MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 17 giugno 2011 | Edilone.it

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 17 giugno 2011

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 17 giugno 2011 - Individuazione dei beni che possono essere oggetto delle attivita' agricole connesse di cui all'articolo 32, comma 2, lettera c), del testo unico delle imposte sui redditi. (11A08637) - (GU n. 147 del 27-6-2011 )

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 17 giugno 2011

Individuazione dei beni che possono essere oggetto delle attivita’
agricole connesse di cui all’articolo 32, comma 2, lettera c), del
testo unico delle imposte sui redditi. (11A08637)

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA
E DELLE FINANZE

Visti gli articoli 7 e 8 della legge delega 5 marzo 2001, n. 57,
recante la legge delega per la modernizzazione nei settori
dell’agricoltura, delle foreste, della pesca e dell’acquacoltura;
Visto l’art. 1 del decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 228,
riguardante l’orientamento e la modernizzazione del settore agricolo,
a norma dell’art. 7 della legge 5 marzo 2001, n. 57;
Visto, in particolare, il comma 1 del predetto art. 1 del decreto
legislativo n. 228 del 2001, che ha sostituito l’art. 2135 del codice
civile riformulando cosi’ la nozione di imprenditore agricolo;
Visto l’art. 1 della legge 7 marzo 2003, n. 38, recante
disposizioni in materia di agricoltura, che ha previsto, tra l’altro,
di coordinare la normativa statale tributaria con le disposizioni di
cui al decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 228, prevedendo
l’adozione di appositi regimi di forfetizzazione degli imponibili e
delle imposte;
Visto l’art. 2, comma 6, lettera a), della legge finanziaria 24
dicembre 2003, n. 350, che ha sostituito il contenuto dell’art. 29,
comma 2, lettera c), del decreto del Presidente della Repubblica 22
dicembre 1986, n. 917, in materia di attivita’ connesse in
agricoltura;
Visto l’art. 1 del decreto legislativo 12 dicembre 2003, n. 344,
che ha modificato il testo unico delle imposte sui redditi, di cui al
decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917;
Visto il nuovo art. 32, comma 2, lettera c) del citato decreto del
Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, recante la
qualificazione del reddito agrario ed in particolare delle attivita’
considerate comunque produttive di reddito agrario;
Vista la legge 24 dicembre 2004, n. 313, recante disposizioni
concernenti la disciplina dell’apicoltura;
Vista la classificazione delle attivita’ economiche «Ateco 2007»
approvata con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate
del 16 novembre 2007 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 296 del
21 dicembre 2007, adottata in sostituzione della classificazione
delle attivita’ economiche «Atecofin 2004», approvata con
provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 23
dicembre 2003 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 301 del 30
dicembre 2003;
Visto il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 5
agosto 2010, recante l’individuazione dei beni che possono essere
oggetto delle attivita’ agricole connesse di cui all’art. 32, comma
2, lettera c) del decreto del Presidente della Repubblica del 22
dicembre 1986, n. 917, con il quale, tenuto conto della proposta del
Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, espressa
con nota n. 6180 del 20 aprile 2010, e’ stata modifica la tabella
allegata al decreto del Vice Ministro dell’economia e delle finanze
del 26 ottobre 2007;
Tenuto conto dell’ulteriore proposta del Ministro delle politiche
agricole alimentari e forestali, espressa con nota n. 0020576 del 21
dicembre 2010, con la quale viene chiesto di modificare l’ultima
dizione della tabella allegata al decreto del Ministro dell’economia
e delle finanze del 5 agosto 2010;
Tenuto conto del parere favorevole del Ministero delle politiche
agricole alimentari e forestali, espresso con nota n. 0003653 del 26
aprile 2011, concernente la limitazione alla sola «produzione di
pane» dell’attivita’ produttiva di reddito agrario;

Decreta:

Art. 1

Individuazione dei beni oggetto delle attivita’ agricole

1. La tabella allegata al decreto ministeriale 5 agosto 2010, nella
quale sono individuati i beni prodotti e le relative attivita’
agricole di cui all’art. 32, comma 2, lettera c) del testo unico
delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della
Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, e’ sostituita dalla tabella
allegata al presente decreto.

Art. 2

Decorrenza

1. Le disposizioni del presente decreto hanno effetto dal periodo
di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2010.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 17 giugno 2011

Il Ministro: Tremonti

Allegato

TABELLA DEI PRODOTTI AGRICOLI

Produzione di carni e prodotti della loro macellazione (10.11.0 –
10.12.0);
Produzione di carne essiccata, salata o affumicata, salsicce e
salami (ex 10.13.0);
Lavorazione e conservazione delle patate, escluse le produzioni
di pure’ di patate disidratato, di snack a base di patate, di
patatine fritte e la sbucciatura industriale delle patate (ex
10.31.0);
Produzione di succhi di frutta e di ortaggi (10.32.0);
Lavorazione e conservazione di frutta e di ortaggi (10.39.0);
Produzione di olio di oliva e di semi oleosi (01.26.0 – 10.41.1 –
10.41.2);
Produzione di olio di semi di granturco (olio di mais) (ex
10.62.0);
Trattamento igienico del latte e produzione dei derivati del
latte (01.41.0 – 01.45.0 – 10.51.1 – 10.51.2);
Lavorazione delle granaglie (da 10.61.1 a 10.61.3);
Produzione di farina o sfarinati di legumi da granella secchi, di
radici o tuberi o di frutta in guscio commestibile (ex 10.61.4);
Produzione di pane (ex 10.71.1);
Produzione di vini (01.21.0 – 11.02.1 – 11.02.2);
Produzione di grappa (ex 11.01.0);
Produzione di aceto (ex 10.84.0);
Produzione di sidro e di altri vini a base di frutta (11.03.0);
Produzione di malto (11.06.0) e birra (11.05.0);
Disidratazione di erba medica (ex 10.91.0);
Lavorazione, raffinazione e confezionamento del miele (ex
10.89.0);
Produzione e conservazione di pesce, crostacei e molluschi,
mediante congelamento, surgelamento, essiccazione, affumicatura,
salatura, immersione in salamoia, inscatolamento, e produzione di
filetti di pesce (ex 10.20.0);
Manipolazione dei prodotti derivanti dalle coltivazioni di cui
alle classi 01.11, 01.12, 01.13, 01.15, 01.16, 01.19, 01.21, 01.23,
01.24, 01.25, 01.26, 01.27, 01.28 e 01.30, nonche’ di quelli
derivanti dalle attivita’ di cui ai sopraelencati gruppi e classi.

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 17 giugno 2011

Edilone.it