MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI | Edilone.it

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 30 luglio 2003: Proroga delle prove di velocita' e di emissioni sui motoveicoli e ciclomotori a due ruote. (GU n. 179 del 4-8-2003)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 30 luglio 2003

Proroga delle prove di velocita’ e di emissioni sui motoveicoli e
ciclomotori a due ruote.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Visto il decreto ministeriale 16 gennaio 2000, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 48 del 28 febbraio 2000, con il quale il
Ministro dei trasporti e della navigazione ha dettato disposizione
per la revisione periodica di motocicli e ciclomotori;
Visto il decreto ministeriale 7 dicembre 2000, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 296 del 20 dicembre 2000, con il quale il
Ministro dei trasporti e della navigazione ha fissato il calendario
delle revisioni dei motoveicoli e dei ciclomotori per l’anno 2001;
Visto il decreto ministeriale 14 novembre 2001, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 273 del 23 novembre 2001, con il quale il
Ministro delle infrastrutture e dei trasporti ha fissato il
calendario delle revisioni dei motoveicoli e dei ciclomotori per
l’anno 2002;
Visto il decreto ministeriale 29 novembre 2002, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 288 del 9 dicembre 2002, con il quale sono
state emanate disposizioni in ordine alla revisione periodica dei
motoveicoli e dei ciclomotori, fissando al 1° luglio 2003 la data
dalla quale procedere agli accertamenti relativi alle emissioni
inquinanti per ciclomotori e motoveicoli, nonche’ la prova di
velocita’ dei ciclomotori;
Visto il decreto direttoriale 4 gennaio 2002, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 39 del 6 marzo 2002 con cui sono state definite
le caratteristiche tecniche dell’analizzatore dei gas di scarico e
banco prova velocita’ per prove inquinamento;
Vista la circolare prot. 213/404 del 28 gennaio 2003 con cui sono
state definite le caratteristiche tecniche di omologazione dei banchi
a rulli per prove di velocita’ di ciclomotori a tre ruote e
quadricicli leggeri;
Vista la circolare n. 1066/404 del 19 maggio 2003 con cui viene
definita la procedura di prova per il controllo della velocita’
massima dei ciclomotori, art. 52 del codice della strada;
Visto il decreto direttoriale 20 giugno 2003, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 145 del 25 giugno 2003 con cui viene definita
la procedura di prova per il controllo dei gas di scarico per
ciclomotori e motoveicoli omologati secondo il capitolo 5 della
direttiva 97/24/CE;
Visto il decreto ministeriale del 30 giugno 2003, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 154 del 5 luglio 2003 con cui viene prorogata
al 1° gennaio 2004 la prova di velocita’ dei veicoli a tre e quattro
ruote, art. 52 del codice della strada e la prova di emissione dei
veicoli a tre e quattro ruote articoli 52 e 53 del codice della
strada;
Considerato che le prove di velocita’ ed emissione dei gas di
scarico sui veicoli in esame debbono essere effettuate con specifiche
attrezzature e che non tutte le officine autorizzate ex art. 80 del
codice della strada hanno provveduto tempestivamente alla loro
installazione, non potendo pertanto essere operative alla data del
1° luglio 2003;
Considerata l’istanza avanzata da alcune associazioni di categoria
delle officine autorizzate ex art. 80 del codice della strada di
prorogare, per un limitato lasso temporale, l’effettuazione delle
prove di velocita’ ed emissione sui veicoli ciclomotori e’
motoveicoli per dar modo alle officine non ancora dotate delle
specifiche attrezzature di provvedere alla loro installazione e messa
in esercizio, e per poter dar corso, nell’ambito del gruppo di lavoro
attrezzature costituito in seno al Dipartimento dei trasporti
terrestri ad un confronto sollecitato dalle stesse associazioni di
categoria delle officine con le associazioni dei costruttori delle
attrezzature sul livello di sicurezza di alcuni apparati che non
offrirebbero, secondo il parere delle prime un grado ottimale di
protezione per gli addetti e per i veicoli in revisione;
Considerato che dagli incontri tenuti dal Dipartimento dei
trasporti terrestri del Ministero con le rappresentanze delle
associazioni di categoria sulla richiesta di proroga, e’ scaturito e
formalmente verbalizzato che la concessione di detta proroga sino al
1° gennaio 2004, risulta da un lato sufficiente a garantire che le
officine non ancora approvvigionate si allineino per offrire la
massima diffusione del servizio sul territorio, e dall’altra piu’ che
congruo per un confronto tecnico tra le associazioni delle officine e
quelle dei costruttori di attrezzature sui livelli di sicurezza di
alcuni apparecchi;
Considerata l’opportunita’ di realizzare nell’intero ambito
nazionale una rete adeguata di officine ex art. 80, fornita di tutte
le apparecchiature necessarie, in grado di soddisfare pienamente la
richiesta dell’utenza;
Decreta:
Art. 1.
Fatto salvo quanto gia’ previsto dal decreto ministeriale del
30 giugno 2003 relativamente ai ciclomotori e motoveicoli a tre e
quattro ruote, la prova di velocita’ dei veicoli a due ruote di cui
all’art. 52 del codice della strada e la prova di emissione dei
veicoli a due ruote di cui agli articoli 52 e 53 del codice della
strada viene prorogata al 1° gennaio 2004.
Roma, 30 luglio 2003
Il Ministro: Lunardi

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Edilone.it