MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 21 luglio 2006 | Edilone.it

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 21 luglio 2006

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 21 luglio 2006 - Disposizioni transitorie per la rivendicazione delle produzioni dei vini DOCG, DOC e IGT, per la campagna vendemmiale 2006/2007. (GU n. 176 del 31-7-2006)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 21 luglio 2006

Disposizioni transitorie per la rivendicazione delle produzioni dei
vini DOCG, DOC e IGT, per la campagna vendemmiale 2006/2007.

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

Visto il regolamento (CE) n. 1493/1999 del Consiglio del 17 maggio
1999 relativo alla nuova organizzazione comune del mercato
vitivinicolo e, in particolare, l’art. 16 concernente l’istituzione
dell’inventario viticolo;
Visto il regolamento (CE) n. 1282/2001 della Commissione del
28 giugno 2001 recante modalita’ di applicazione del reg. n.
1493/1999 per quanto riguarda le informazioni per la conoscenza dei
prodotti e il controllo del mercato nel settore vitivinicolo;
Vista la legge 29 dicembre 1990, n. 428, pubblicata nel supplemento
ordinario n. 10 alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del
12 gennaio 1991, concernente disposizioni per l’adempimento di
obblighi derivanti dalla appartenenza dell’Italia alle Comunita’
europee, in particolare l’art. 4;
Vista la legge 10 febbraio 1992, n. 164, concernente «Nuova
disciplina delle denominazioni d’origine dei vini», ed in particolare
gli articoli 14 e 15 che dettano disposizioni per la denuncia delle
superfici vitate e la costituzione, la tenuta e l’aggiornamento degli
albi dei vigneti DOCG e DOC e degli elenchi delle vigne IGT presso le
camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e l’art. 16
recante disposizioni per la rivendicazione delle produzioni annuali
DOCG, DOC e IGT;
Visto il proprio decreto 27 marzo 2001, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 84 del 10 aprile 2001,
concernente modalita’ per l’aggiornamento dello schedario
vitivinicolo nazionale e per l’iscrizione delle superfici vitate
negli albi dei vigneti DOCG e DOC e nell’elenco delle vigne IGT e
norme aggiuntive;
Visto l’Accordo 25 luglio 2002 tra il Ministero e le Regioni e
Province autonome di Trento e Bolzano, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 212 del 10 settembre 2002, per
la determinazione dei criteri per l’istituzione e l’aggiornamento
degli albi dei vigneti D.O. e degli elenchi delle vigne I.G.T., in
attuazione dell’art. 5 del decreto ministeriale 27 marzo 2001;
Visto il proprio decreto 4 agosto 2005, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 187 del 12 agosto 2005,
recante disposizioni transitorie per la rivendicazione delle
produzioni dei vini DOCG, DOC e IGT per la campagna vendemmiale
2005/2006;
Considerato che sono in corso presso la Conferenza Stato-Regioni e
Province autonome di Trento e Bolzano le procedure per l’adozione del
decreto applicativo dell’art. 16, comma 9, della legge n. 164/1992,
recante le disposizioni definitive per la rivendicazione annuale
delle produzioni dei vini DOCG, DOC e IGT, che entreranno in vigore a
decorrere dalla campagna vendemmiale 2007/2008 e che, pertanto,
permangono per la prossima campagna vendemmiale le condizioni che
hanno determinato l’emanazione del citato decreto 4 agosto 2005;
Ritenuto di dover stabilire le opportune disposizioni per
assicurare la correttezza e la certezza della rivendicazione delle
produzioni DOCG, DOC e IGT per la campagna vendemmiale 2006/2007,
nonche’ assicurare i relativi controlli da parte degli organismi
preposti, nelle more dell’emanazione del citato decreto recante le
disposizioni definitive per la rivendicazione annuale delle
produzioni in questione;
Decreta:

Articolo unico

1. Per la rivendicazione delle produzioni dei vini DOCG, DOC e IGT
presso le competenti Camere di commercio, in via transitoria e per la
sola campagna vendemmiale 2006/2007, si adottano le disposizioni
previste nel decreto 4 agosto 2005 richiamato nelle premesse.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana ed entrera’ in vigore il giorno dopo la sua
pubblicazione.
Bergamo, 21 luglio 2006
Il Ministro: De Castro

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 21 luglio 2006

Edilone.it