MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE | Edilone.it

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 20 ottobre 2004: Costituzione del fondo immobiliare denominato Patrimonio Uno. (GU n. 275 del 23-11-2004)

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 20 ottobre 2004

Costituzione del fondo immobiliare denominato Patrimonio Uno.

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE
Visto l’art. 4 del decreto-legge 25 settembre 2001, n. 351,
convertito, con modificazioni, dalla legge 23 novembre 2001, n. 410
(nel seguito indicato come l’«art. 4»), concernente il conferimento
di beni immobili a fondi comuni di investimento immobiliare, ai sensi
del quale il Ministro dell’economia e delle finanze e’ autorizzato a
promuovere la costituzione di uno o piu’ fondi comuni di investimento
immobiliare, conferendo beni immobili ad uso diverso da quello
residenziale dello Stato, dell’Amministrazione autonoma dei monopoli
di Stato e degli enti pubblici non territoriali individuati con uno o
piu’ decreti del Ministro dell’economia e delle finanze da pubblicare
nella Gazzetta Ufficiale;
Visto in particolare il comma 2, dell’art. 4, ai sensi del quale le
disposizioni di cui agli articoli da 1 a 3 del citato decreto-legge
25 settembre 2001, n. 351 si applicano, per quanto compatibili, ai
trasferimenti dei beni immobili ai fondi comuni di investimento di
cui al comma 1 del medesimo art. 4;
Visto il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, recante il
testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione
finanziaria ed in particolare il titolo III, capo II, recante
disposizioni in materia di fondi comuni di investimento;
Visto l’art. 14-bis della legge 25 gennaio 1994, n. 86 (nel seguito
indicato come l’«art. 14-bis») concernente le modalita’ operative per
la istituzione di fondi immobiliari con apporto di beni immobili o di
diritti reali su immobili esclusivamente dallo Stato, da enti
previdenziali pubblici, da regioni, da enti locali e loro consorzi,
nonche’ da societa’ interamente possedute, anche indirettamente,
dagli stessi soggetti;
Visto il decreto ministeriale 24 maggio 1999, n. 228, recante norme
per la determinazione dei criteri generali cui devono essere
uniformati i fondi comuni di investimento, con particolare
riferimento agli articoli 12, 12-bis e 13, concernenti la disciplina
dei fondi chiusi, anche immobiliari, ed in particolare ad apporto
pubblico;
Considerata l’opportunita’, anche ai fini della razionalizzazione
degli immobili posseduti dallo Stato e dagli enti pubblici, nonche’
del contenimento delle spese sostenute per la gestione di tali
immobili, di procedere alla costituzione di un fondo comune di
investimento immobiliare di tipo chiuso cui apportare o trasferire,
tra l’altro, immobili ad uso diverso da quello residenziale
individuati tra quelli di proprieta’ dello Stato e degli enti
pubblici non territoriali;
Preso atto che la Patrimonio dello Stato S.p.a., a cio’ autorizzata
dal Ministero dell’economia e delle finanze, ha promosso l’avvio
della costituzione, ai sensi dell’art. 14-bis, di un fondo comune di
investimento immobiliare denominato «Patrimonio Uno» (nel seguito
indicato come il «Fondo») fra l’altro selezionando, con procedura ad
evidenza pubblica, la societa’ di gestione del Fondo;
Valutata l’opportunita’ di promuovere la costituzione del Fondo
conferendo o trasferendo allo stesso beni immobili in conformita’
alle previsioni dell’art. 4;
Decreta:
Art. 1.
E’ promossa la costituzione del fondo di investimento immobiliare
«Patrimonio Uno», gia’ istituito ai sensi dell’art. l4-bis, cui sono
conferiti o trasferiti ai sensi dell’art. 4 beni immobili ad uso
diverso da quello residenziale di proprieta’ dello Stato e degli
altri soggetti indicati nell’art. 4 stesso, individuati con
successivi decreti emanati dal Ministro dell’economia e delle
finanze, di concerto con il relativo Ministro vigilante, per gli
immobili soggetti alla vigilanza di altro Ministero.
Le modalita’ di costituzione del Fondo, le caratteristiche delle
quote emesse a fronte degli immobili conferiti, di cui al precedente
capoverso, nonche’ le relative procedure di collocamento, saranno
definite con successivi decreti emanati dal Ministro dell’economia e
delle finanze.

Art. 2.
In conformita’ all’art. 14-bis, la societa’ di gestione del Fondo
procede al collocamento delle quote emesse dal Fondo di cui all’art.
1, avvalendosi, per effettuare il collocamento stesso, di una o piu’
banche o istituti finanziari italiani o esteri di comprovata
esperienza nella costituzione di fondi immobiliari e nel collocamento
delle quote emesse da tali fondi, individuati dalla societa’ di
gestione stessa con procedura competitiva, tenuto conto dell’offerta
piu’ vantaggiosa con riferimento all’importo delle commissioni e del
rimborso spese richiesto per il collocamento e per le relative
attivita’ propedeutiche all’emissione delle quote.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 20 ottobre 2004
p. Il Ministro: Armosino

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

Edilone.it