MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 5 novembre 2010 | Edilone.it

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 5 novembre 2010

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 5 novembre 2010 - Cofinanziamento nazionale del progetto LIFE + Environment 2008 n. 08 NAT-IT-00342 «Development of a quick monitoring index as a tool to assess environmental impacts of transegenic crops», di cui al Regolamento CE n. 614/2007. (Decreto n. 31/2010). (11A00730) (GU n. 24 del 31-1-2011 )

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 5 novembre 2010

Cofinanziamento nazionale del progetto LIFE + Environment 2008 n. 08
NAT-IT-00342 «Development of a quick monitoring index as a tool to
assess environmental impacts of transegenic crops», di cui al
Regolamento CE n. 614/2007. (Decreto n. 31/2010). (11A00730)

L’ISPETTORE GENERALE CAPO
per i rapporti finanziari con l’unione europea

Vista la legge 16 aprile 1987, n. 183, concernente il coordinamento
delle politiche riguardanti l’appartenenza dell’Italia alle Comunita’
europee e l’adeguamento dell’ordinamento interno agli atti normativi
comunitari;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 1988,
n. 568 e successive modificazioni ed integrazioni, recante il
regolamento sulla organizzazione e sulle procedure amministrative del
Fondo di rotazione, di cui alla predetta legge n. 183/1987 ed in
particolare il decreto del Ministro del Tesoro, del bilancio e della
programmazione economica 21 ottobre 2000, concernente la modifica
delle procedure di pagamento;
Vista la legge 6 febbraio 1996, n. 52, concernente disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia
alle Comunita’ europee (legge comunitaria 1994);
Vista la legge 17 maggio 1999, n. 144, che, all’art. 3, ha previsto
il trasferimento dei compiti di gestione tecnica e finanziaria, gia’
attribuiti al CIPE, alle Amministrazioni competenti per materia;
Vista la delibera CIPE n. 141/99 del 6 agosto 1999, concernente il
riordino delle competenze del CIPE, che devolve al Ministero del
tesoro, del bilancio e della programmazione economica – d’intesa con
le Amministrazioni competenti – la determinazione della quota
nazionale pubblica dei programmi, progetti ed altre iniziative
cofinanziate dall’Unione europea;
Visto il decreto del Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica 15 maggio 2000, relativo all’attribuzione
delle quote di cofinanziamento nazionale a carico della legge n.
183/1987 per gli interventi di politica comunitaria che, al fine di
assicurare l’intesa di cui alla predetta delibera CIPE n. 141/99, ha
istituito un apposito Gruppo di lavoro presso il Dipartimento della
Ragioneria generale dello Stato – I.G.R.U.E.;
Vista la delibera CIPE n. 89/2000 del 4 agosto 2000, concernente
direttive generali per l’intervento del Fondo di rotazione per
l’attuazione delle politiche comunitarie, di cui alla legge n.
183/1987, a favore di programmi, progetti e azioni in regime di
cofinanziamento con l’Unione europea;
Visto il regolamento CE del Parlamento europeo e del Consiglio
dell’Unione europea n. 614/2007, che istituisce uno strumento
finanziario per l’ambiente (LIFE +) e che prevede obiettivi specifici
nell’ambito delle tre componenti: LIFE + Natura e biodiversita’; LIFE
+ Politica e governanza ambientali; LIFE + Informazione e
comunicazione;
Visto il contratto n. LIFE08 NAT/IT/000342, di concessione del
contributo per la realizzazione di apposito progetto, stipulato il 20
novembre 2009 tra la Commissione europea e l’Agenzia Regionale per lo
Sviluppo e l’Innovazione in agricoltura, Beneficiario incaricato del
coordinamento, che prevede tra i Beneficiari Associati il Consiglio
Nazionale delle Ricerche – Istituto di Genetica Vegetale ed altri
soggetti nazionali, il cui costo complessivo e’ pari a 1.822.590,00
euro, finanziato in parte con risorse comunitarie provenienti da LIFE
+ ed in parte con risorse nazionali;
Vista la nota del Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di
Genetica Vegetale n. 4012 del 5 agosto 2010, che quantifica in
1.014.274,00 euro il totale delle spese ammissibili di propria
competenza, relative al suddetto progetto di durata triennale;
Vista la medesima nota del Consiglio Nazionale delle Ricerche –
Istituto di Genetica Vegetale n. 4012 del 5 agosto 2010 che, a fronte
di contributi comunitari pari a 507.137,00 euro, quantifica il
fabbisogno finanziario statale in 507.137,00 euro, pari al 49 per
cento del costo totale ammissibile della propria quota del suddetto
progetto approvato;
Considerata la necessita’ di ricorrere per tale fabbisogno statale
alle disponibilita’ del Fondo di rotazione per l’attuazione delle
politiche comunitarie, di cui alla citata legge n. 183/1987;
Viste le risultanze del Gruppo di lavoro presso il Dipartimento
della Ragioneria generale dello Stato – I.G.R.U.E., di cui al citato
decreto del Ministro del tesoro 15 maggio 2000, nella riunione
svoltasi in data 5 novembre 2010 con la partecipazione delle
Amministrazioni interessate;

Decreta:

1. Ai fini della realizzazione degli interventi relativi al
progetto LIFE + Environment 2008 «Development of a quick monitoring
index as a tool to assess environmental impacts of transegenic crops»
(LIFE08 NAT/IT/000342), che ha durata triennale, approvato dalla
Commissione europea a valere sullo strumento finanziario per
l’ambiente LIFE + di cui alle premesse, e’ autorizzato, a valere
sulle risorse del Fondo di rotazione di cui alla legge n. 183/1987,
il cofinanziamento statale di 507.137,00 euro al Consiglio Nazionale
delle Ricerche – Istituto di Genetica Vegetale.
2. La quota a carico del Fondo di rotazione viene erogata secondo
le modalita’ previste dalla normativa vigente, sulla base delle
richieste inoltrate dal Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto
di Genetica Vegetale, per il tramite del Ministero dell’Istruzione,
dell’Universita’ e della Ricerca.
3. Eventuali rettifiche apportate dalla Commissione europea alla
quota comunitaria, dopo la chiusura del progetto, comportano una
riduzione proporzionale della corrispondente quota a carico della
legge n. 183/1987. L’eccedenza tra la predetta quota posta a carico
del Fondo di rotazione e le somme rideterminate a seguito delle
rettifiche comunitarie viene rimborsata al Fondo medesimo.
4. Il Ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca
ed il Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Genetica
Vegetale adottano tutte le iniziative ed i provvedimenti necessari
per utilizzare, entro le scadenze previste, i finanziamenti
comunitari e nazionali relativi al programma ed effettuano i
controlli di competenza.
5. Il presente decreto viene trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione e successivamente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 5 novembre 2010

L’Ispettore generale capo: Amadori

Registrato alla Corte dei conti il 10 gennaio 2011
Ufficio controllo Ministeri economico-finanziario registro n. 1
Economia e finanze foglio n. 120.

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 5 novembre 2010

Edilone.it