MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 6 marzo 2003: Recepimento della direttiva 2002/41/CE della Commissione del 17 maggio 2002 | Edilone.it

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 6 marzo 2003: Recepimento della direttiva 2002/41/CE della Commissione del 17 maggio 2002

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 6 marzo 2003: Recepimento della direttiva 2002/41/CE della Commissione del 17 maggio 2002 che adegua al progresso tecnico la direttiva 95/1/CE relativa alla velocita' massima per costruzione nonche' alla coppia massima ed alla potenza massima netta dei motori dei veicoli a due o tre ruote. (GU n. 155 del 7-7-2003)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 6 marzo 2003

Recepimento della direttiva 2002/41/CE della Commissione del
17 maggio 2002 che adegua al progresso tecnico la direttiva 95/1/CE
relativa alla velocita’ massima per costruzione nonche’ alla coppia
massima ed alla potenza massima netta dei motori dei veicoli a due o
tre ruote.

IL MINISTRO
DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI
Visto l’art. 229 del nuovo codice della strada approvato con
decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 114 del 18 maggio
1992 che delega i Ministri della Repubblica a recepire, secondo le
competenze loro attribuite, le direttive comunitarie concernenti le
materie disciplinate dallo stesso codice;
Visto l’art. 71 del nuovo codice della strada che ai commi 2, 3 e 4
stabilisce la competenza del Ministro dei trasporti e della
navigazione, ora del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, a
decretare in materia di norme costruttive e funzionali dei veicoli a
motore e dei loro rimorchi ispirandosi al diritto comunitario;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione 5
aprile 1994, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta
Ufficiale n. 99 del 30 aprile 1994, di recepimento della direttiva
92/61/CEE del Consiglio relativa all’omologazione dei veicoli a
motore a due o a tre ruote, come rettificato dal decreto del Ministro
dei trasporti e della navigazione 15 aprile 1997, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 112 del 16 maggio 1997;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione 20
aprile 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 119 del 24 maggio
2000, di recepimento della rettifica alla direttiva 92/61/CEE
relativa all’omologazione dei veicoli a motore a due o a tre ruote;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione
7 dicembre 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 1 del
2 gennaio 2001, di recepimento della direttiva 2000/7/CE del
Parlamento europeo e del Consiglio che modifica, da ultimo, la
direttiva 92/61/CEE, come rettificato dal decreto del Ministro delle
infrastrutture e dei trasporti 24 settembre 2001, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 252 del 29 ottobre 2001;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione 14
giugno 1995, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta
Ufficiale n. 169 del 21 luglio 1995, di recepimento della direttiva
95/1/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla
velocita’ massima per costruzione nonche’ alla coppia massima ed alla
potenza massima netta dei motori dei veicoli a due e tre ruote;
Vista la direttiva 2002/41/CE della Commissione del 17 maggio 2002,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita’ europee n. L 133
del 18 maggio 2002, che adegua al progresso tecnico la direttiva
95/1/CE relativa alla velocita’ massima per costruzione nonche’ alla
coppia massima ed alla potenza massima netta dei veicoli a due o tre
ruote;
Adotta
il seguente decreto:
Recepimento della direttiva 2002/41/CE della Commissione del
17 maggio 2002 che adegua al progresso tecnico la direttiva 95/1/CE,
relativa alla velocita’ massima per costruzione nonche’ alla coppia
massima ed alla potenza massima netta dei motori dei veicoli a due o
tre ruote.
Art. 1.
1. Gli allegati al decreto del Ministro dei trasporti e della
navigazione 14 giugno 1995 sono modificati conformemente all’allegato
al presente decreto, che fa parte integrante dello stesso.

Art. 2.
1. A decorrere dal 1° luglio 2003, non e’ consentito, per motivi
riguardanti la velocita’ massima per costruzione, la coppia massima e
la potenza massima netta:
a) rifiutare l’omologazione CE per un determinato tipo di veicolo
a due o tre ruote;
b) vietare l’immatricolazione, la vendita o l’entrata in servizio
di veicoli a motore a due o tre ruote, se la velocita’ massima per
costruzione, la coppia massima e la potenza massima netta di tali
veicoli a motore risultano conformi alle prescrizioni del decreto del
Ministro dei trasporti e della navigazione 14 giugno 1995 come
modificato dal presente decreto.
2. A decorrere dal 1° gennaio 2004, non e’ consentito rilasciare
l’omologazione CE per qualsiasi nuovo tipo di veicolo a motore a due
o tre ruote, per motivi riguardanti la velocita’ massima per
costruzione, la coppia massima e la potenza massima netta, se non
sono rispettate le prescrizioni del decreto del Ministro dei
trasporti e della navigazione 14 giugno 1995 come modificato dal
presente decreto.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 6 marzo 2003
Il Ministro: Lunardi
Registrato alla Corte dei conti il 9 aprile 2003
Ufficio controllo sugli atti dei Ministeri delle infrastrutture ed
assetto del territorio, registro n. 1, foglio n. 242

Allegato

—-> Vedere allegato alle pagg. 49 – 50 – 51 in formato zip/pdf

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 6 marzo 2003: Recepimento della direttiva 2002/41/CE della Commissione del 17 maggio 2002

Edilone.it