai fini della corretta registrazione degli aggi e dei compensi
comunque denominati indicati all’art. 2, comma 1, i soggetti di cui
all’art. 1 utilizzano la seguente documentazione:
a) per gli aggi di cui alla lettera a), le fatture rilasciate dai
depositi fiscali per i generi dagli stessi distribuiti;
b) per gli aggi, il margine ed i compensi di cui alle lettere b),
c) e d), idonea documentazione fiscalmente valida rilasciata dai
fornitori o dai gestori informatici incaricati della gestione del
prodotto o del servizio.
2. La registrazione unica di tutti gli aggi, del margine e dei
compensi riferibili alle operazioni svolte nell’anno non modifica i
termini di emissione e conservazione della documentazione fiscale di
cui al precedente art. 2.
3. Per le registrazioni sopra indicate i rivenditori possono
utilizzare anche qualsiasi ulteriore ed idonea documentazione
rilasciata dai soggetti indicati al comma 1, dalla quale siano
desumibili inequivocabilmente gli aggi ovvero i compensi spettanti.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 8 febbraio 2011

Il Ministro: Tremonti

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 8 febbraio 2011

Edilone.it