MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 28 giugno 2011 | Edilone.it

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 28 giugno 2011

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 28 giugno 2011 - Trasferimento al Consiglio nazionale delle ricerche (CNR) delle funzioni svolte dall'Istituto nazionale per studi ed esperienze di architettura navale (INSEAN). (11A12080) - (GU n. 222 del 23-9-2011 )

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 28 giugno 2011

Trasferimento al Consiglio nazionale delle ricerche (CNR) delle
funzioni svolte dall’Istituto nazionale per studi ed esperienze di
architettura navale (INSEAN). (11A12080)

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI

di concerto con

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA
E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE,
DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO PER LA PUBBLICA
AMMINISTRAZIONE E L’INNOVAZIONE

Visto il regio decreto-legge 23 giugno 1927, n. 1429, convertito
dalla legge 14 giugno 1928, n. 1463, concernente l’istituzione
dell’Ente «Vasca Nazionale per l’esperienze di architettura navale»,
ora abrogato dall’art. 2268, comma 1, n. 45, del decreto legislativo
15 marzo 2010, n. 66;
Visto il regio decreto legislativo 24 maggio 1946, n. 530, con il
quale, tra l’altro, l’ente predetto ha assunto la denominazione di
«Istituto nazionale per gli studi ed esperienze di architettura
navale» ora abrogato dall’art. 2268, comma 1, n. 262, del decreto
legislativo 15 marzo 2010, n. 66;
Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168, ed in particolare l’art. 8,
concernente «Autonomia degli enti di ricerca»;
Visto l’art. 10, comma 2, del decreto legislativo 29 settembre
1999, n. 381;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 27 febbraio 2003,
n. 97, recante il regolamento concernente l’amministrazione e la
contabilita’ degli enti pubblici di cui alla legge, 20 marzo 1975, n.
70;
Visto l’art. 7, comma 21, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78,
convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122,
recante misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di
competitivita’ economica, che sopprime l’Istituto nazionale per studi
ed esperienze di architettura navale (INSEAN);
Considerato che ai sensi del medesimo art. 7, comma 21, secondo
periodo, del citato decreto-legge, le funzioni svolte dall’INSEAN e
le connesse risorse umane, strumentali e finanziarie sono trasferite
al Consiglio nazionale delle ricerche con uno o piu’ decreti di
natura non regolamentare del Ministro delle infrastrutture e dei
trasporti, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze,
con il Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca e
con il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione;
Accertato che le risorse destinate all’ex Istituto nazionale per
studi ed esperienze di architettura navale (INSEAN), per l’anno
finanziario 2011, sono iscritte nello stato di previsione del
Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca;
Ravvisata pertanto la necessita’ di dare concreta attuazione al
trasferimento delle risorse umane, strumentali e finanziarie dall’ex
Istituto nazionale per studi ed esperienze di architettura navale
(INSEAN) al Consiglio nazionale delle ricerche (CNR), al fine di
evitare discontinuita’ nella gestione delle risorse umane e
strumentali;
Considerato che il personale dei ruoli dell’ex Istituto nazionale
per studi ed esperienze di architettura navale (INSEAN) appartiene
allo stesso comparto del personale dei ruoli del Consiglio nazionale
delle ricerche (CNR);
Vista la nota protocollo n. 87719 del 2 dicembre 2010, con la quale
il presidente del Consiglio nazionale delle ricerche (CNR) ha
rappresentato alle amministrazioni vigilanti che e’ possibile
assumere la gestione delle funzioni e delle risorse dell’ex Istituto
nazionale per studi ed esperienze di architettura navale (INSEAN) dal
1° gennaio 2011;

Decreta:

Art. 1

Trasferimento delle funzioni dall’ex INSEAN al CNR

1. Le funzioni dell’Istituto nazionale per studi ed esperienze di
architettura navale (INSEAN) sono trasferite al Consiglio nazionale
delle ricerche (CNR) con decorrenza dal 1° gennaio 2011 e dalla
medesima data il CNR subentra nei rapporti giuridici attivi e passivi
relativi alle funzioni di cui sopra.

Art. 2

Trasferimento del personale

1. A decorrere dal 1° gennaio 2011 il personale a tempo
indeterminato in servizio presso l’ex Istituto nazionale per studi ed
esperienze di architettura navale (INSEAN) e’ inquadrato nei ruoli
del Consiglio nazionale delle ricerche (CNR) sulla base della tabella
A, allegata al presente decreto che ne costituisce parte integrante,
secondo il profilo, il livello, la fascia stipendiale, la posizione
economica e le relative anzianita’.
2. I dipendenti trasferiti conservano, oltre al trattamento
economico fondamentale, anche il trattamento economico accessorio,
limitatamente alle voci fisse e continuative. Nel caso in cui tale
trattamento risulti piu’ elevato rispetto a quello previsto per il
personale del Consiglio nazionale delle ricerche (CNR), e’ attribuito
per la differenza un assegno ad personam riassorbibile con i
successivi miglioramenti economici a qualsiasi titolo conseguiti.
3. Il Consiglio nazionale delle ricerche (CNR) subentra nella
titolarita’ dei restanti rapporti di lavoro fino alla scadenza
prefissata.

Art. 3

Trasferimento delle risorse finanziarie e strumentali

1. Le risorse finanziarie dell’ex Istituto nazionale per studi ed
esperienze di architettura navale (INSEAN) sono trasferite al
Consiglio nazionale delle ricerche (CNR). Il Consiglio nazionale
delle ricerche (CNR), a decorrere dal 1° gennaio 2011, subentra nella
titolarita’ dei beni mobili ed immobili di proprieta’ dell’ex
Istituto nazionale per studi ed esperienze di architettura navale
(INSEAN).

Art. 4

Clausola finanziaria

1. Dall’attuazione del presente decreto non derivano nuovi o
maggiori oneri a carico della finanza pubblica.
Il presente decreto sara’ trasmesso ai competenti organi di
controllo e sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 28 giugno 2011

Il Ministro delle infrastrutture
e dei trasporti
Matteoli

Il Ministro dell’economia
e delle finanze
Tremonti

Il Ministro dell’istruzione, dell’universita’
e della ricerca
Gelmini

Il Ministro per la pubblica amministrazione
e l’innovazione
Brunetta

Registrato alla Corte dei conti il 3 agosto 2011
Ufficio di controllo atti Ministeri delle infrastrutture ed assetto
del territorio, registro n. 12, foglio n. 350

Tabella A
(Art. 2)

Parte di provvedimento in formato grafico

(*) N. 2 Collaboratori tecnici E.R., IV livello, sono cessati dal
servizio il 31 dicembre 2010, Per n. 2 Operatori tecnici, VI livello,
si e’ conclusa la procedura per l’assegnazione al profilo di
Collaboratore tecnico E.R. a parita’ di livello. N. 1 Funzionario di
amministrazione, IV livello, e’ cessato dal servizio il 9 giugno.

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 28 giugno 2011

Edilone.it