MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE | Edilone.it

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 17 marzo 2005: Modalita' di versamento della sanzione pecuniaria aggiuntiva per i lavori realizzati in assenza o difformita' dalla autorizzazione paesaggistica, di cui all'articolo 1, commi 37, lettera b), n. 2), e 38, della legge 15 dicembre 2004, n. 308. (GU n. 73 del 30-3-2005)

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 17 marzo 2005

Modalita’ di versamento della sanzione pecuniaria aggiuntiva per i
lavori realizzati in assenza o difformita’ dalla autorizzazione
paesaggistica, di cui all’articolo 1, commi 37, lettera b), n. 2), e
38, della legge 15 dicembre 2004, n. 308.

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

Vista la legge 15 dicembre 2004, n. 308, recante delega al Governo
per il riordino, il coordinamento e l’integrazione della legislazione
in materia ambientale e misure di diretta applicazione;
Visto, in particolare, l’art. 1, comma 38, della citata legge n.
308 del 2004, con il quale e’ stabilito, tra l’altro, che la sanzione
pecuniaria aggiuntiva, prevista dal comma 37, lettera b), numero 2),
del citato art. 1 per l’estinzione del reato di cui all’art. 181 del
decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, concernente l’esecuzione
di lavori di qualsiasi genere su beni paesaggistici in assenza di
autorizzazione o in difformita’ da essa, e di ogni altro reato in
materia paesaggistica, e’ riscossa dal Ministero dell’economia e
delle finanze e riassegnata alle competenti unita’ previsionali di
base dello stato di previsione della spesa del Ministero per i beni e
le attivita’ culturali;
Visto l’art. 1, comma 2, del decreto-legge 15 aprile 2002, n. 63,
convertito, con modificazioni, dalla legge 15 giugno 2002, n. 112,
che prevede l’emanazione di un decreto di natura non regolamentare
del Ministro dell’economia e delle finanze per stabilire, tra
l’altro, modalita’ di riscossione di entrate anche di natura non
tributaria;
Visto il capo III del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241,
recante disposizioni in materia di riscossione e, in particolare,
l’art. 17, che prevede l’effettuazione di versamenti unitari, con
eventuale compensazione delle entrate previste dal comma 2 dello
stesso articolo;
Considerato che il predetto versamento si configura come entrata di
natura non tributaria;
Ritenuto che occorre, pertanto, stabilire le modalita’ di
riscossione della predetta sanzione pecuniaria;
Decreta:

Art. l.
Modalita’ di versamento della sanzione pecuniaria aggiuntiva per
lavori realizzati in assenza o difformita’ dalla autorizzazione
paesaggistica

1. Il versamento delle somme dovute a titolo di sanzione pecuniaria
aggiuntiva prevista dall’art. 1, comma 37, lettera b), numero 2),
della legge 15 dicembre 2004, n. 308, ai fini della estinzione del
reato di cui all’art. 181 del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n.
42, e di ogni altro reato in materia paesaggistica, e’ effettuato con
le modalita’ di cui all’art. 17 del decreto legislativo 9 luglio
1997, n. 241, esclusa in ogni caso la compensazione ivi prevista.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 17 marzo 2005
Il Ministro: Siniscalco

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

Edilone.it