MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 17 marzo 2006 | Edilone.it

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 17 marzo 2006

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 17 marzo 2006 - Modifiche ed integrazioni al decreto 19 aprile 2005 recante individuazione degli uffici di livello dirigenziale non generale del Ministero delle infrastrutture e trasporti. (GU n. 81 del 6-4-2006)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 17 marzo 2006

Modifiche ed integrazioni al decreto 19 aprile 2005 recante
individuazione degli uffici di livello dirigenziale non generale del
Ministero delle infrastrutture e trasporti.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Visto il decreto del Presidente della Repubblica n. 184 del
2 luglio 2004, recante «Riorganizzazione del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti»;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
in data 19 aprile 2005 di individuazione degli uffici di livello
dirigenziale non generale dell’amministrazione, registrato alla Corte
dei conti il 1° luglio 2005 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale in
data 8 marzo 2006;
Verificato che risulta erroneamente attribuita nell’ambito della
direzione generale per le strade e le autostrade del Dipartimento per
le infrastrutture stradali, l’edilizia e la regolazione dei lavori
pubblici una linea di attivita’ rientrante, invece, tra le funzioni
del Dipartimento per il coordinamento dello sviluppo del territorio,
il personale e i servizi generali e precisamente della direzione
generale programmazione e programmi europei istituzionalmente
competente, tra l’altro, alla predisposizione del Piano generale di
trasporti e della logistica, alla programmazione e attuazione, quale
autorita’ di gestione, del PON trasporti e alla programmazione degli
interventi infrastrutturali, anche attraverso la finanza di progetto,
sulla rete stradale e autostradale;
Considerato che e’ indispensabile ricondurre ad un unico centro di
imputazione e di interessi, al fine di evitare dispersive
parcellizzazioni, le funzioni di indirizzo, coordinamento e controllo
in un settore che impinge sul governo del territorio e involge
profili di progettazione e gestione a livello comunitario ed
interministeriale di grandi opere infrastrutturali poste a base della
competitivita’ del Paese;
Considerato che e’, percio’, necessario apportare le necessarie
rettifiche al richiamato decreto ministeriale del 19 aprile 2005,
nell’intento di evitare incongrue attribuzioni di competenze a
strutture istituzionalmente diversificate, con conseguente confusione
delle medesime;
Decreta:
Art. 1.
1. A parziale modifica del decreto ministeriale del 19 aprile 2005,
nell’ambito della declaratoria delle funzioni attribuite al
Dipartimento per il coordinamento dello sviluppo del territorio, il
personale e i servizi generali, direzione generale per la
programmazione e i programmi europei, di cui all’art. 3, comma 4, e’
inserita, all’interno della divisione terza, «Piano generale dei
trasporti e della logistica», l’attribuzione della competenza
relativa al collegamento viario e ferroviario tra la Sicilia ed il
continente.
2. Contestualmente, nell’ambito della declaratoria delle funzioni
attribuite al Dipartimento per le infrastrutture stradali, l’edilizia
e la regolazione dei lavori pubblici, direzione generale per le
strade e le autostrade, di cui all’art. 4, comma 3, divisione quarta,
di cui al richiamato decreto ministeriale del 19 aprile 2005,
l’attribuzione della competenza relativa al collegamento viario e
ferroviario tra la Sicilia ed il continente e’ soppressa.
Il presente decreto viene trasmesso agli organi di controllo per la
registrazione.
Roma, 17 marzo 2006
Il Ministro: Lunardi

Registrato alla Corte dei conti il 24 marzo 2006
Ufficio di controllo atti Ministeri delle infrastrutture ed assetto
del territorio, registro n. 1, foglio n. 201

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 17 marzo 2006

Edilone.it