MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI | Edilone.it

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - CIRCOLARE 1 febbraio 2002, n.30222 Art. 24, legge n. 122 del 27 marzo 2001: prezzo di vendita sulle confezioni di fitofarmaci. (GU n. 23 del 29-1-2003)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

CIRCOLARE 1 febbraio 2002, n.30222

Art. 24, legge n. 122 del 27 marzo 2001: prezzo di vendita sulle
confezioni di fitofarmaci.

Al Ministero della salute
Al Ministero delle attivita’ produttive
Al Ministero dell’ambiente
alle regioni ed alle province autonome di
Trento e Bolzano
Alla Confederazione nazionale coltivatori
diretti
Alla Confederazione generale agricoltura
italiana
Alla Confederazione italiana agricoltura
A Federchimica – Agrofarma
A Unionchimica

Si fa riferimento alle richieste pervenute dalle associazioni di
categoria circa la corretta applicazione dell’art. 24 della legge n.
122 del 27 marzo 2001 relativa all’applicazione del prezzo di vendita
sulle confezioni di fitofarmaci posti in commercio.
La norma di cui all’art. 24 della legge n. 122 del 27 marzo 2001
prevede l’obbligo per le case produttrici di fitofarmaci di apporre
il prezzo sulle confezioni poste in vendita con la finalita’ di
tutelare il consumatore, non essendo il prezzo di cui trattasi in
alcun modo imposto o calmierato.
Il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, all’art. 14, primo
comma, prevede che i prodotti esposti per la vendita al dettaglio
nelle vetrine esterne o all’ingresso del locale e nelle immediate
adiacenze dell’esercizio o su aree pubbliche o sui banchi di vendita,
ovunque collocati, debbono indicare, in modo chiaro e ben leggibile,
il prezzo di vendita al pubblico, mediante l’uso di un cartello o con
altre modalita’ idonee allo scopo.
Detta norma, oltre alle altre disposizioni contenute nel
sopracitato decreto legislativo, non e’ tuttavia applicabile ai
soggetti titolari di attivita’ industriali che esercitano la vendita
al pubblico delle merci da essi prodotte nei locali di produzione o
in quelli ad essi adiacenti, come specificato da un’apposita
circolare del Ministero dell’industria, del commercio ed
dell’artigianato del 18 gennaio 1999, n. 3459/C.
Di conseguenza la disposizione di cui all’art. 24 della legge 27
marzo 2001, n. 122, e’ stata emanata proprio al fine di tutelare il
consumatore e garantire la trasparenza del prezzo di vendita anche
per i soggetti che acquistino i fitofarmaci direttamente dalla casa
produttrice.
Pertanto appare chiaro che, per quanto sopra esposto, l’art. 24
della legge in oggetto deve intendersi nel senso dell’imposizione
dell’obbligo alle case produttrici di fitofarmaci di apporre il
prezzo esclusivamente sulle confezioni poste in vendita direttamente
al consumatore finale.
Roma, 1 febbraio 2002
Il Ministro: Alemanno

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Edilone.it