MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI | Edilone.it

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 20 giugno 2003: Recepimento della direttiva 2001/85/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 novembre 2001, e della rettifica, concernente le disposizioni speciali da applicare ai veicoli adibiti al trasporto passeggeri aventi piu' di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e recante modifica delle direttive 70/156/CEE e 97/27/CE. (GU n. 183 del 8-8-2003- Suppl. Ordinario n.129)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 20 giugno 2003

Recepimento della direttiva 2001/85/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 20 novembre 2001, e della rettifica, concernente le
disposizioni speciali da applicare ai veicoli adibiti al trasporto
passeggeri aventi piu’ di otto posti a sedere oltre al sedile del
conducente e recante modifica delle direttive 70/156/CEE e 97/27/CE.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Visto l’art. 229 del nuovo codice della strada approvato con
decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 114 del 18 maggio
1992 che delega i Ministri della Repubblica a recepire, secondo le
competenze loro attribuite, le direttive comunitarie concernenti le
materie disciplinate dallo stesso codice;
Visto l’art. 71 del nuovo codice della strada che ai commi 2, 3 e 4
stabilisce la competenza del Ministro dei trasporti e della
navigazione, ora del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, a
decretare in materia di norme costruttive e funzionali dei veicoli a
motore e dei loro rimorchi ispirandosi al diritto comunitario;
Visto il decreto del Ministro per i trasporti e l’aviazione civile
29 marzo 1974, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 105 del
23 aprile 1974, recante prescrizioni generali per l’omologazione CEE
dei veicoli a motore e dei loro rimorchi nonche’ dei loro dispositivi
di equipaggiamento, in attuazione della direttiva 70/156/CEE;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione
8 maggio 1995, di recepimento delle direttive 92/53/CEE e 93/81/CEE
che modificano la direttiva 70/156/CEE concernente il ravvicinamento
delle legislazioni degli Stati membri relative all’omologazione dei
veicoli a motore e dei loro rimorchi, pubblicato nel supplemento
ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 148 del 27 giugno 1995;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione
13 maggio 1999, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 133 del
9 giugno 1999, di recepimento della direttiva 98/91/CE che, fra
l’altro, modifica la direttiva 70/156/CEE relativa all’omologazione
dei veicoli a motore e dei loro rimorchi;
Visto il decreto del Ministro per i trasporti 24 gennaio 1977,
pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 84
del 28 marzo 1977, recante prescrizioni per l’omologazione parziale
CEE dei tipi di veicoli a motore e dei loro rimorchi per quanto
riguarda l’installazione dei dispositivi di illuminazione e di
segnalazione luminosa, in attuazione della direttiva 76/756/CEE;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione 14
novembre 1997 pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta
Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 1998, di recepimento della direttiva
97/28/CE che adegua al progresso tecnico la direttiva 76/756/CEE
relativa all’installazione dei dispositivi di illuminazione e di
segnalazione luminosa dei veicoli a motore e dei loro rimorchi;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione
14 novembre 1997, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 103 del
6 maggio 1998, di attuazione della direttiva 97/27/CE concernente le
masse e le dimensioni di alcune categorie di alcuni veicoli a motore
e dei loro rimorchi e che modifica la direttiva 70/156/CEE;
Vista la direttiva 2001/85/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 20 novembre 2001, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
delle Comunita’ europee n. L 42 del 13 febbraio 2002, relativa alle
disposizioni speciali da applicare ai veicoli adibiti al trasporto
passeggeri aventi piu’ di otto posti a sedere oltre al sedile del
conducente e recante modifica delle direttive 70/156/CEE e 97/27/CE;
Vista la rettifica della direttiva 2001/85/CE del Parlamento
europeo e del Consiglio del 20 novembre 2001, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea n. L 125 del 21 maggio 2003;
Constatato che le modifiche di cui all’art. 4 della direttiva
2001/85/CE del 20 novembre 2001, concernenti gli allegati I, III e IV
della direttiva 70/156/CEE, sono state gia’ introdotte
nell’ordinamento interno con il decreto del Ministro delle
infrastrutture e dei trasporti 20 giugno 2002, pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 172 del 24 luglio
2002, di recepimento della direttiva 2001/116/CE del 20 dicembre 2001
che adegua al progresso tecnico la direttiva 70/156/CEE sostituendo
tutti gli allegati alla direttiva stessa;

A d o t t a

il seguente decreto:

Recepimento della direttiva 2001/85/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 20 novembre 2001, e della relativa rettifica,
concernente le disposizioni speciali da applicare ai veicoli adibiti
al trasporto passeggeri aventi piu’ di otto posti a sedere oltre al
sedile del conducente e recante modifica delle direttive 70/156/CEE e
97/27/CE.
Art. 1.

1. Ai fini del presente decreto, si intende per:
a) «veicolo», i veicoli a motore delle categorie M2 o M3 definiti
nell’allegato II, parte A, del decreto del Ministro dei trasporti e
della navigazione 8 maggio 1995 e successive modificazioni;
b) «carrozzeria», un’entita’ tecnica definita all’art. 2 del
decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione 8 maggio 1995
e successive modificazioni;
c) «classe di veicoli», un veicolo conforme alla descrizione di
classe di cui all’allegato I al presente decreto.

Art. 2.

1. A decorrere dal 13 agosto 2003 non e’ consentito rifiutare
l’omologazione CE o l’omologazione di portata nazionale:
a) di un tipo di veicolo;
b) di un tipo di carrozzeria;
c) di un tipo di veicolo la cui carrozzeria e’ gia’ stata
omologata come entita’ tecnica;
e non e’ consentito rifiutare l’immatricolazione o vietare la
vendita o la messa in circolazione di un veicolo o di una carrozzeria
in quanto entita’ tecnica, per motivi concernenti le disposizioni
relative ai veicoli destinati al trasporto di passeggeri, aventi piu’
di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente, se sono
soddisfatte le prescrizioni del presente decreto e dei relativi
allegati.
2. Il comma 1 si applica anche ai veicoli a pianale ribassato delle
classi I o II omologati prima del 13 agosto 2002 e successive
estensioni che non comportano variazioni di elementi essenziali del
veicolo, rispondenti alle prescrizioni del decreto del Ministro per i
trasporti 24 gennaio 1977, e successive modificazioni, e che possono
disporre di corsie con pendenza del 12,5% definita al punto 7.7.6.2
dell’allegato I al presente decreto.
3. Fatte salve le disposizioni del comma 4.:
a) a decorrere dal 13 febbraio 2004 non e’ piu’ consentito
rilasciare l’omologazione CE di un tipo di veicolo e di un tipo di
carrozzeria in quanto entita’ tecnica;
b) a decorrere dal 13 ottobre 2005 non e’ piu’ consentito
rilasciare l’omologazione di portata nazionale di un tipo di veicolo,
ed
c) a decorrere dal 13 febbraio 2006 non e’ consentito
immatricolare, vendere o immettere in circolazione veicoli nuovi e
carrozzerie nuove in quanto entita’ tecniche,
per motivi concernenti le disposizioni relative ai veicoli
destinati al trasporto di passeggeri aventi piu’ di otto posti a
sedere oltre al sedile del conducente, se non sono soddisfatte le
prescrizioni del presente decreto e dei relativi allegati.
4. A decorrere dal 13 febbraio 2006 non e’ consentito
immatricolare, vendere o immettere in circolazione veicoli nuovi e
carrozzerie nuove in quanto entita’ tecniche, che siano stati
omologati conformemente al disposto del comma 2.
5. Per i veicoli delle categorie M2 ed M3 omologati secondo le
prescrizioni tecniche adottate dall’UNECE – Commissione economica per
l’Europa dell’ONU – con i regolamenti n. 52 serie 01 e n. 107 serie
00, non sono applicabili le date di scadenza di cui al comma 3.,
lettera c), ed al comma 4, relative all’immatricolazione, alla
vendita ed all’immissione in circolazione.

Art. 3.

1. I veicoli della classe I sono accessibili ai passeggeri con
ridotta capacita’ motoria, comprese le persone su sedia a rotelle, in
conformita’ alle prescrizioni tecniche di cui all’allegato VII del
presente decreto.
2. I veicoli diversi da quelli di classe I e dotati di dispositivi
per passeggeri con ridotta capacita’ motoria e/o per le persone su
sedia a rotelle, soddisfano le pertinenti prescrizioni tecniche di
cui all’allegato VII al presente decreto.

Art. 4.

1 . L’allegato I al decreto del Ministro dei trasporti e della
navigazione 14 novembre 1997, e’ cosi’ modificato:
a) i punti da 2.1.2.1. a 2.1.2.1.4. sono abrogati;
b) sono inseriti i seguenti punti:
«2.1.2.1. per “autobus di linea o granturismo” si intende un
veicolo definito al punto 2 dell’allegato I della direttiva
2001/85/CE;
2.1.2.2. per “classe” di autobus di linea o granturismo si
intende un veicolo di una classe definita ai punti 2.1.1 e 2.1.2
dell’allegato I della direttiva 2001/85/CE;
2.1.2.3. per “autosnodato” si intende un veicolo definito al
punto 2.1.3 dell’allegato I della direttiva 2001/85/CE;
2.1.2.4. per “autobus di linea o granturismo a due piani” si
intende un veicolo definito al punto 2.1.6 dell’allegato I della
direttiva 2001/85/CE»,
c) l’ex punto 2.1.2.2. assume il nuovo numero 2.1.2.5.

Art. 5.

1. L’elenco degli allegati e gli allegati I, II, III, IV, V, VI,
VII, VIII e IX al presente decreto ne costituiscono parte integrante.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 20 giugno 2003

Il Ministro: Lunardi

Registrato alla Corte dei conti l’8 luglio 2003

Ufficio di controllo sulle infrastrutture del territorio, registro n.
3, foglio n. 178

Allegati

—-> Vedere Allegati da pag. 7 a pag. 96 della G.U. in formato zip/pdf

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Edilone.it