MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 28 ottobre 2009 | Edilone.it

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 28 ottobre 2009

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 28 ottobre 2009 - Determinazione delle tariffe per l'attivita' ispettiva condotta a bordo delle unita' mercantili. (09A12979) (GU n. 256 del 3-11-2009 )

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 28 ottobre 2009

Determinazione delle tariffe per l’attivita’ ispettiva condotta a
bordo delle unita’ mercantili. (09A12979)

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI
di concerto con
IL MINISTRO DELL’AMBIENTE
E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO
E DEL MARE
ed
IL MINISTRO DELL’ECONOMIA
E DELLE FINANZE
Vista la legge 3 febbraio 2003, n. 14, «Disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia
alle Comunita’ europee. Legge comunitaria 2002.» e, in particolare,
l’art. 4;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
13 ottobre 2003, n. 305, «Regolamento recante attuazione della
direttiva 2001/106/CE del 19 dicembre 2001 del Parlamento europeo e
del Consiglio che abroga e sostituisce il decreto ministeriale 19
aprile 2000, n. 432, del Ministro delle infrastrutture e dei
trasporti, concernente il regolamento di recepimento della direttiva
95/21/CE relativa all’attuazione di norme internazionali per la
sicurezza delle navi, la prevenzione dell’inquinamento e le
condizioni di vita e di lavoro a bordo, come modificata dalla
direttiva 98/25/CE, dalla direttiva 98/42/CE e dalla direttiva
99/97/CE» e, in particolare, l’art. 10;
Decreta:

Art. 1.

Ambito di applicazioni
1. Il presente decreto si applica alle attivita’ ispettive svolte
dal personale delle autorita’ marittime competenti per le ispezioni
previste agli articoli 5, 6 e 11, comma 1, del decreto del Ministro
delle infrastrutture e dei trasporti 13 ottobre 2003, n. 305.

Art. 2.

Tariffe
1. Le spese relative all’espletamento delle attivita’ di cui
all’art. 1 sono poste a carico dell’armatore o di un suo
rappresentante nello Stato, in solido con il proprietario.
2. Le relative tariffe, stabilite negli allegati 1 e 2 al presente
decreto, sono aggiornate ogni due anni.
3. I relativi importi, da versarsi all’entrata del bilancio dello
Stato, sono corrisposti antecedentemente alla revoca del fermo della
nave ai sensi del comma 5, dell’art. 10 del decreto ministeriale n.
305/2003.

Art. 3.

Modalita’ di pagamento
1. Il pagamento dovuto e’ effettuato mediante versamento alla
Sezione di tesoreria provinciale dello Stato competente per
territorio ovvero tramite versamento sul conto corrente postale ad
essa intestato.
2. Nella causale del versamento sono specificati:
a) il riferimento all’art. 4 della legge 3 febbraio 2003, n. 14,
nonche’ agli articoli 5, 6 ed 11, comma 1, del decreto ministeriale
n. 305/2003, in relazione al tipo di ispezione effettuata;
b) l’amministrazione che effettua le prestazioni: Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti;
c) l’imputazione della somma al Capo XV, capitolo 3570
dell’entrata del bilancio dello Stato.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana ed entra in vigore il giorno successivo alla sua
pubblicazione.

Il Ministro delle infrastrutture
e dei trasporti
Matteoli

Il Ministro dell’ambiente
e della tutela del territorio
e del mare
Prestigiacomo

Il Ministro dell’economia
e delle finanze
Tremonti

Registrato alla Corte dei conti il 26 ottobre 2009
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri delle infrastrutture ed
assetto del territorio, registro n. 9, foglio n. 181

—-> Parte di provvedimento in formato grafico <----

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 28 ottobre 2009

Edilone.it