MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 5 giugno 2006 | Edilone.it

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 5 giugno 2006

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 5 giugno 2006 - Disposizioni attuative dell'articolo 10-ter, comma 1, del decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito, con modificazioni, nella legge 14 maggio 2005, n. 80. (GU n. 166 del 19-7-2006)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 5 giugno 2006

Disposizioni attuative dell’articolo 10-ter, comma 1, del
decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito, con modificazioni,
nella legge 14 maggio 2005, n. 80.

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI
Visto l’art. 66, commi 1 e 2, della legge 27 dicembre 2002, n. 289,
relativo al «Sostegno della filiera agroalimentare»;
Visto il decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali
del 1° agosto 2003, relativo a criteri, modalita’ e procedure per
l’attuazione dei contratti di filiera, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale del 29 settembre 2003, n. 226;
Vista la circolare del Ministro delle politiche agricole e
forestali del 2 dicembre 2003, recante attuazione del decreto del
Ministro delle politiche agricole e forestali 1° agosto 2003,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell’8 gennaio 2004, n. 3;
Visto il decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali
del 3 febbraio 2004 di modifica del decreto del Ministro delle
politiche agricole e forestali del 1° agosto 2003, relativo a
criteri, modalita’ e procedure per l’attuazione dei contratti di
filiera, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 17 marzo 2004, n.
64;
Vista la circolare del Ministro delle politiche agricole e
forestali n. 525 del 30 marzo 2004, recante criteri e procedure per
la valutazione di merito e tecnico economica dei contratti di filiera
di cui al decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali
del 1° agosto 2003;
Vista la circolare del Ministro delle politiche agricole e
forestali n. 860 del 28 maggio 2004 di modifica della circolare del
Ministro delle politiche agricole e forestali del 2 dicembre 2003,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 15 giugno 2004, n. 138;
Visto il decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali
del 12 luglio 2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 24 luglio
2004, che dispone la sospensione delle agevolazioni previste dal
decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali del 1°
agosto 2003, relativo a criteri, modalita’ e procedure per
l’attuazione dei contratti di filiera;
Visto il decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali
del 20 marzo 2006, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 12 aprile
2006, recante disposizioni per l’attuazione dei contratti di filiera;
Visto il decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito nella legge
14 maggio 2005, n. 80, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 111 del
14 maggio 2005, s.o. n. 91 e, in particolare, l’art. 10-ter, comma 1,
che prevede che, ferme restando le competenze di approvazione del
CIPE, il Ministero delle politiche agricole e forestali, con uno o
piu’ decreti, puo’ affidare all’Istituto per lo Sviluppo
Agroalimentare (ISA) S.p.A. le funzioni relative alla valutazione,
ammissione e gestione dei contratti di filiera di cui alla richiamata
normativa e che, a valere sulle risorse destinate ai contratti di
filiera e’ riconosciuto ad ISA S.p.A. il rimborso delle spese di
gestione per lo svolgimento delle predette attivita’ da stabilire con
atto convenzionale;
Visto il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del
21 settembre 2005 recante criteri e modalita’ di concessione delle
agevolazioni di competenza del Ministero delle politiche agricole e
forestali a valere sui fondi rotativi per le imprese, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale del 23 novembre 2005, n. 273;
Vista la nota n. 174 del 21 marzo 2006 con la quale il Ministero
delle politiche agricole e forestali ha comunicato al Ministero
dell’economia e delle finanze – Dipartimento delle politiche di
sviluppo e coesione – Servizio centrale di segreteria del CIPE,
l’intenzione di affidare ad ISA S.p.A. le funzioni previste dal
citato art. 10-ter della legge 14 maggio 2005, n. 80, informando
altresi’ che il rimborso delle spese delle predette attivita’ sara’
fatto valere sullo stanziamento previsto per i contratti di filiera;
Considerato che l’istruttoria dei contratti di filiera si e’
conclusa con l’approvazione, da parte del CIPE, di tutti i piani
progettuali presentati entro la data di sospensione delle
agevolazioni;
Ritenuto di dover procedere alla fase di attuazione dei contratti
di filiera approvati;
Ravvisata l’opportunita’ di dare attuazione a quanto previsto dalla
richiamata normativa e di affidare a ISA la funzione di gestione dei
contratti di filiera;
Attesa la necessita’, anche in osservanza alla disposizione di cui
all’art. 93, comma 8, della legge 27 dicembre 2002, n. 289, di
istituire un apposito conto corrente infruttifero presso la Tesoreria
Centrale dello Stato, intestato a Istituto per lo Sviluppo
Agroalimentare S.p.A., sul quale far affluire le risorse finanziarie
destinate all’attuazione dei contratti di filiera;
Ravvisata l’opportunita’ di modificare il decreto del Ministro
delle politiche agricole e forestali del 1° agosto 2003, e in
particolare l’art. 10, relativo al Controllo», l’art. 11, relativo ai
«Costi per la valutazione e il controllo», l’art. 12, relativo al
«Monitoraggio», in considerazione dell’affidamento a ISA S.p.A. di
tali funzioni;
Decreta:
Art. 1.
Affidamento delle funzioni a ISA S.p.A.
1. Il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali,
in appresso denominato «Ministero», affida all’Istituto per lo
Sviluppo Agroalimentare (ISA) S.p.A. l’espletamento delle funzioni e
lo svolgimento dei servizi previsti dalla normativa citata nelle
premesse, per la gestione dell’attuazione dei contratti di filiera,
ai sensi dell’art. 10-ter, comma 1, del decreto-legge 14 marzo 2005,
n. 35, convertito nella legge 14 maggio 2005, n. 80.
2. Nell’espletamento delle funzioni di cui al comma 1, ISA S.p.A.
svolgera’ le seguenti attivita’:
assistenza al Ministero nella predisposizione e stipula dei
contratti di filiera e nell’istruttoria dei progetti esecutivi;
verifica degli investimenti per l’erogazione delle agevolazioni;
erogazione delle agevolazioni con i relativi atti presupposti e
conseguenti;
gestione amministrativa e finanziaria delle agevolazioni;
assistenza all’esecuzione dei contratti di filiera;
predisposizione delle relazioni annuali sullo stato di
avanzamento delle attivita’ oggetto del contratto di filiera;
accertamento finale di spesa;
informazione e comunicazione.
3. Il contenuto e l’articolazione delle attivita’ affidate a ISA
S.p.A. ai sensi dei commi precedenti formeranno oggetto di apposito
atto convenzionale, da stipularsi tra il Ministero ed ISA S.p.A., che
determinera’ anche l’entita’ del rimborso delle spese di gestione, a
valere sulle risorse destinate ai contratti di filiera, per lo
svolgimento delle predette attivita’.

Art. 2.
Erogazione delle agevolazioni
1. Per l’erogazione delle agevolazioni, il Ministero trasferisce a
ISA S.p.A., secondo un calendario da stabilirsi nell’atto
convenzionale, le risorse destinate ai contratti di filiera, di cui
ai capitoli n. 7640 «Interventi per favorire l’integrazione di
filiera del sistema agricolo ed agroalimentare e per rafforzare i
distretti agroalimentari nelle aree sottoutilizzate» e n. 7830 «Fondo
rotativo per le imprese» del bilancio del Ministero.
2. Le agevolazioni saranno concesse da ISA S.p.A. nel rispetto dei
criteri e delle modalita’ stabilite dal decreto del Ministero
dell’economia e delle finanze del 21 settembre 2005.
3. Le risorse finanziarie di cui al comma 1 dovranno confluire su
un apposito conto corrente infruttifero da istituire presso la
Tesoreria Centrale dello Stato e da intestare ad I.S.A. S.p.A.
4. ISA S.p.A. provvedera’ annualmente a trasmettere al Ministero
la rendicontazione relativa ai movimenti operati sul conto corrente
di cui al comma precedente, secondo modalita’ da stabilirsi nell’atto
convenzionale.

Art. 3.
Controllo
1. Gli articoli 10, 11, comma 1, e 12 del decreto ministeriale
1° agosto 2003, come modificato dal decreto ministeriale 3 febbraio
2004, sono abrogati.
2. Il Ministero nomina una commissione di controllo incaricata di
verificare la corretta attuazione dei contratti di filiera e degli
investimenti.
La commissione di controllo dovra’ verificare:
la corrispondenza tra gli investimenti realizzati e quelli
approvati;
il conseguimento dei risultati attesi dall’iniziativa;
la persistenza delle condizioni che hanno consentito la stipula
del contratto;
le relazioni annuali sullo stato di avanzamento delle attivita’
oggetto del contratto di filiera predisposte da ISA.
2. I compensi spettanti alla commissione di controllo, compresi
nell’ambito del rimborso delle spese di gestione spettanti a ISA,
saranno stabiliti nell’atto convenzionale.
Il presente decreto sara’ inviato al competente Organo di controllo
per la registrazione.
Roma, 5 giugno 2006
Il Ministro: De Castro

Registrato alla Corte dei conti il 23 giugno 2006
Ufficio di controllo atti Ministeri delle attivita’ produttive,
registro n. 3, foglio n. 338

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 5 giugno 2006

Edilone.it