MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI | Edilone.it

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - DECRETO 31 maggio 2004: Lista nazionale degli ispettori preposti al controllo degli enti od organismi riconosciuti idonei ad effettuare le prove ufficiali, ai fini della registrazione dei prodotti fitosanitari. (GU n. 234 del 5-10-2004)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 31 maggio 2004

Lista nazionale degli ispettori preposti al controllo degli enti od
organismi riconosciuti idonei ad effettuare le prove ufficiali, ai
fini della registrazione dei prodotti fitosanitari.

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI
di concerto con
IL MINISTRO DELLA SALUTE
e
IL MINISTRO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

Visto il decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 120, e
successive modifiche ed integrazioni, pubblicato nel supplemento
ordinario n. 33 alla Gazzetta Ufficiale n. 40 del 18 febbraio 1992,
concernente l’attuazione delle direttive n. 88/320/CEE e n. 90/18/CEE
in materia di ispezione e verifica della buona prassi di laboratorio;
Visto il decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, pubblicato
nel supplemento ordinario n. 60 alla Gazzetta Ufficiale n. 122 del
27 maggio 1995, concernente l’attuazione della direttiva 91/414/CEE
in materia di immissione in commercio dei prodotti fitosanitari;
Visto l’art. 4, comma 8, del citato decreto legislativo 17 marzo
1995, n. 194, con il quale il mantenimento del riconoscimento degli
enti ed organismi idonei per la conduzione di prove ufficiali di
campo volte alla produzione di dati per l’autorizzazione di prodotti
fitosanitari, e’ subordinato all’esito favorevole di ispezioni
periodiche e regolari, effettuate da ispettori iscritti in apposita
lista nazionale, approvata con decreto del Ministro delle risorse
agricole, alimentari e forestali, di concerto con i Ministri della
sanita’ e dell’ambiente;
Visto il decreto 27 novembre 1996, del Ministro delle risorse
agricole, alimentari e forestali di concerto con il Ministro della
sanita’ e con il Ministro dell’ambiente, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 29 del 5 febbraio 1997, che definisce i principi delle
buone pratiche per l’esecuzione delle prove di campo e requisiti
necessari al riconoscimento dell’idoneita’ a condurre prove di campo
ufficiali finalizzate alla produzione di dati necessari per la
registrazione dei prodotti fitosanitari;
Vista la circolare 29 gennaio 1997, n. 2, del Ministro delle
risorse agricole, alimentari e forestali, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale n. 53 del 5 marzo 1997, concernente l’individuazione dei
requisiti per il riconoscimento degli enti ed organismi idonei per la
conduzione di prove ufficiali di campo volte alla produzione di dati
per l’autorizzazione di prodotti fitosanitari;
Vista la circolare 1° agosto 2000, n. 7, del Ministro delle
politiche agricole e forestali, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
n. 261 dell’8 novembre 2000, recante le modalita’ di presentazione
della domanda di iscrizione di esperti nella lista nazionale di
ispettori preposti al controllo degli enti od organismi riconosciuti
idonei ad effettuare le prove ufficiali per la produzione di dati
necessari ai fini della registrazione dei prodotti fitosanitari di
cui all’art. 4, comma 8, del decreto legislativo 17 marzo 1995, n.
194;
Visto il decreto ministeriale 6 dicembre 2001, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 61 del 13 marzo 2002, relativo alla lista
nazionale ispettori preposti al controllo degli enti od organismi
riconosciuti idonei ad effettuare le prove ufficiali ai fini della
registrazione dei prodotti fitosanitari;
Visti gli atti del Comitato consultivo tecnico-scientifico «Prove
sperimentali di campo», istituito con decreto ministeriale 29 gennaio
1997, in merito ai requisiti posseduti dagli aspiranti ispettori, di
cui alla citata circolare n. 7 del 1° agosto 2000;
Considerato che le prove e le analisi finalizzate alla
determinazione dell’entita’ dei residui di prodotti fitosanitari
negli alimenti comportano sia attivita’ di campo che di laboratorio,
rispettivamente regolamentate dal decreto ministeriale 27 novembre
1996 e dal decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 190;
Ravvisata quindi la necessita’ di uniformare e semplificare le
attivita’ di verifica operate dalle due amministrazioni competenti
per l’attuazione delle due normative citate nel considerato
precedente e precisamente il Ministero delle risorse agricole,
alimentari e forestali ed il Ministero della sanita’;
Considerato che e’ necessario escludere dalla lista gli ispettori
che non hanno frequentato il corso di formazione ed aggiornamento
dell’attivita’ ispettiva;
Considerato che e’ necessario inserire nella lista gli aspiranti
ispettori le cui istanze sono pervenute entro il mese di novembre
dell’anno successivo a quello di approvazione della lista precedente;
Considerato che e’ opportuno unificare la lista degli ispettori
gia’ approvata con il decreto ministeriale 6 dicembre 2001 con quella
scaturita dall’esame delle nuove istanze da parte del Comitato
consultivo tecnico-scientifico «Prove sperimentali di campo»;
Decreta:
Art. 1.
1. Ai sensi del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 e della
circolare n. 7 del 1° agosto 2000 e visti gli atti del Comitato
consultivo tecnico-scientifico «Prove sperimentali di campo» si
approva la lista degli ispettori di cui all’allegato I, che potra’
essere periodicamente aggiornata con successivo provvedimento.

Art. 2.
1. Quando le ispezioni afferiscono sia alle prove di campo
finalizzate alla determinazione dell’entita’ dei residui di prodotti
fitosanitari che alle prove condotte in laboratorio, dovra’ essere
effettuata un’unica ispezione con la partecipazione anche di
ispettori ed esperti di cui al decreto del Ministro della sanita’
25 febbraio 1997 e successive modifiche ed integrazioni.

Art. 3.
1. Nei casi di cui all’art. 2, il Ministero delle politiche
agricole e forestali ed il Ministero della salute provvedono, una
volta acquisito il verbale della verifica ispettiva e ciascuno per la
parte di propria competenza, al rilascio della certificazione di
conformita’ alle prescrizioni, rispettivamente, previste dall’art. 4,
commi 5 e 7, del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 e
dall’art. 1, comma 1, del decreto legislativo 27 marzo 1992, n. 120.

Art. 4.
1. Il Ministero della salute provvede annualmente, ai sensi
dell’art. 9, comma 1, del decreto legislativo 27 marzo 1992, n. 120,
alla trasmissione all’Unione europea della lista dei Centri di saggio
riconosciuti idonei per la conduzione delle prove ufficiali di campo
ai sensi dell’art. 4, del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
Il decreto 6 dicembre 2001 citato nelle premesse e’ abrogato.
Il presente decreto, che sara’ trasmesso alla Corte dei conti per
la registrazione, entra in vigore il giorno successivo alla sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 31 maggio 2004

Il Ministro delle politiche
agricole e forestali
Alemanno

Il Ministro della salute
Sirchia

Il Ministro dell’ambiente
e della tutela del territorio
Matteoli

Registrato alla Corte dei conti il 3 settembre 2004
Ufficio di controllo atti Ministeri delle attivita’ produttive,
registro n. 4, foglio n. 230

Allegato I
LISTA DEGLI ISPETTORI

—-> vedere allegato da pag. 44 a pag. 45 della G.U. in formato zip/pdf

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Edilone.it