MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI | Edilone.it

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - DECRETO 17 febbraio 2005: Disposizioni transitorie relative alla filiera ittica. (GU n. 49 del 1-3-2005)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 17 febbraio 2005

Disposizioni transitorie relative alla filiera ittica.

IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO
delegato per la pesca e l’acquacoltura

Visto il regolamento (CE) n. 104/2000 del Consiglio del 17 dicembre
1999, relativo all’organizzazione comune dei mercati nel settore dei
prodotti della pesca e dell’acquacoltura;
Visto il regolamento (CE) n. 2065/2001 della Commissione del
22 ottobre 2001, che stabilisce le modalita’ di applicazione del
regolamento (CE) n. 104/2000 del Consiglio per quanto concerne
l’informazione dei consumatori nel settore dei prodotti della pesca e
dell’acquacoltura;
Visto il decreto legislativo 26 maggio 2004 n. 154 «modernizzazione
del settore della pesca e dell’acquacoltura, a norma dell’art. 1,
comma 2 della legge 7 marzo 2003, n. 38»;
Visto il decreto ministeriale 27 marzo 2002 riguardante
«etichettatura dei prodotti ittici e sistema di controllo», con il
quale (art. 3) e’ stato approvato l’elenco delle denominazioni in
lingua italiana delle specie ittiche di rilevanza commerciale;
Visto il decreto ministeriale 5 novembre 2001, prot. 36243/1162,
con il quale sono state delegate al Sottosegretario di Stato on.
Paolo Scarpa Bonazza Buora le funzioni istituzionali concernenti la
disciplina generale ed il coordinamento in materia di pesca,
acquacoltura e gestione delle risorse ittiche marine;
Considerata la necessita’ di rettificare ed aggiornare l’elenco di
cui al decreto ministeriale 27 marzo 2002 in quanto sono stati
segnalati errori materiali ed incongruenze e di proporre nuove
denominazioni per i prodotti non precedentemente riportati ma
segnalati dai PIF o dagli operatori del settore;
Ritenuto necessario fornire una denominazione ad alcuni prodotti
salati ed essiccati volti al consumo e prendere in considerazione
diversi prodotti di acqua dolce, attualmente non ricompresi
nell’elenco suddetto;
Visto il parere del gruppo di lavoro per la denominazione delle
specie ittiche di interesse commerciale, istituito con decreto
ministeriale 28 ottobre 2004;
Visto il decreto ministeriale 14 gennaio 2005, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 10 febbraio 2005, n.
33, concernente la denominazione in lingua italiana delle specie
ittiche di interesse commerciale;
Considerata l’opportunita’ di introdurre un norma transitoria che
consenta l’adeguamento delle strutture a quanto previsto dal decreto
ministeriale 14 gennaio 2005;
Decreta:
Art. 1.
1. All’art. 1, comma 1, del decreto ministeriale 14 gennaio 2005
nelle premesse indicato sono aggiunti i seguenti commi:
«2. Il presente decreto ha efficacia nei confronti della filiera
del prodotto trasformato a decorrere dal centottantesimo giorno
successivo alla pubblicazione del presente decreto. Entro tale
termine gli operatori di filiera adegueranno strutture e prodotti
alle nuove denominazioni.
3. E’ fatta salva la distribuzione e vendita di prodotti con data
di confezionamento antecedente al termine suindicato.»
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana ed entra in vigore il giorno successivo alla sua
pubblicazione.
Roma, 17 febbraio 2005

Il Sottosegretario di Stato
Scarpa Bonazza Buora

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Edilone.it