MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - CIRCOLARE 27 luglio 2004, n.9: Applicazione del regolamento CE n. 2707/2000, modificato da ultimo dal regolamento CE n. 816/2004, recante modalita' di applicazione del regolamento CE n. 1255/1999 | Edilone.it

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI – CIRCOLARE 27 luglio 2004, n.9: Applicazione del regolamento CE n. 2707/2000, modificato da ultimo dal regolamento CE n. 816/2004, recante modalita’ di applicazione del regolamento CE n. 1255/1999

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - CIRCOLARE 27 luglio 2004, n.9: Applicazione del regolamento CE n. 2707/2000, modificato da ultimo dal regolamento CE n. 816/2004, recante modalita' di applicazione del regolamento CE n. 1255/1999 del Consiglio relativamente alla concessione di un aiuto comunitario per la cessione di latte e di taluni prodotti lattiero-caseari agli allievi delle scuole. (GU n. 180 del 3-8-2004)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

CIRCOLARE 27 luglio 2004, n.9

Applicazione del regolamento CE n. 2707/2000, modificato da ultimo
dal regolamento CE n. 816/2004, recante modalita’ di applicazione del
regolamento CE n. 1255/1999 del Consiglio relativamente alla
concessione di un aiuto comunitario per la cessione di latte e di
taluni prodotti lattiero-caseari agli allievi delle scuole.

All’AGEA
Agli Assessorati all’agricoltura delle
regioni e delle province autonome di
Trento e Bolzano
Al Ministero dell’interno
Al Ministero dell’istruzione,
dell’universita’ e della ricerca
Al Comando generale della Guardia di
finanza
All’Ispettorato centrale repressione
frodi
All’Assocaseari
All’Assolatte
Alla Federazione nazionale coop.
agricole e agroalimentari nazionali
All’Anca

A seguito dell’allargamento dell’Unione europea e della revisione a
medio termine dell’organizzazione comune di mercato nel settore del
latte sono state apportate alcune modifiche al regolamento CE n.
2707/2000.
Le modifiche, contenute nel regolamento CE n. 816/2004, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea n. L 153 del 30 aprile
2004, riguardano, in particolare, gli importi degli aiuti, le
categorie di prodotti ammissibili e le misure di controllo.
Lo stesso regolamento fornisce, inoltre, alcune precisazioni in
merito al periodo durante il quale gli alunni beneficiano dell’aiuto
per i prodotti lattiero-caseari consumati.
Periodo per il quale e’ concesso l’aiuto
Per quanto concerne questo aspetto viene precisato, all’art. 1
punto (1) del regolamento CE n. 816/2004, che gli alunni beneficiano
dell’aiuto durante la totalita’ dei giorni di scuola e che il numero
totale dei giorni di scuola, escluse le vacanze, deve essere
confermato dall’autorita’ didattica o dall’istituto scolastico.
L’obiettivo di questa disposizione e’ di rafforzare e chiarire il
concetto della non applicabilita’ dell’aiuto ai prodotti distribuiti
nei periodi non scolastici e durante i soggiorni in colonie di
vacanza.
Misure di controllo
Con il regolamento CE n. 816/2004 viene sancito l’obbligo di
verificare che i prodotti distribuiti siano conformi ai requisiti
della direttiva n. 92/46 CEE del Consiglio, per quanto concerne, in
particolare, la preparazione in stabilimenti riconosciuti e la
presenza della bollatura sanitaria prescritta.
Il possesso dei requisiti sanitari dovra’ essere scrupolosamente
accertato attraverso la verifica della «bollatura sanitaria»
prescritta dal decreto del Presidente della Repubblica n. 54 del
14 gennaio 1997, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 54/L del
12 marzo 1997, che detta norme di applicazione della direttiva n.
92/46 CEE del Consiglio e, ove necessario, anche attraverso la
verifica della documentazione commerciale.
Le prescrizioni relative alla bollatura sanitaria, che consente tra
l’altro di identificare lo stabilimento di produzione e lo Stato
membro di provenienza, sono riportate all’allegato IV del decreto del
Presidente della Repubblica n. 54/1997.
Prodotti lattiero-caseari sovvenzionabili, importo degli aiuti e
prezzi massimi di cessione agli alunni
A seguito dell’adesione dei nuovi Stati membri sono stati
considerati nuovi prodotti tra quelli per il quali gli Stati membri
hanno la facolta’ di versare gli aiuti
In Italia l’aiuto continuera’ ad essere concesso per le categorie
di prodotti ripresi all’art. 4 del decreto ministeriale 30 dicembre
1993 e rispondenti alle definizioni delle categorie I, V, VIII, IX, X
e XI dell’allegato I al regolamento CE n. 2707/2000, cosi’ come
modificato dal regolamento CE n. 816/2004.
Si segnala che i formaggi appartenenti alla categoria VIII, per
poter usufruire dell’aiuto, devono essere non aromatizzati.
Gli importi degli aiuti, per il periodo che va dal 1° luglio 2004
al 30 giugno 2005, sono quelli indicati, per ciascuna categoria, al
punto B, dell’allegato II del regolamento CE n. 2707/2000.
L’intervenuta diminuzione dell’aiuto e le variazioni dei prezzi di
mercato verificatesi comportano la revisione dei prezzi massimi di
cui all’art. 14, paragrafo 1 del regolamento CE n. 2707/2000 che gli
allievi devono pagare per i diversi prodotti.
Le categorie di cui all’allegato al regolamento CE n. 2707/2000 per
le quali e’ concesso l’aiuto, la definizioni dei prodotti, i prezzi
massimi applicabili, gli importi degli aiuti espressi in euro e i
quantitativi massimi giornalieri, sono riportati nella tabella
seguente.

CATEGORIA I

| | |Importo
|Quantita’ |Prezzo massimo |dell’aiuto
|massima (gr) |(Euro/kg) |(Euro/100 kg)
———————————————————————
a) Latte intero | | |
trattato | | |
termicamente, | | |
conforme, per | | |
quanto riguarda | | |
il tenore di | | |
materia grassa, | | |
alle | | |
prescrizioni | | |
dell’art. 3, | | |
paragrafo 1, | | |
lettera b) del | | |
regolamento CE | | |
n. 2597/97, in | | |
confezioni di | | |
contenuto netto | | |
superiori a | | |
200 ml…. |257,5 |1,05 |21,69
———————————————————————
Latte intero | | |
trattato | | |
termicamente, | | |
conforme, per | | |
quanto riguarda | | |
il tenore di | | |
materia grassa, | | |
alle | | |
prescrizioni | | |
dell’art. 3, | | |
paragrafo 1, | | |
lettera b) del | | |
regolamento CE | | |
n. 2597/97, in | | |
confezioni di | | |
contenuto netto | | |
uguale o | | |
inferiore a | | |
200 ml…. |257,5 |1,29 |21,69
———————————————————————
b) Latte intero | | |
trattato | | |
termicamente, al| | |
cacao o | | |
aromatizzato, | | |
contenente | | |
almeno il 90% in| | |
peso di latte | | |
intero conforme,| | |
per quanto | | |
riguarda il | | |
tenore di | | |
materia grassa, | | |
alle | | |
prescrizioni | | |
dell’art. 3, | | |
paragrafo 1, | | |
lettera b) del | | |
regolamento CE | | |
n. 2597/97, in | | |
confezioni di | | |
contenuto netto | | |
superiore a 200 | | |
ml…. |257,5 |1,30 |21,69
———————————————————————
Latte intero | | |
trattato | | |
termicamente, al| | |
cacao o | | |
aromatizzato, | | |
contenente | | |
almeno il 90% in| | |
peso di latte | | |
intero conforme,| | |
per quanto | | |
riguarda il | | |
tenore di | | |
materia grassa, | | |
alle | | |
prescrizioni | | |
dell’art. 3, | | |
paragrafo 1, | | |
lettera b) del | | |
regolamento CE | | |
n. 2597/97, in | | …

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI – CIRCOLARE 27 luglio 2004, n.9: Applicazione del regolamento CE n. 2707/2000, modificato da ultimo dal regolamento CE n. 816/2004, recante modalita’ di applicazione del regolamento CE n. 1255/1999

Edilone.it