MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI | Edilone.it

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - DECRETO 6 giugno 2005: Riconoscimento delle imprese che procedono alla trasformazione dell'alcole in bioetanolo da destinare alla carburazione. (GU n. 153 del 4-7-2005)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 6 giugno 2005

Riconoscimento delle imprese che procedono alla trasformazione
dell’alcole in bioetanolo da destinare alla carburazione.

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Visto il regolamento (CE) n. 1493/1999 del Consiglio, del 17 maggio
1999, relativo alla organizzazione comune del mercato vitivinicolo;
Visto il regolamento (CE) n. 1623/2000 della Commissione, del 25
luglio 2000, che stabilisce le regole generali relative alla
distillazione dei vini e dei sottoprodotti della vinificazione,
modificato dal regolamento (CE) n. 616/2005 del 2 aprile 2005;
Visto l’art. 92 del citato regolamento n. 1623/2000, cosi’ come
modificato dal regolamento n. 616/2005, che conferisce, tra l’altro,
agli Stati membri la possibilita’ di riconoscere le imprese che
procedono alla trasformazione dell’alcole comunitario in bioetanolo
per essere utilizzato nel settore dei carburanti;
Ritenuto di dover definire le modalita’ ed i requisiti necessari
per chiedere il citato riconoscimento;
Decreta:
Art. 1.
1. Per partecipare all’aggiudicazione di alcole di origine
vitinicola detenuto dalla Comunita’ da utilizzare, come bioetanolo,
nel settore della carburazione, l’impresa interessata presenta
domanda al Ministero delle politiche agricole – Dipartimento delle
politiche di mercato – Direzione generale per le politiche
agroalimentari PAGR IX – via XX settembre n. 20.
2. La domanda, sottoscritta dal titolare o dal legale
rappresentante dell’impresa richiedente, contiene i seguenti
elementi:
nome, cognome, luogo, data di nascita e codice fiscale del
firmatario o del rappresentante legale nonche’ la partita iva della
ditta;
domicilio, sede legale e numero di telefono;
ubicazione, descrizione e planimetria degli impianti con
l’indicazione della loro capacita’ di trasformazione annua.
3. La domanda e’ corredata della seguente documentazione:
licenza di esercizio rilasciata dall’ufficio dell’Agenzia delle
dogane competente per territorio;
certificato di iscrizione alla Camera di commercio, industria,
artigianato ed agricoltura rilasciato dall’ufficio competente per
territorio;
certificato antimafia;
certificato di prevenzione incendi o nulla osta provvisorio, ove
previsto, rilasciato dal comando provinciale dei vigili del fuoco;
autorizzazione allo smaltimento dei residui di lavorazione sulla
base della vigente normativa nazionale e regionale in materia
ambientale;
dichiarazione attestante che l’impresa e’ in grado di utilizzare
almeno 50 mila ettolitri di alcole all’anno;
attestazione rilasciata dall’ufficio dell’Agenzia delle dogane
competente per territorio del luogo dove avviene la trasformazione
dell’alcole in alcole assoluto o da altra corrispondente autorita’
nazionale di un altro Stato membro dell’Unione europea dalla quale
risulti che:
a) la ditta interessata utilizza l’alcole solo per produrre
alcole assoluto;
b) l’alcole assoluto prodotto sara’ sottoposto a vigilanza
sulla destinazione esclusiva nel settore dei carburanti.

Art. 2.
Il riconoscimento di cui all’art. 1 e’ conferito con decreto del
direttore generale della direzione generale per le politiche
agroalimentari ed il relativo procedimento si conclude entro sessanta
giorni dal ricevimento della documentazione.

Art. 3.
1. Il riconoscimento e’ valido in tutto il territorio comunitario.
2. Il riconoscimento puo’ essere revocato se il titolare non
soddisfa gli obblighi che derivano dalle disposizioni comunitarie,
nazionali e regionali vigenti in materia.
3. I riconoscimenti e le eventuali revoche sono comunicate alla
direzione generale agricoltura della Commissione UE, all’Agenzia
delle dogane, all’Agea coordinamento nonche’ ad ogni altra
amministrazione interessata.
Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo la sua
pubblicazione.

Roma, 6 giugno 2005

Il Ministro: Alemanno

Registrato alla Corte dei conti il 17 giugno 2005
Ufficio di controllo atti Ministeri delle attivita’ produttive,
registro n. 3, foglio n. 271

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Edilone.it