MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 19 aprile 2006 | Edilone.it

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 19 aprile 2006

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 19 aprile 2006 - Integrazione del decreto 11 marzo 2004, attuativo del comma 1 dell'articolo 50 del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, e successive modificazioni, al fine di definire i parametri delle tessere sanitarie regionali, autorizzate ai sensi del comma 11 del citato articolo 50. (GU n. 95 del 24-4-2006)

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 19 aprile 2006

Integrazione del decreto 11 marzo 2004, attuativo del comma 1
dell’articolo 50 del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269,
convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326,
e successive modificazioni, al fine di definire i parametri delle
tessere sanitarie regionali, autorizzate ai sensi del comma 11 del
citato articolo 50.

IL MINISTERO DELL’ECONOMIA
E DELLE FINANZE
di concerto con
IL MINISTERO DELLA SALUTE
e
LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
dipartimento per l’innovazione e le tecnologie

Visto l’art. 50, del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269,
convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326,
e successive modificazioni, recante disposizioni in materia di
monitoraggio della spesa nel settore sanitario e di appropriatezza
delle prescrizioni sanitarie;
Visto il comma 1 del citato art. 50, il quale dispone, tra
l’altro che il Ministero dell’economia e delle finanze, con decreto
adottato di concerto con il Ministero della salute e con la
Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per
l’innovazione e le tecnologie, definisce i parametri della tessera
sanitaria (TS); il Ministero dell’economia e delle finanze cura la
generazione e la progressiva consegna della TS, a partire dal
1° gennaio 2004, a tutti i soggetti gia’ titolari di codice fiscale,
nonche’ ai soggetti che fanno richiesta di attribuzione del codice
fiscale ovvero ai quali lo stesso e’ attribuito d’ufficio;
Visto il decreto 11 marzo 2004 del Ministero dell’economia e
delle finanze, di concerto con il Ministero della salute e con la
Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per
l’innovazione e le tecnologie, attuativo del comma 1 del citato art.
50, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 251 del 25 ottobre 2004,
che, in particolare, riporta nell’allegato A le caratteristiche
tecniche della tessera sanitaria (TS).
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre
1973, n. 605, e successive modificazioni, concernente le disposizioni
relative all’anagrafe tributaria e al codice fiscale;
Visto il decreto del Ministro delle finanze 23 dicembre 1976,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, supplemento ordinario, n. 345
del 29 dicembre 1976, e successive modificazioni, concernente le
modalita’ per l’attribuzione e comunicazione del numero di codice
fiscale;
Visto il decreto del Ministero delle finanze 15 novembre 1983,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 333 del 5 dicembre 1983,
concernente l’approvazione del tesserino plastificato di codice
fiscale;
Visto il decreto 30 giugno 2004 del Ministro dell’economia e
delle finanze, di concerto con il Ministro della salute, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 153 del 2 luglio 2004, attuativo del
comma 6 del citato art. 50, concernente le modalita’ di gestione
della tessera sanitaria e il programma di applicazione del sistema di
monitoraggio della spesa nel settore sanitario, il quale prevede, tra
l’altro, nelle premesse, che la TS sostituisce il tesserino
plastificato di codice fiscale;
Visto il comma 11 del citato art. 50, il quale stabilisce, tra
l’altro, che l’adempimento regionale, di cui all’art. 52, comma 4,
lettera a), della legge 27 dicembre 2002, n. 289, ai fini
dell’accesso all’adeguamento del finanziamento del Servizio sanitario
nazionale (SSN) per gli anni 2003, 2004 e 2005, si considera
rispettato dall’applicazione delle disposizioni del medesimo art. 50.
Tale adempimento s’intende rispettato anche nel caso in cui le
regioni e le province autonome dimostrino di avere realizzato
direttamente nel proprio territorio sistemi di monitoraggio delle
prescrizioni mediche nonche’ di trasmissione telematica al Ministero
dell’economia e delle finanze di copia dei dati dalle stesse
acquisiti, i cui standard tecnologici e di efficienza ed
effettivita’, verificati d’intesa con il Ministero dell’economia e
delle finanze, risultino non inferiori a quelli realizzati in
attuazione del richiamato art. 50;
Vista la nota del Ministero dell’economia e delle finanze n.
141622 del 1° dicembre 2004 di autorizzazione della richiesta di
adesione totale al comma 11 del citato art. 50 da parte della regione
Lombardia, per l’adozione, tra l’altro, della propria tessera
sanitaria i cui standard tecnologici, di efficienza ed effettivita’
risultano non inferiori a quelli realizzati in attuazione del citato
art. 50, subordinatamente al rispetto da parte della regione
Lombardia degli impegni assunti in sede di autorizzazione;
Vista la nota del Ministero dell’economia e delle finanze n.
59366 del 9 maggio 2005 di autorizzazione della richiesta di adesione
parziale al comma 11 del citato art. 50 da parte della regione
Veneto, per l’adozione, in parte del territorio regionale, della
propria tessera sanitaria i cui standard tecnologici, di efficienza
ed effettivita’ risultano non inferiori a quelli realizzati in
attuazione del citato art. 50, subordinatamente al rispetto da parte
della regione Veneto degli impegni assunti in sede di autorizzazione;
Vista la nota del Ministero dell’economia e delle finanze n.
158689 del 21 dicembre 2005 di autorizzazione della richiesta di
adesione parziale al comma 11 del citato art. 50 da parte della
regione Sardegna, per la personalizzazione del fronte della TS nello
spazio riservato ai dati regionali;
Vista la nota del Ministero dell’economia e delle finanze n.
166655 del 12 dicembre 2005 di autorizzazione della richiesta di
adesione parziale al comma 11 del citato art. 50 da parte della
Regione siciliana, per l’adozione della propria tessera sanitaria i
cui standard tecnologici, di efficienza ed effettivita’ sono
risultati non inferiori a quelli realizzati in attuazione del citato
art. 50, subordinatamente al rispetto da parte della Regione
siciliana degli impegni assunti in sede di autorizzazione;
Vista la nota del Ministero dell’economia e delle finanze n.
36214 del 10 marzo 2006 di autorizzazione della richiesta di adesione
parziale al comma 11 del citato art. 50 da parte della regione
Friuli-Venezia Giulia, per l’adozione della propria tessera sanitaria
i cui standard tecnologici, di efficienza ed effettivita’ sono
risultati non inferiori a quelli realizzati in attuazione del citato
art. 50, subordinatamente al rispetto da parte della regione
Friuli-Venezia Giulia degli impegni assunti in sede di
autorizzazione;
Tenuto conto dello stato di avanzamento degli impegni assunti
dalle predette regioni aderenti al comma 11 del citato art. 50 e
degli obblighi di comunicazione del codice fiscale e di ogni sua
variazione da parte del Ministero dell’economia e delle finanze, di
cui al citato decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre
1973, n. 605, e successive modificazioni e che non si sono
integralmente perfezionati per la regione Lombardia sia i predetti
impegni realizzativi sia gli obblighi di comunicazione e per la
regione Veneto gli obblighi di comunicazione;
Ritenuto di dover integrare il citato decreto 11 marzo 2004 del
Ministero dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministero
della salute e con la Presidenza del Consiglio dei Ministri –
Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie, attuativo del comma 1
del citato art. 50, al fine di definire i parametri delle tessere
sanitarie regionali autorizzate ai sensi del comma 11 del citato art.
50, in quanto risultano non inferiori agli standard tecnologici, di
efficienza ed effettivita’ a quelli realizzati in attuazione del
citato art. 50.
Decreta:
Art. 1.
Dopo l’art. 1 del decreto 11 marzo 2004 del Ministero
dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministero della
salute e con la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento
per l’innovazione e le tecnologie concernente le caratteristiche
tecniche della tessera sanitaria (TS), sono inseriti i seguenti
articoli:
«Art. 1-bis (Tessere sanitarie regionali). – 1. Ai sensi del
comma 11 dell’art. 50, del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269,
convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326,
e successive modificazioni, sono riconosciute conformi alle
caratteristiche tecniche della tessera sanitaria (TS) di cui all’art.
1, le tessere adottate dalle regioni Lombardia, Veneto, Sardegna,
Sicilia, Friuli-Venezia Giulia, di cui all’allegato B, che
costituisce parte integrante del presente decreto.».
«Art. 1-ter (Tessere sanitarie regionali sostitutive del
tesserino plastificato del codice fiscale). – 1. Con riferimento alle
tessere sanitarie regionali di cui all’art. 1-bis, le tessere
adottate dalle regioni Sardegna, Sicilia e Friuli-Venezia Giulia
risultano anche sostitutive del tesserino plastificato del codice
fiscale di cui al decreto 15 novembre 1983 del Ministero delle
finanze.
2. Con successivi decreti sono indicate le ulteriori tessere
sanitarie regionali che risultano anche sostitutive del tesserino
plastificato del codice fiscale di cui al decreto 15 novembre 1983
del Ministero delle finanze.».

Roma, 19 aprile 2006

p. Il Ministero dell’economia
e delle finanze
Il Ragioniere generale dello Stato
Canzio

p. Il Ministero della salute
Il capo del Dipartimento della qualita’
Mastrocola

p. La Presidenza del Consiglio dei Ministri
Il capo del Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie
Pelosi

Allegato B

—-> Vedere Allegato da pag. 10 a pag. 12 della G.U. in formato
zip/pdf

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 19 aprile 2006

Edilone.it