MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 3 febbraio 2011 | Edilone.it

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 3 febbraio 2011

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 3 febbraio 2011 - Differenze percentuali tra tasso d'inflazione reale e tasso d'inflazione programmata per l'anno 2010. (11A02768) (GU n. 53 del 5-3-2011 )

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 3 febbraio 2011

Differenze percentuali tra tasso d’inflazione reale e tasso
d’inflazione programmata per l’anno 2010. (11A02768)

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Visto l’art. 133, comma 3, del decreto legislativo 12 aprile 2006,
n. 163, e successive modifiche ed integrazioni, recante il «Codice
dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in
attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE», che ha previsto,
tra l’altro, che per i lavori pubblici affidati dalle stazioni
appaltanti si applichi il prezzo chiuso aumentato di una percentuale
da applicarsi, nel caso in cui la differenza tra il tasso di
inflazione reale e il tasso di inflazione programmato nell’anno
precedente sia superiore al 2 per cento, all’importo dei lavori
ancora da eseguire per ogni anno intero previsto per l’ultimazione
dei lavori stessi;
Visto il decreto-legge 16 maggio 2008, n. 85, convertito, con
modificazioni, dalla legge 14 luglio 2008, n. 121, recante
«Disposizioni urgenti per l’adeguamento delle strutture di Governo»
ed, in particolare, l’art. 1, comma 3, con il quale sono state
attribuite al Ministero delle infrastrutture le funzioni attribuite
al Ministero dei trasporti;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 dicembre 2008,
n. 211, recante la riorganizzazione del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti;
Visto la sentenza n. 5088/06 del Consiglio di Stato, Sezione sesta,
che ha stabilito che il decreto del Ministro delle infrastrutture,
ora Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di cui al citato
art. 133 del decreto legislativo n. 163/2006, deve essere annualmente
emanato anche qualora la percentuale di aumento, perche’ operi
l’istituto del prezzo chiuso, non sia ritenuta superata;
Visti i dati forniti, con propria comunicazione del 19 gennaio
2011, dal Ministero dell’economia e delle finanze, elaborati su dati
ISTAT e sui documenti programmatici, dai quali risulta il seguente
scostamento tra il tasso di inflazione reale e il tasso di inflazione
programmata:
anno 2010 scostamento in punti percentuali = 0,1;

Decreta:

Art. 1

Non si sono verificati scostamenti superiori al 2 per cento tra il
tasso d’inflazione reale e il tasso di inflazione programmata
nell’anno 2010.
Il presente decreto e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 3 febbraio 2011

Il Ministro: Matteoli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 3 febbraio 2011

Edilone.it