MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 4 agosto 2006 | Edilone.it

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 4 agosto 2006

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 4 agosto 2006 - Disposizioni per le autorizzazioni all'aumento del titolo alcolometrico volumico naturale ed all'acidificazione dei prodotti della vendemmia. (GU n. 184 del 9-8-2006)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 4 agosto 2006

Disposizioni per le autorizzazioni all’aumento del titolo
alcolometrico volumico naturale ed all’acidificazione dei prodotti
della vendemmia.

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI
Visto il regolamento (CE) n. 1493/99 del 17 maggio 1999 del
Consiglio ed in particolare l’allegato V, lettere c) e d), che
prevede che qualora le condizioni climatiche in talune zone viticole
della Comunita’ lo richiedano, gli Stati membri interessati possono
autorizzare l’aumento del titolo alcolometrico volumico naturale
delle uve fresche, del mosto di uve, del mosto di uve parzialmente
fermentato e del vino nuovo ancora in fermentazione ottenuti dalle
varieta’ di viti di cui all’art. 42, paragrafo 5, del vino atto a
diventare vino da tavola, del vino da tavola.
Visto il regolamento (CE) n. 1493/99 del 17 maggio 1999 del
Consiglio ed in particolare l’allegato V, lettera H, punto 4 che
prevede che ogni Stato membro puo’ autorizzare, per le Regioni e le
varieta’ per le quali sia giustificato dal punto di vista tecnico e
secondo condizioni da stabilirsi, l’arricchimento della partita
«cuvee» nel luogo di elaborazione dei vini spumanti e dei vini
spumanti di qualita’;
Visto il regolamento (CE) n. 1493/99 del 17 maggio 1999 del
Consiglio ed in particolare, l’allegato V punto E il quale prevede
che negli anni caratterizzati da condizioni climatiche eccezionali
gli Stati membri possono autorizzare l’acidificazione delle uve
fresche, del mosto parzialmente fermentato, del vino nuovo ancora in
fermentazione e del vino, prodotti nelle zone viticole Clb;
Visto il regolamento (CE) n. 1622/2000 del 24 luglio 2000 della
Commissione e successive modifiche, che fissa alcune modalita’ di
applicazione del Regolamento (CE) n. 1493/1999 e che istituisce un
codice comunitario delle pratiche e dei trattamenti enologici;
Vista la legge n. 82 del 20 febbraio 2006, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 59 del 13 marzo 2006,
recante «Disposizioni di attuazione della normativa comunitaria
concernente l’Organizzazione comune di mercato (OCM) del vino»;
Visto, in particolare, l’art. 9 della citata legge 82/2006 il quale
stabilisce che le regioni e province autonome, con proprio
provvedimento, autorizzano annualmente l’aumento del titolo
alcolometrico volumico naturale dei prodotti destinati a diventare
vino da tavola, vino a IGT, VQPRD e delle partite per l’elaborazione
dei vini spumanti, dei VSQ e dei VSQPRD nonche’ l’acidificazione
delle uve fresche, del mosto parzialmente fermentato, del vino nuovo
ancora in fermentazione e del vino, prodotti nelle zone viticole Clb;
Visto il decreto ministeriale 3 settembre 2001, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 281 del 3 dicembre
2001, recante disposizioni per le autorizzazioni all’aumento del
titolo alcolometrico volumico naturale dei prodotti vitivinicoli, il
quale stabilisce che l’aumento del titolo alcolometrico volumico
naturale dei prodotti della vendemmia venga autorizzato mediante
apposito decreto del Ministero delle politiche agricole e forestali,
previa richiesta delle regioni e province autonome;
Visto il decreto ministeriale 30 luglio 2003, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 207 del 6 settembre
2003, ed in particolare l’art. 2 il quale stabilisce che
l’acidificazione dei prodotti vitivinicoli e’ autorizzata con
apposito decreto del Ministero per le politiche agricole emanato a
seguito di apposita richiesta avanzata dalle regioni e province
autonome;
Considerata la necessita’ di procedere all’abrogazione del decreto
ministeriale 3 settembre 2001 e dell’art. 2 del decreto ministeriale
30 luglio 2003, in considerazione dell’intervenuta modifica alla
normativa vigente;
Ritenuto opportuno garantire il rispetto della normativa
comunitaria citata;
Sentita la Conferenza Stato-regioni
Decreta:
Art. 1.
1. A decorrere dalla campagna 2006/2007 le regioni e province
autonome di Trento e Bolzano autorizzano l’aumento del titolo
alcolometrico volumico naturale nonche’ l’acidificazione dei prodotti
citati in premessa, previo accertamento della sussistenza delle
condizioni climatiche che ne giustificano il ricorso. La
documentazione attestante l’accertamento delle condizioni climatiche
viene conservata dalle regioni e province autonome e tenuta a
disposizione dei competenti organismi comunitari e nazionali.
2. Copia del provvedimento di autorizzazione e’ inviato al
Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali –
Dipartimento delle filiere agricole e agroalimentari – Direzione
generale per le politiche agricole – Polagr IV – via XX settembre 20
– 00186 Roma – che provvede alla trasmissione alle altre
amministrazioni interessate.

Art. 2.
Il decreto ministeriale 3 settembre 2001, citato in premessa, e’
abrogato. E’ abrogato, altresi’, l’art. 2 del decreto ministeriale
30 luglio 2003, citato in premessa.
Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo la sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 4 agosto 2006
Il Ministro: De Castro

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 4 agosto 2006

Edilone.it