MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI | Edilone.it

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - DECRETO 9 giugno 2005: Modalita' di attuazione degli interventi economici ed agevolazioni previdenziali a favore delle imprese agricole danneggiate dalla crisi di mercato nel 2004. (GU n. 140 del 18-6-2005)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 9 giugno 2005

Modalita’ di attuazione degli interventi economici ed agevolazioni
previdenziali a favore delle imprese agricole danneggiate dalla crisi
di mercato nel 2004.

IL MINISTRO DELLE POLITICHE
AGRICOLE E FORESTALI
Visto il decreto-legge 28 febbraio 2005, n. 22, convertito dalla
legge 29 aprile 2005, n. 71, recante interventi urgenti nel settore
agroalimentare;
Visto, in particolare, l’art. 1, commi 1-bis e 1-ter, della
medesima legge che prevede interventi economici e agevolazioni
previdenziali a favore delle imprese agricole che nel 2004 hanno
subito una riduzione del reddito medio del 30 per cento rispetto al
reddito medio del triennio precedente;
Viste le delibere di giunta delle regioni Abruzzo, Basilicata,
Calabria Molise, Puglia e Sicilia, che dichiarano, nei rispettivi
territori, la grave crisi di mercato determinatasi nell’anno 2004 a
carico di determinate produzioni agricole;
Ritenuto di dare attuazione all’ordine del giorno (A.C. n. 5671 –
sezione), accolto dal Governo, con il quale la Camera dei deputati
impegna il Governo ad intervenire prioritariamente nelle regioni che
hanno gia’ deliberato la crisi di mercato nel corso del 2004;
Decreta
Art. 1.
1. Per l’attuazione dell’art. 1, commi 1-bis e 1-ter del
decreto-legge 28 febbraio 2005, n. 22, convertito dalla legge
29 aprile 2005, n. 71, le aree sono quelle individuate con delibere
di giunta, adottate entro il 31 dicembre 2004, dalle regioni Abruzzo,
Basilicata, Calabria, Molise, Puglia e Sicilia.
2. Le regioni determinano le modalita’ di istruttoria e di verifica
dei requisiti previsti dall’art. 1, commi 1-bis e 1-ter del
decreto-legge 28 febbraio 2005, n. 22, convertito dalla legge
29 aprile 2005, n. 71.
3. Le domande di intervento, da parte delle imprese agricole
interessate, devono essere presentate agli uffici territorialmente
competenti indicati dalle rispettive regioni, entro il termine di
quarantacinque giorni dalla data di pubblicazione del presente
decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Art. 2.
1. Alla istruttoria delle richieste di intervento e alla erogazione
degli aiuti provvedono le regioni, nel limite delle somme assegnate a
ciascuna di esse, con la ripartizione, d’intesa con la Conferenza
permanente Stato-regioni e province autonome, delle disponibilita’
finanziarie del «Fondo di solidarieta’ nazionale interventi
indennizzatori» di cui all’art. 15, comma 2, del decreto legislativo
29 marzo 2004, n. 102.

Art. 3.
1. Sulla base di motivata e documentata richiesta deliberata dalle
regioni, con successivo decreto, in presenza dei requisiti di legge e
nei limiti delle disponibilita’ finanziarie, del «Fondo di
solidarieta’ nazionale, interventi indennizzatori», di cui all’art.
3, potranno essere individuate ulteriori aree del territorio
nazionale ed adottate le medesime procedure per la erogazione degli
aiuti.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 9 giugno 2005
Il Ministro: Alemanno

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Edilone.it