MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI | Edilone.it

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - DECRETO 24 giugno 2002: Modifica al decreto ministeriale 6 febbraio 2001, relativo alla selezione clonale di vite. (GU n. 201 del 28-8-2002)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 24 giugno 2002

Modifica al decreto ministeriale 6 febbraio 2001, relativo alla
selezione clonale di vite.

IL DIRETTORE GENERALE
per la qualita’ dei prodotti agroalimentari e la tutela del
consumatore

Vista la direttiva del Consiglio n. 68/193/CEE del 89 aprile 1968,
concernente la produzione dei materiali di moltiplicazione vegetativa
della vite e la vendita degli stessi ad imprenditori vivaistici ed
agricoltori residenti in Paesi della Comunita’ economica europea;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica n. 1164 del 24
dicembre 1969 e le successive modifiche ed integrazioni intervenute
con decreto del Presidente della Repubblica 29 luglio 1974, n. 543,
decreto del Presidente della Repubblica 18 maggio 1982, n. 518 e
decreto ministeriale 2 luglio 1991, n. 290;
Visto il decreto ministeriale 31 gennaio 1996, recante misure di
protezione contro l’introduzione e la diffusione nel territorio della
Repubblica italiana di organismi nocivi ai vegetali o ai prodotti
vegetali e sue successive modifiche;
Visto il decreto legislativo del 30 marzo 2001, n. 165;
Visto il decreto ministeriale 22 dicembre 1997, relativo alle
procedure per l’ottenimento e l’iscrizione di selezioni clonali di
varieta’ di vite al Catalogo nazionale delle varieta’ di vite;
Visto il decreto ministeriale 6 febbraio 2001 relativo al
protocollo tecnico di selezione clonale, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 139 del 18 giugno 2001;
Considerato che il processo di selezione clonale ha una durata
pluriennale e che, per tale ragione, sono molti i cloni per i quali
erano in corso le verifiche di campo e di laboratorio alla data di
entrata in vigore del decreto ministeriale 6 febbraio 2001
(approvazione del protocollo di selezione clonale);
Considerato che, al fine di adempiere quanto previsto da detto
decreto, per suddetti presunti cloni si dovrebbero ripetere le prove
di verifica di campo e di laboratorio;
Considerato che a norma dell’art. 2 del decreto ministeriale 22
dicembre 1997 (procedura per l’ottenimento e l’iscrizione di
selezioni clonali di varieta’ di vite al Catalogo nazionale delle
varieta’ di vite), gli enti e gli organismi interessati alla
selezione clonale devono comunicare al Ministero delle politiche
agricole e forestali la realizzazione dei campi di confronto entro
determinate scadenze e che, pertanto, sono note al Ministero le
selezioni clonali in fase di verifica;
Considerata, pertanto, la necessita’ di prevedere un periodo
transitorio per l’entrata in vigore delle norme stabilite dal decreto
ministeriale 6 febbraio 2001 (approvazione del protocollo di
selezione clonale);
Considerato il parere favorevole in tal senso espresso dal Comitato
nazionale per la classificazione delle varieta’ di viti nelle
riunioni del 4 marzo 2002 e 17 aprile 2002;

Decreta:

Articolo unico

All’articolo unico del decreto ministeriale 6 febbraio 2001 dopo il
primo comma e’ aggiunta la seguente frase:
“In via transitoria, sono escluse dagli obblighi della normativa
vigente le selezioni clonali per le quali l’impianto dei campi di
confronto previsti dall’art. 2 del decreto ministeriale 22 dicembre
1997 sia stato effettuato prima della data di applicazione del
decreto ministeriale del 6 febbraio 2001.
Le disposizioni transitorie di cui al comma precedente decadono a
partire dal 1 gennaio 2008”.
Il presente decreto sara’ inviato all’Organo di controllo per la
registrazione e sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 24 giugno 2002
Il direttore generale: Ambrosio

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Edilone.it