MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 27 aprile 2012 | Edilone.it

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 27 aprile 2012

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 27 aprile 2012 - Smobilizzo degli investimenti finanziari degli enti ed organismi pubblici passati al regime della tesoreria unica in attuazione dell'art. 35, comma 9, del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito con modificazioni in legge 24 marzo 2012, n. 27. (12A05092) (GU n. 100 del 30-4-2012 )

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 27 aprile 2012

Smobilizzo degli investimenti finanziari degli enti ed organismi
pubblici passati al regime della tesoreria unica in attuazione
dell’art. 35, comma 9, del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1,
convertito con modificazioni in legge 24 marzo 2012, n. 27.
(12A05092)

IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE II
del Dipartimento del Tesoro

Visto il decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito con
modificazioni, in Legge 24 marzo 2012, n. 27 recante disposizioni
urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la
competitivita’, nonche’ il Decreto Legge 24 marzo 2012 n. 29 recante
integrazioni al Decreto Legge 24 gennaio 2012, n. 1;
Visto l’art. 35 del citato decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1,
commi da 8 a 13, recanti disposizioni in materia di tesoreria unica,
ed in particolare il comma 9, che prevede l’individuazione, con
decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento
del Tesoro, degli eventuali investimenti finanziari da smobilizzare,
ad eccezione di quelli in titoli di Stato italiani;
Vista la circolare n. 11 del 24 marzo 2012 del Ministero
dell’Economia e delle Finanze, Dipartimento della Ragioneria Generale
dello Stato – Ispettorato Generale per la Finanza delle Pubbliche
Amministrazioni, recante disposizioni di attuazione dell’art.35,
commi 8-13, nella quale e’, tra l’altro, allegato l’elenco degli enti
cui si applica la relativa disciplina;
Ritenuto necessario procedere all’individuazione degli investimenti
finanziari il cui smobilizzo e’ ritenuto indispensabile, nel quadro
delle misure riguardanti il regime di tesoreria unica disposte ai
fini della tutela dell’unita’ economica della Repubblica e del
coordinamento della finanza pubblica;
Considerata l’esigenza di escludere dal novero degli investimenti
da smobilizzare quelli non aventi effetti netti positivi ai fini
degli afflussi di fondi e quelli aventi possibili effetti negativi
per gli enti ed organismi pubblici;

Decreta:

Gli enti ed organismi pubblici di cui ai commi 8 e 11 dell’art. 35
del decreto-legge del 24 gennaio 2012, n. 1 smobilizzano, ai sensi
del comma 9 del medesimo articolo, gli investimenti costituiti da
impieghi di disponibilita’ liquide, effettuati al fine di aumentarne
la redditivita’, in prodotti finanziari cosi’ come definiti dal
decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58, esclusi i buoni postali
fruttiferi e i libretti di risparmio postale.
Gli enti ed organismi pubblici possono non smobilizzare gli
investimenti in strumenti finanziari, cosi’ come definiti dal decreto
legislativo 24 febbraio 1998 n. 58, solo nel caso in cui il loro
valore di mercato al 30 aprile 2012 sia inferiore al prezzo di
acquisto.
Tenuto conto delle indicazioni fornite con circolare n. 11 del 24
marzo 2012, citata nelle premesse, sono altresi’ esclusi:
gli investimenti delle somme accantonate per costituire
meccanismi di ammortamento graduale del debito, resi obbligatori
dall’art. 41, comma 2, primo periodo, della legge 28 dicembre 2001,
n. 448 per l’emissione di buoni obbligazionari con rimborso in unica
soluzione alla scadenza, compresi gli eventuali reinvestimenti di
importi nel frattempo divenuti disponibili;
gli investimenti in titoli e depositi che costituiscono
accantonamenti per fondi di previdenza a capitalizzazione per la
quiescenza del personale dipendente;
gli investimenti in valori mobiliari provenienti da atti di
liberalita’ di privati che hanno posto uno specifico vincolo di
destinazione al lascito;
gli investimenti, di norma temporanei, di risorse rivenienti da
operazioni di indebitamento non sorrette da contributo pubblico.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica Italiana.
Roma, 27 aprile 2012

Il direttore: Cannata

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 27 aprile 2012

Edilone.it