MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI | Edilone.it

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - DECRETO 19 aprile 2005: Uso delle reti da posta nelle isole minori. (GU n. 109 del 12-5-2005)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 19 aprile 2005

Uso delle reti da posta nelle isole minori.

IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO
delegato per la pesca e l’acquacoltura
Vista la legge 14 luglio 1965, n. 963 e successive modificazioni,
recante disciplina della pesca marittima;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 2 ottobre 1968, n.
1639 e successive modificazioni, con il quale e’ stato approvato il
regolamento di esecuzione della legge n. 963/1965;
Visto il decreto ministeriale 26 luglio 1995 e successive
modifiche, recante misure tecniche per la conservazione delle risorse
della pesca nel Mediterraneo;
Visto il decreto legislativo 26 luglio 2004, n. 153, recante
disposizioni in materia di pesca marittima;
Visto il decreto legislativo 26 maggio 2004, n. 154, recante la
modernizzazione del settore pesca e dell’acquacoltura, a norma
dell’art. 1, comma 2, della legge 7 marzo 2003, n. 38;
Visto il Trattato di Amsterdam che prevede l’adozione di misure
dirette a ridurre il divario tra i livelli delle varie Regioni e il
ritardo delle Regioni meno favorite o insulari, ribadito peraltro
dall’art. III-220 della Costituzione europea;
Visto l’art. 158 del Trattato di Amsterdam che equipara le isole
alle Regioni meno favorite ed impegna alla riduzione del divario di
sviluppo che le caratterizza;
Considerato che le isole minori rappresentano una preziosa risorsa
dal punto di vista culturale, paesaggistico, turistico ed economico
per l’Italia e per l’intero Mediterraneo e che, pertanto, detta
risorsa deve essere opportunamente salvaguardata;
Considerate, peraltro, le condizioni particolarmente svantaggiate
nonche’ l’estrema fragilita’ del tessuto socio-economico delle
popolazioni residenti nelle isole minori del territorio nazionale;
Considerato che la struttura economica e sociale delle isole minori
dipende in modo prevalente dell’attivita’ di pesca;
Considerato che sulla maggior parte delle isole minori nazionali
gravano specifiche problematiche di natura diversa, in particolare
geologiche, sociali e di lontananza dal Continente e dai mercati di
sbocco, che contribuiscono a limitare ulteriormente le aspirazioni di
sviluppo economico e sociale delle popolazioni residenti;
Considerato che una parte significativa delle isole minori italiane
e’ interessata da iniziative dirette alla realizzazione di una rete
di aree protette e marine e che attualmente risultano gia’ costituite
15 riserve marine;
Considerato in particolare il carattere artigianale della pesca
costiera effettuata con attrezzo da posta dai pescatori residenti
nelle isole minori, all’interno delle acque territoriali nazionali;
Considerato che nella stagione estiva la pesca costiera effettuata
con attrezzo da posta e’ resa assai difficile dal vertiginoso
incremento del traffico nautico legato alle attivita’ turistiche e
del tempo libero in genere, che si registra nelle acque di interesse
dei pescatori delle isole minori;
Considerate le particolari condizioni geo-morfologiche dei fondi
marini circostanti le isole minori, caratterizzati in larga parte da
elevata batimetria;
Ritenuto necessario tutelare le specie marine sottoposte a
particolare regime di protezione insieme all’attivita’ dei pescatori
interessati;
Ravvisata l’opportunita’ di consentire ai pescatori delle isole
minori, per il solo periodo estivo del 2005, la pesca con attrezzo da
posta in deroga ai parametri tecnici vigenti, in vista della nuova
regolamentazione comunitaria per la pesca nel Mediterraneo;
Visto il decreto ministeriale 5 novembre 2001, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale del 3 gennaio 2002, n. 2, recante la delega di
attribuzione del Ministro delle politiche agricole e forestali, per
taluni atti di competenza dell’amministrazione, al Sottosegretario di
Stato on. Paolo Scarpa Bonazza Buora;
Decreta:
Articolo unico
In deroga a quanto previsto all’allegato 2 del regolamento (CE) n.
1626 del 1994, per il periodo compreso tra il 15 aprile ed il 31
luglio 2005, e’ consentito l’uso nella zona di mare di 12 miglia
circostante le isole minori, dell’attrezzo da posta avente le
seguenti caratteristiche:
la rete deve avere una lunghezza non superiore a chilometri 5;
l’altezza della rete non deve superare i metri 20;
l’apertura della maglia della rete non puo’ essere inferiore a 20
mm ne’ superiore a 180 mm;
la rete deve essere munita ogni 200 metri di galleggianti di
colore giallo e di segnali luminosi di colore giallo visibili ad
almeno 5 miglia di distanza;
la rete deve essere opportunamente ancorata.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 19 aprile 2005
Il Sottosegretario di Stato
Scarpa Bonazza Buora

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Edilone.it